Alessandro Benetton: il profilo di un imprenditore poliedrico

Alessandro Benetton: i traguardi professionali È il 1992 quando l’allora 28enne Alessandro Benetton decide di fondare 21 Investimenti. Forte delle conoscenze maturate al Master ad Harvard e di due anni di esperienza in Goldman Sachs, il giovane imprenditore punta sul Private Equity, in Italia un settore ancora poco conosciuto. Una scommessa riuscita: oggi 21 Invest è una realtà leader in Europa, con 2 miliardi di euro di capitali raccolti presso investitori istituzionali globali e oltre 100 operazioni effettuate. Oltre a guidare questa società, l’imprenditore siede anche nei Consigli di Amministrazione di importanti gruppi nazionali. È inoltre molto attivo sui social, in particolare su Youtube. Ha avviato un canale personale, ripreso anche dal portale del “Corriere della Sera”, dedicato sia al mondo imprenditoriale che alle passioni che da sempre lo hanno accompagnato nella sua carriera, prima fra tutte quella dello sci alpino. Ed è in virtù di questo suo interesse che nel 2017 Alessandro Benetton ha deciso di guidare l’organizzazione dei Campionati del Mondo di Sci Alpino accettando la presidenza di Fondazione Cortina 2021. Alessandro Benetton: Cavaliere del Lavoro e appassionato di Sci Non si tratta della prima esperienza sportiva di”Alessandro Benetton: il profilo LinkedIn”>Alessandro Benetton. Già in passato l’imprenditore è stato Presidente di Benetton F1 Racing Team, che sotto la sua guida ha vinto due campionati mondiali piloti e uno costruttori. L’impegno preso per i Mondiali di Sci deriva dall’amore per questo sport, che lo ha portato in passato a diventare anche maestro della disciplina. Anche in questo caso i risultati dell’imprenditore possono dirsi soddisfacenti. In un contesto di pandemia, lo scorso febbraio Cortina 2021 è riuscita a raggiungere milioni di persone in ogni angolo del pianeta grazie soprattutto alla forte strategia improntata sul web. Per le sue attività di promozione come Presidente della Fondazione, >Alessandro Benetton ha ricevuto il Premio Internazionale Sport Civiltà, che si aggiunge ai numerosi riconoscimenti ottenuti nella sua carriera, tra i quali il Cavalierato del Lavoro nel 2010 e la nomina come Imprenditore dell’Anno 2011 per Ernst&Young.

Leave a Comment