Economia della Eurozona, la Germania traina la crescita del manifatturiero

Arrivano altri segnali di accelerazione da parte dell’economia della Eurozona. L’industria conferma la ripresa in corso, con la Germania che traina il settore manifatturiero.
I dati Pmi definitivi che sono stati resi noti oggi, confermano in maniera quasi precisa le stime della scorsa settimana. L’indice dei direttori agli acquisti nel settore manifatturiero sale a 53,7, in crescita rispetto al 51,7 di agosto. Si tratta dell’incremento maggiore degli ultimi due anni.

La fotografia dell’economia della Eurozona

eurozonaValori disomogeni arrivano invece dai singoli Paesi. La Germania realizza la performance migliore dell’Eurozona, con 56,4 punti. Malgrado il dato finale sia poco sotto le aspettative (56,6), è comunque un rialzo rispetto ai 52,2 di agosto. La seconda migliore performance è quella dell’Italia, dove l’incremento di settembre porta il manifatturiero a 53,2 punti. Si tratta del massimo da oltre due anni. Bene anche Francia e Austria, mentre Spagna e Grecia hanno dei rialzi contenuti.

Sottogruppi

La cosa importante è che tutti i tre principali sottogruppi di produzione hanno fatto registrare dei miglioramenti. Soprattutto beni intermedi e beni di investimento, che hanno avuto l’espansione più veloce degli ultimi due anni. Ma l’economia della Eurozona può festeggiare anche la crescita del sottogruppo dei beni di consumo.
Altra cosa incoraggiante è che l’ottimismo riguardo al futuro è salito non solo in Germania, ma anche in altri Paesi (Francia, Italia, Spagna e Austria).

Il rovescio della medaglia è l’aumento del tasso di disoccupazione, che nella economia della Eurozona sale al massimo di oltre 2 anni all’8,1% nell’agosto 2020.

I riflessi sul mercato valutario

I dati europei non scuotono più di tanto l’euro, che avanza ma in modo contenuto rispetto al dollaro, scambiando a 1,173. La coppia sta disegnando un pattern pennant analisi tecnica da monitorare con attenzione. Più che altro si fa sentire la debolezza del biglietto verde a causa della rinnovata fiducia sulle speranze di un pacchetto di aiuti fiscali in arrivo dal Congresso Usa.

Annotazione: prima di effettuare investimenti sul mercato, occorre individuare qual è il miglior sito forex trading, in relazione alle proprie specifiche esigenze.

Leave a Comment