I vincitori della quinta edizione del Premio letterario nazionale Amerigo delle “Quattro libertà” 2020

Mission del Premio letterario Amerigo è valorizzare le opere letterarie  la cui trama si ispiri alle Libertà fondamentali del convivere civile e della pace

Fra i premiati Nino Daniele e Vannino Chiti

Questi i vincitori  della quinta edizione del Premio letterario nazionale Amerigo delle “Quattro libertà” 2020: Vannino Chiti, Nino Daniele con Tano Grasso e Antonio Di Florio, Giorgio Chiarva ed Emilia d’Antuono con Vittoria Franco, Anna Scattigno e Franca Maria Alacevich. La cerimonia di premiazione si è svolta in modalità on line e nel rispetto delle normative Covid, dallo “Spazio Guida” di via Bisignano a Napoli con i soci di Amerigo collegati da tutta Italia.

L’edizione 2020 del riconoscimento è stata organizzata con il patrocinio del Consolato americano di Napoli per il Sud Italia in sinergia con i chapter di Napoli e di Firenze dell’associazione Amerigo. L’associazione nazionale ha la sua sede  presso l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia e riunisce gli alunni che hanno frequentato i programmi di scambi culturali promossi negli Stati Uniti dal Dipartimento di Stato Usa.

All’evento, coordinato dal vicepresidente nazionale di Amerigo Edoardo Imperiale e dal responsabile del Chapter Napoli Diego Guida, sono intervenuti fra gli altri il presidente dell’associazione Andrea Gumina, il segretario generale Massimo Cugusi, il coordinatore di Amerigo di Firenze Michele Ricceri e la funzionaria del Consolato americano di Napoli Shai Washington. Il ministro per gli Affari Europei Enzo Amendola, anch’egli socio Amerigo e fra i partecipanti ad un programma di scambio IVLP nel 2008, ha inviato un messaggio di saluto.

La mission del Premio letterario Amerigo è valorizzare le opere letterarie (saggi, romanzi, novelle ed altri scritti) la cui trama si ispiri alle Libertà fondamentali del convivere civile e della pace internazionale quali le Libertà di Parola e Opinione, Religione e culto, Libertà dal Bisogno e dalla Paura, citate dal Presidente Franklin Delano Roosevelt nel discorso sullo stato dell’Unione (noto come “discorso delle Quattro Libertà”) il 6 gennaio1941, e inserite nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, parte integrante della Carta Costitutiva delle Nazioni Unite.

A Vannino Chiti, già vicepresidente del Senato, è stato assegnato il Premio letterario Amerigo delle Quattro libertà per la sezione “Libertà di religione” per : “Le religioni e le sfide del futuro – per un’etica condivisa fondata sul dialogo”, edizioni Angelo Guerini & associati; a Nino Daniele (già vicepresidente della Regione Campania, sindaco di Ercolano e assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli) con Tano Grasso è andato il Premio “Libertà dalla paura” per “Ercolano, una storia antiracket”, Guida Editori. Il Premio “Libertà dal bisogno” è andato a “Il banchiere galantuomo – Amedeo Peter Giannini”, di Giorgio Chiarva, Francesco Brioschi Editore;  il premio “Libertà di opinione”, è andato a Emilia D’Antuono con Vittoria Franco, Anna Scattigno e Franca Maria Alacevich, con “Le parole della convivenza”, Castelvecchi editore Roma.

L’associazione Amerigo costituita  nel maggio 2007 su iniziativa di esperti del mondo accademico, imprenditoriale, giornalistico e politico-istituzionale italiano, si propone di favorire scambi di conoscenze ed esperienze personali e professionali maturate nel periodo di permanenza negli USA per la realizzazione di progetti comuni.

Il Premio è organizzato annualmente dalla sezione di Firenze di Amerigo, alternando ogni anno la partecipazione delle sezioni di Napoli, Milano e Roma

Harry di Prisco

Leave a Comment