Come Fare Un Lascito Fatto Con Testamento, Le Novità

Molte persone prima di morire decidono di scrivere il proprio testamento. Nessuno vuole pensare alla propria morte però ci sono dei beni che devono essere dirottati nel modo in cui si ritiene più opportuno. L’unico modo per riuscirsi è un di specificare un lascito fatto con testamento. Questo tipo di atto è giuridico e quindi è vincolante rispetto alla destinazione dei beni dopo la morte. Chiunque voglia dare direttamente una svolta che ha compiuto 18 anni e dopo che si è deciso di specificare a chi devono andare i propri beni dopo la morte. È bene specificare chi ce l’ha e se lo ha fatto con testamento deve essere fatto in maniera corretta perché altrimenti si corre il rischio di avere delle impugnazioni da parte degli eredi.

Lascito Fatto Con Testamento, Come Farlo

Per procedere a unlascito fatto con testamento, bisogna compilare questo atto giuridico. Vi sono tre tipologie di testamenti differenti. Innanzitutto, vi è il testamento davanti al notaio. Può essere sia pubblico che privato. Il testamento davanti al notaio, pubblico viene fatto la presenza di testimoni che insieme alla persona interessata partecipano alla stesura dell’atto davanti al notaio che funge da pubblico ufficiale. Poi il lascito fatto sempre davanti al notaio ma privato. In questo caso solo la persona interessata insieme al notaio va a dare il documento e anche in questo caso però il valore giuridico sarà accertato proprio per la presenza del notaio. In più, vi è anche la possibilità di redarre il testamento olografo. Il testamento olografo è un testamento scritto di proprio pugno dal testatore che specifica tutte le sue volontà all’interno di questo documento facendo però attenzione a inserire la data, i dati anagrafici nonché il fatto di essere in pieno possesso delle sue capacità. Questo documento ha valore legale uguale agli altri fatti davanti al notaio. All’interno di questo documento si può effettuare il lascito fatto con testamento.

Lascito Fatto Con Testamento, A Chi Destinare I Propri Beni

Sentiamo spesso parlare del lascito fatto con testamento. In questo caso, si tratta di una donazione dei propri beni post mortem a determinati enti no profit, ONLUS e associazioni o realtà che operano nell’ambito del terzo settore. Un lascito fatto col testamento permette di fare un’azione benefica una volta arrivata la propria ora. Queste associazioni che lavorano nell’ambito del sociale, le ONLUS e gli enti no profit, molto spesso non hanno dei finanziamenti veri e propri se non quello del 5 x mille e queste donazioni chegli permettono di svolgere determinati progetti. Per decidere in merito al lascito fatto con testamento, bisogna informarsi su quello che si vuole lasciare e anche di questo tipologia di intervento. Fatta la scelta, bisogna redarre il documento e il gioco sarà fatto. È importante che documento venga scritto bene così da non incorrere in eventuali impugnazioni da parte dei propri eredi.

Lascito Fatto Con Testamento, Una Scelta Coraggiosa

L’idea di un lascito fatto con testamento è una scelta sicuramente coraggiosa. Le persone, molto spesso pensano che bisogna avere tanti soldi tante proprietà per procedere con il lascito fatto contestamento. In realtà non è così. Si può lasciare anche una piccola quota o un piccolo immobile ad una realtà che opera nel terzo settore, in modo tale da riuscire a dare una mano nel proprio piccolo a chi compie un ruolo importante per l’umanità. Non è un caso, infatti, che sono sempre di più coloro che procedono con il lascito fatto con testamento in tal modo, magari verso Onlus, verso altre associazioni solidali. È una scelta che indica anche una strada ed un forte segnale per i propri eredi.

Leave a Comment