Sostenibilità alimentare, cosa c’è da sapere

La sostenibilità alimentare è un concetto molto importante da capire. Oggi giorno, tutti si chiedono a che cosa ci si riferisce con questo termine. L’alimentazione sostenibile, in pratica è un concetto importante che sta caratterizzando l’ultimo periodo. Basterà mettere in campo una serie di spiegazioni per riuscire a capire cosa si intende con questo specifico concetto. Secondo alcuni studiosi, noi siamo quello che mangiamo.

In pratica, il nostro corpo si alimenta in tutto e per tutto con quello che ingeriamo. È l’alimentazione infatti, responsabile del funzionamento dell’organismo. Mettere in campo il concetto di sostenibilità alimentare, significa applicare delle pratiche relative al cibo nutrizionalmente sano. Facendo riferimento alle sue proprietà organolettiche, ci si riferisce ad una sostenibilità alimentare parlando di un cibo che abbia un basso impatto ambientale. L’obiettivo è quello di andare ad esaltare tradizioni locali e le caratteristiche di un territorio con l’alimentazione accessibile a tutti.

La sostenibilità alimentare, cos’è

La sostenibilità alimentare quindi è un concetto molto importante: si parla di un’alimentazione che miri alla sostenibilità ambientale. Parliamo da un concetto che è importante in ambito economico, sociale e ambientale stesso. Infatti, la sostenibilità alimentare tende a garantire la stabilità dell’ecosistema e quindi la capacità di fare in modo che anche in futuro si possano generare delle abitudini alimentari che non vadano a ledere la gestione l’equilibrio del pianeta stesso. Quando si parla di sostenibilità alimentare si parla del rispetto di una filiera che va a produrre cibi a basso impatto ambientale con un consumo di acqua e di suolo molto scarso. L’obiettivo è anche mettere in campo un prodotto con basse emissioni di azoto e di carbonio. Uno degli obiettivi quindi della sostenibilità alimentare è quello di rispettare sempre la biodiversità e gli ecosistemi.

La sostenibilità alimentare, i principi

Tra i principi della sostenibilità ambientale, vi è anche il fatto che vi sia una particolare attenzione ai bisogni locali e a valorizzare il territorio di riferimento. Da un punto di vista nutrizionale, la sostenibilità alimentare punta anche un’alimentazione sana con tutti i principi nutritivi ben rispettati. In più è anche molto importante il criterio economico. Infatti, deve essere accessibile a tutti. Del resto, l’organizzazione Nazionale dell’alimentazione e dell’agricoltura nel corso dell’ultimo Expo aveva parlato in maniera molto chiara di quelle che erano le sfide che bisognava intraprendere. Mangiare in modo sostenibile, significa mettere in campo una dieta possibile che possa rispettare l’ambiente e garantire l’alimentazione per tutti.

Il rispetto della sostenibilità alimentare

Affinché possa esserci rispetto della sostenibilità ambientale è molto importante che si comprino prodotti di stagione e locali. Uno dei consigli per un’alimentazione sostenibile è quello infatti, di andare ad aiutare l’economia locale avendo anche un impatto ambientale molto ridotto in modo tale da andare ad eliminare gli intermediari.

Un’altra regola è quella di non sprecare cibo. Alla base della sostenibilità alimentare, c’è anche la scelta di prodotti bio. Secondo le normative, i prodotti biologici riescono a ridurre il più possibile l’impatto ambientale. Ciò in quanto si basano sul rispetto dei processi ecologici, sulla biodiversità e sul rispetto delle risorse. Si va cioè ad eliminare l’uso di sostanze chimiche di sintesi. L’impatto sull’ecosistema sarà pari a zero.

Le sfide governative per la sostenibilità alimentare

Per garantire la sostenibilitàalimentare, i governi di tutto il mondo devono cercare di incentivare quelle che sono le pratiche virtuose in questo senso. Sarà fondamentale, mettere in campo un’azione che abbia come obiettivo quello di ridurre le emissioni e soprattutto, realizzare un prodotto che sia a km 0 e qualitativamente elevato. Soltanto un’azione sinergica di tutti i governi del mondo potrà aiutare in questo senso. Del resto, non c’è più tempo per aspettare: bisogna fare il possibile affinché lo sviluppo dell’alimentazione arrivi in questo senso.

Leave a Comment