I Limiti E Le Previsioni Normative Per Le Armi da Difesa Legali

Il problema di sicurezza nelle città italiane grandi o medie, è molto serio e va affrontato in maniera forte e decisa. Le persone spesso non si sentono al sicuro uscendo di casa e quindi, richiedono di avere con sé delle armi. Avere il porto d’armi però non è così facile come si potrebbe pensare e a dire il vero, anche la legge italiana è un po’ restia a dare alle persone la possibilità di portare con sé delle armi. Vi sono però delle armi da difesa legali tra cui è possibile scegliere che permettono di sentirsi più al sicuro e non richiedono di avere il porto d’armi. Tali armi da difesa legali, sono assolutamente preziose perché aiutano a sentirsi meglio ed inoltre, riescono anche a garantire uno stato di sicurezza maggiore. Vediamo quali sono e soprattutto, quali sono le caratteristiche di queste armi da difesa legali.

Armi Da Difesa Legali, Le Caratteristiche

Le armi da difesa legali, sono in Italia, soprattutto,  usate dall donne oppure da persone da corporatura esile. Tra quelle più diffuse vi è lo spray al peperoncino oppure il manganello. Nel caso del manganello usarlo è più difficile perché comunque richiede una forza fisica. Invece per quanto concerne lo spray al peperoncino, può essere utilizzato anche da ragazzi oppure da donne e non richiede a chi ha una corporatura esile. Per fare in modo però che lo spray al peperoncino rientri tra le armi da difesa legali, è opportuno che rispetti una serie di specifiche caratteristiche previste dalla normativa vigente. In particolare infatti, a partire dal Decreto 103 del 2011, che arriva dopo una segnalazione della Unione Europea in merito all’utilizzo di tali sostanze, è possibile capire quali sono i criteri con cui valutare se lo stress peperoncino rientra oppure no tra le armi di difesa legale. Infatti, affinché rispettino i requisiti previsti da lo spray al peperoncino deve avere degli specifici limiti e parametri.

I Parametri Dello Spray Al Peperoncino Per Rientrare Nelle Armi Da Difesa Legali

Per rientrare nelle armi da difesa legali, lo spray al peperoncino deve essere caratterizzato dalla presenza della capsaicina, ovvero la sostanza urticante che si trova nella pianta del peperoncino. Qualunque altro tipo di sostanza chimica urticante non renderebbe questa arma valida sotto tale aspetto. Inoltre, per rientrare tra le armi da difesa legali, lo spray al peperoncino deve anche avere una gittata massima di 3 m, la bomboletta non deve superare i 20 ml. È importante che la sostanza urticante non sia superiore al 2,5% e la bomboletta deve essere comprata nei negozi specializzati che possano garantire il rispetto di questi parametri. Un’altra cosa importante è che può essere utilizzato dalle forze dell’ordine da coloro che hanno più di 16 anni.

Armi Da Difesa Legali, Effetti e Composizione

Lo spray al peroncino rientra tra le armi da difesa legali e può essere considerato un modo per proteggere la propria sicurezza personale. Non deve essere mai e poi mai utilizzato come strumento di offesa. Provoca una forte irritazione a bocca, occhi e la lacrimazione. Tale spray immobilizza l’aggressore per circa 30 minuti in modo da dare alla vittima designata la possibilità di scappare. Può essere utilizzato anche sugli animali in caso di attacchi improvvisi. Bisogna però fare attenzione perché comunque potrebbe fare ovviamente delle conseguenze peggiori sui cani ad esempio rispetto invece alle persone. E’ importante è che quando si parla di armi da difesa legali vengono sempre utilizzato come uno strumento per garantire la propria incolumità e mai come un’arma di offesa. Questa è una delle condizioni di base per utilizzare tali strumenti per la difesa personale.

Leave a Comment