Napoli in emergenza Covid-19, Gianni Lettieri (Atitech): “Lockdown e aiuti promessi”

Gianni Lettieri: “A distanza di mesi a buon fine solo 3 su 10 delle richieste di finanziamento fatte dalle imprese”.

Gianni Lettieri

Gianni Lettieri: “Sì al lockdown, subito le risorse a sostegno delle imprese”

La crisi economica causata dal Covid-19 sta mettendo in ginocchio numerose realtà produttive italiane. A differenza dei mesi di marzo e aprile, la seconda ondata ha colpito tutte le regioni italiane senza distinzione. La Campania oggi è uno dei territori che registra quotidianamente più contagi e gli effetti delle nuove restrizioni rischiano di dare il colpo di grazia a numerose aziende locali. Intervistato dal quotidiano “Il Mattino” Gianni Lettieri, Presidente di Atitech, mette in guardia il Governo sulle decisioni da prendere per contrastare l’emergenza, spingendo in primis per un nuovo ma definitivo lockdown: “Non vedo alternative, bisogna farlo prima possibile, nella speranza di ritornare ad avere un po’ di agibilità per il periodo natalizio”. Tuttavia, secondo l’imprenditore napoletano, stavolta non sono accettabili i ritardi negli aiuti economici verificatisi negli scorsi mesi: “Alle aziende è arrivato poco o niente e molte industrie, come la nostra, stanno anticipando la cassa integrazione ai dipendenti per milioni. Il governo deve continuare a concedere cassa integrazione ma azzerando completamente i costi per le aziende”, ha specificato Gianni Lettieri.

Gianni Lettieri: “Crisi come opportunità”

Solo attraverso il sostegno al tessuto produttivo sarà dunque possibile il rilancio dell’economia: “Le crisi devono essere una opportunità per rinnovare, efficientare: non utilizzare le crisi per migliorare è peggio della crisi stessa – ha spiegato Gianni LettieriGli imprenditori lo sanno bene e devono adottare tutti gli strumenti necessari per salvare le aziende. Ed è proprio per questo che non ci possiamo permettere di licenziare i nostri lavoratori”. Un rilancio che secondo il patron di Atitech non potrà avvenire subito: “Abbiamo davanti dei mesi difficili, la situazione potrebbe ancora peggiorare, ma dobbiamo tutelare la nostra manodopera qualificata, necessaria per la prossima ripresa. E per farlo serve uno sforzo comune, senza egoismi”. Durante l’intervista, il Presidente di Atitech ha elogiato l’operato del Governatore della Campania, una delle prime regioni italiane a prevedere un Piano Economico e Sociale: “De Luca si è mosso nel modo giusto – ha dichiarato Gianni Lettieri – siamo stati i primi in Italia ad avere disponibilità del vaccino antinfluenzale, ad aumentare la pensione minima a mille euro, a far arrivare i soldi a commercianti e piccole imprese”.

Leave a Comment