Digitalizzazione della PA e lotta all’evasione, focus sull’algoritmo di Municipia S.p.A. e il commento di Stefano De Capitani

Stefano De Capitani: focus sulle innovative soluzioni sviluppate da Municipia S.p.A. a cui si è affidato anche il Comune di Bologna, con notevoli benefici.

Stefano De Capitani

Stefano De Capitani: tecnologie innovative e Big Data al servizio dei Comuni italiani, il progetto di Municipia S.p.A.

La digitalizzazione può contribuire significativamente a implementare l’efficienza della Pubblica Amministrazione anche in ottica di contrasto all’evasione con benefici per cittadini e imprese. Lo dimostra il metodo di Municipia S.p.A., società del Gruppo Engineering guidata da Stefano De Capitani, che – grazie ad un algoritmo, al costante controllo dell’evasione e alla riscossione coattiva – ha permesso recentemente al Comune di Bologna di scontare 10 milioni di euro di Tari alle imprese del territorio, già particolarmente provate dalla pandemia Covid-19. In questo modo è possibile scovare, segnalare, registrare anomalie su cui poi intervenire e contrastare quindi anche fenomeni di evasione fiscale come accaduto a Bologna. “La forza di Bologna è stata il processo e soprattutto la costanza: i risultati arrivano se c’è questo approccio”, ha commentato in merito Stefano De Capitani, Presidente di Municipia.

Municipia S.p.A., un futuro all’insegna di città più digitali, resistenti e sostenibili: la vision di Stefano De Capitani

Il “Sistema della conoscenza delle imprese” messo in campo da Municipia S.p.A. a Bologna permette di avere una fotografia reale del territorio e di poter valutare in maniera tempestiva l’evoluzione economica e l’impatto che eventi particolari – come la pandemia Covid19 – generano nel territorio. L’obiettivo è permettere all’Ente di dare risposte efficaci alle imprese bolognesi nel minor tempo possibile. “In questo modo la Pubblica Amministrazione locale diventa proattiva nei confronti del territorio e di chi ci lavora con politiche mirate di sostegno e di affiancamento, perché la progettazione di misure di intervento è costruita sulla vera, e non presunta, platea di beneficiari, potendone valorizzare l’impatto sia per i destinatari che per l’Ente”, ha sottolineato il Presidente Stefano De Capitani. L’innovativa piattaforma rappresenta quindi una fonte preziosa di informazioni in modo da poter poi predisporre efficacemente i bandi e indirizzare gli interventi dell’azione amministrativa. Secondo il Presidente Stefano De Capitani è questo “il valore aggiunto della tecnologia in città che stanno diventando più digitali ma anche più resilienti e sostenibili”.

Leave a Comment