Commercio, la Cina continua a viaggiare a un ritmo da record

La bilancia del commercio cinese continua a evidenziare una grande vivacità nel Paese del Dragone. Tuttavia, il surplus commerciale cinese è frenato dai 61,9 miliardi di dollari di maggio 2020 (condizionato enormemente dalla crisi del Covid-19), ai 45,53 miliardi di dollari di maggio 2021.

Il report sul commercio della Cina

commercio cinaI dati sul commercio cinese sono stati diffusi dall’Amministrazione generale delle Dogane, e possono essere visti sul calendario economico presente nelle piattaforme opzioni binarie.
A maggio le esportazioni hanno registrato +27,9%, ed è l’undicesimo mese di fila di crescita, contro il +32,3% di aprile e il +32,1% atteso dai mercati.
In particolare, è cresciuta la domanda di merci cinesi dal Regno Unito e dagli Stati Uniti, complice il peggioramento della pandemia nei Paesi del Sud Est asiatico.

Le importazioni sono salite del 51,1%, a fronte del +43,1% di aprile e del +51,5% di previsioni della vigilia.
Questo è stato l’aumento più netto delle spedizioni in entrata da gennaio 2011, in un contesto di rafforzamento della domanda interna, aumento dei prezzi delle materie prime e un basso effetto base rispetto allo scorso anno.

Screzi con gli USA

Il fatto che il commercio cinese stia continuando a ritmo record, non fa certo piacere agli USA. I rapporti bilaterali sono poco bilanciati, secondo gli americani. I dati evidentemente danno loro ragione, e offrono sostegno alle misure repressive degli USA, che includono 59 aziende cinesi nella black list.

Economia cinese e materie prime

Peraltro la fortissima ripresa cinese richiede massicce importazioni di materie prime, con la conseguenza che i prezzi stanno volando alle stelle. Soprattutto il rame, vero cardine della produzione industriale, continua a salire e il prezzo ha disegnato una candela hammer trading analisi tecnica.
Pechino sta cercando comunque di utilizzare tutti gli strumenti a disposizione per tenere a freno la speculazione.

Leave a Comment