#MarketingTechnologist

Il marketing sta vivendo un periodo di grande evoluzione e di grande fermento, stretto tra la necessità delle aziende di focalizzarsi sempre più sul cliente e l’impatto crescente delle tecnologie. Web e social sono oggi solo una parte degli strumenti che devono saper usare i marketer.

Autore Gianluigi ZarantonelloFrancoAngeliPagine 268 – 25,00 €
Una trasformazione continua fautrice di grandi opportunità che richiedono, però, al contempo nuove competenze, più ampie e trasversali, quali la capacità di disegnare la customer journey, la sensibilità a comprendere il contesto, una solida padronanza della tecnologia e spiccate doti analitiche. Ecco quindi che si va affermando una categoria di software definita marketing technology (o #martech), che richiede traduttori e interpreti di strategie di business in flussi di bit e viceversa, ed emerge la professione del Marketing Technologist, ovvero quella figura che si inserisce tra i domini del marketing e dell’IT, con sensibilità di comunicazione e vendita che aiutano la propria azienda a gestire tutte le tecnologie di marketing a disposizione (o ad adottarne di nuove), con l’obiettivo di aiutare le organizzazioni a fornire sempre la migliore esperienza al cliente, nel momento giusto e attraverso il canale più adatto. Un ruolo che richiede ottime soft skill, a partire dalla capacità di relazionarsi in modo efficace con tutti gli interlocutori e i dipartimenti aziendali. L’autore Gianluigi Zarantonello nel libro spiega dove posizionare questa figura all’interno di un organigramma aziendale, le principali skill richieste – quali una grande confidenza col dato e una mentalità centrata sul cliente, con competenze tecnologiche e capacità di lavorare in maniera agile e collaborativa – descrivendo poi i fattori che hanno portato alla sua crescente importanza, tratteggiando i possibili percorsi di carriera e, infine, indicando le tecnologie che si troverà a governare. Una visione che lascia però aperte diverse prospettive, perché ciò che conta davvero è maturare la mentalità e possedere la giusta “cassetta degli attrezzi” per contribuire in modo vincente alla trasformazione di ogni organizzazione, e mettere davvero il cliente al centro.

Leave a Comment