Tutto Quello Che C’è Da Sapere Sul Linguaggio Dei Ciechi

Riuscire ad esprimersi anche che se si ha una menomazione di tipo sensoriale, a volte sembra difficile ma non impossibile. Infatti, gli sordociechi così come i non vedenti, finiscono per iniziare a isolarsi in un mondo fatto di silenzio e di buio.it ciechi che vogliono però comunicare col mondo hanno tantissimi metodi per riuscire a farlo punto infatti, i sistemi di comunicazione sono numerosi rientrano tra quelli più utilizzati Con lo scopo di andare ben oltre le parole e piuttosto acquisire una chiave per rendere più interessante il proprio mondo. La comunicazione per i ciechi è importantissima perché seppur difficile da raggiungere, rappresenta l’unico modo per riuscire a vivere entrando in contatto con gli altri. Il linguaggio dei ciechi dà la possibilità di conoscere il mondo superando la barriera di isolamento e iniziando per questo a migliorare la propria qualità di vita. Un adulto, così come un bambino, deve scegliere il linguaggio che dà una maggiore facilità di apprensione per lui. Vi sono diverse tipologie tra cui è possibile scegliere. Sono dei veri e propri codici.

I Codici Del Linguaggio Dei Ciechi

Tale linguaggio è un complesso di azioni e di regole che servono alle persone che hanno una menomazione sensoriale per interpretare il mondo nel linguaggio dei ciechi. Sono dei veri e propri codici linguistici che possono essere complesse o semplici a secondo sia dell’età ma anche della capacità residua della persona. Quando parliamo di linguaggio dei ciechi ci riferiamo il principale strumento di relazione con la persona sordocieca, nonché la percezione del mondo. Generalmente, chi è cieco può contare sull’ udito a meno che non sa anche un’innovazione di questo tipo. Quello che però è comune a tutti è l’utilizzo del tatto. Attraverso la mano è possibile leggere, vedere, ascoltare e stabilire una relazione con il mondo. I codici del linguaggio dei ciechi possono essere numerosi come quello Malossi, la Lis tattile, comunicazione gestuale, comunicazione concettuale, comunicazione comportamentale e comunicazione pittografica. Inoltre vi è la dattilologia, tadoma, stampatello su mano e Braille.

I Diversi Tipi Di Linguaggio Dei Ciechi

Vi sono diversi tipi di linguaggio dei ciechi tra cui scegliere come già accennato. Infatti il metodo Malossi è quello che viene utilizzato come strumento di comunicazione proprio come se fosse una macchina per scrivere. Ogni parte delle dita della mano corrisponde ad una lettera dell’alfabeto che pizzicata e toccata leggermente permette di comporre frasi e parole. Vi è anche nel linguaggio dei ciechi, la comunicazione gestuale. Chi riesce ad apprenderla prima è in grado di esprimere concetti e parole. Esistono sotto quest’aspetto, dei sistemi ben codificati come la Lis è la Lis tattile. Nel caso della Lis, ogni gesto richiamato ad un’azione mentre invece nel caso della Lis tattile, le persone possono leggere il segno con l’aiuto del tatto.

Altri Tipi Di Linguaggio Dei Ciechi

Vi sono altri tipi di linguaggio dei ciechi tra cui bisogna scegliere. Ad esempio, la comunicazione comportamentale. Si tratta di un tipo di comunicazione che permette di esprimere una forma impersonale di diffusione dei messaggi. La persona cieca e talvolta anche sorda, può mandare messaggi e farsi capire attraverso gesti spontanei, espressioni del viso e propri movimenti del corpo. Nel linguaggio dei ciechi rientra anche la comunicazioneoggettuale. Questo metodo è semplice e va a sfruttare il tatto. Attraverso le forme degli oggetti, c’è un corredo di oggetti che permette di far identificare quali sono desideri e bisogni del paziente. Inoltre, vi è la comunicazionepittografica che invece, si basa sul riconoscimento di immagini e viene usata da persone che hanno un piccolo residuo visivo. Con i cartoni disegnati quindi c’è uno scambio di informazioni. Infine, vi è la dattilologia con dei movimenti effettuati con le dita delle mani oppure stampatello su mano che invece consiste nel scrivere col dito ogni lettera sul palmo della mano di un’altra persona.

Leave a Comment