Sostenibilità, Gianfranco Battisti (FS Italiane): sinergia tra ambiente e crescita economica

“La sfida che ci troviamo ad affrontare è quella di una transizione ecologica in cui la cura dell’ambiente cammina di pari passo con la crescita economica”: le considerazioni di Gianfranco Battisti sugli obiettivi sostenibili di Ferrovie dello Stato Italiane.

Gianfranco Battisti

FS Italiane, Gianfranco Battisti: modelli sostenibili e sinergia con i fornitori

“Ridurre, Riutilizzare, Riparare, Riciclare, Rigenerare”: il cosiddetto “modello delle R” traccia la rotta verso piani di sviluppo che mettano in primo piano le necessità di salvaguardia ambientale. Una questione sempre più al centro delle agende istituzionali e su cui l’innovazione dei modelli di business può dare un grande slancio verso la direzione giusta. È il percorso che Ferrovie dello Stato Italiane, guidata da Gianfranco Battisti, continua a seguire da anni e verso cui cerca di far convergere anche le attività delle filiere dei fornitori. “Il nostro Gruppo sta investendo sull’innovazione tecnologica”, spiega l’AD e DG, “per applicare quel modello di sviluppo sostenibile e circolare, indicato dalla Commissione europea, volto a risparmiare le risorse naturali e a far fronte ai cambiamenti climatici”. Un modello, prosegue, in cui è necessario riconfigurare gli schemi produttivi in chiave circolare, coinvolgendo anche i fornitori: “Sono protagonisti insieme a noi di questo cambio di passo”, segnala Gianfranco Battisti, “con evidenti opportunità di rivitalizzare settori produttivi e di creare valore e occupazione”.

Transizione ecologica, Gianfranco Battisti: i progetti di FS Italiane e gli obiettivi per il futuro

Un cambio di rotta significativo, dunque, per il Gruppo guidato da Gianfranco Battisti e per l’intera filiera del settore, sia a livello progettuale che operativo e organizzativo. Ma non mancano anche importanti operazioni sotto il punto di vista finanziario: lo segnala, ad esempio, l’elevato numero di richieste da parte degli investitori per la sottoscrizione del terzo green bond di FS Italiane, iniziativa che ha raggiunto ordini pari a circa 1,75 miliardi (il 75% in più dell’obiettivo di raccolta), provenienti da 90 investitori sia italiani che esteri. L’operazione, inserita nella strategia sostenibile del Gruppo, è certificata da “Climate Bonds Initiative”, organizzazione no profit per la promozione della finanza sostenibile nel mondo. L’impegno di FS Italiane per la transizione ecologica prosegue così a ritmo serrato e include obiettivi in programma sia nel breve che lungo periodo. Tra questi, il raggiungimento della neutralità carbonica fissato al 2050: un target verso cui, come sottolineato da Gianfranco Battisti in più occasioni, il Gruppo sta mettendo in campo grandi sforzi in innovazione tecnologica, oltre che risorse di tipo progettuale e ingegneristico ad alto tasso di specializzazione.

Leave a Comment