Carta Da Parati Vintage Per Migliorare Un Ambiente

Le idee per arredare il proprio spazio con una carta da parati è tornata di moda. infatti, la carta da parati è stata considerata come negativa. Adesso, meglio nel corso degli ultimi anni è diventata un punto di riferimento punto dopo essere stata considerata passato di moda adesso è tornata alla ribalta anche quella che rientra dalle carte da parati vintage. Vi sono alcune con trame tipiche degli anni 70, anni 50 e anni 60 nonché con delle trame specifiche. Un’altra cosa importante, è che talvolta, tali tipi di carte da parati vintage si rifanno allo stile di alcuni interior design oppure di specifiche riviste di arredo. Sembra facile andare ad arredare la casa con questo tipo di rivestimento murario. In realtà, bisogna avere in mente, in maniera precisa qual è il risultato finale che si vuole ottenere. infatti, la carta da pearati vintage richiede la necessità di applicare alcune regole fondamentali altrimenti, vi è il tipo il rischio di abusare dello stile e di creare una soluzione di arredo troppo pesante.

Carte Da Parati Vintage, Alcuni Consigli

In linea generale,, tutte le stanze di una casa o di un ufficio sono potenzialmente ideali per essere rivestite con la carta da parati. Questo vale anche per il bagno. La cosa importante però è scegliere innanzitutto i materiali migliori. Tra quelli maggiormente diffusi vi sono la carta da parati realizzata in fibra di cellulosa, quella realizzata in vinile oppure in tessuto non tessuto. Nelle ultime due soluzioni sono quelle più moderne che permettono anche di avere una soluzione lavabile, sicura, tossica e più duratura. Invece, la carta da parati in cellulosa seppure più economica e molto meno resistente, soprattutto all’umidità. Quando si vuole creare però uno specifico ambiente un po’ retrò, allora bisogna fare una scelta che abbia anche dei dettami artistici. Ecco perché molti optano per le carte da parati vintage. Si trattano di carte da parati legate al mondo stile Shabby, Country provenzale e in più, riescono a creare un ambiente completamente innovativo.

I Diversi Tipi Di Carte Da Parati Vintage

Vi sono diversi tipi di carte da parati vintage tra cui è possibile scegliere. Innanzitutto, ci sono quelle floreali. Si tratta di carta che vanno ad abbellire alcune pareti con tema floreale, che puoi chiamare la Primavera oppure delle stampe che ricordano molto lo stile inglese. Si usano i fiori grandi, piccoli, Jungle, stilizzati giapponesi. talvolta,, tra le carte da parati vintage rientrano anche quelle floreali con uno stile un po’ retrò, minimal, pop art o art nouveau.

Altri Temi Delle Carte Da Parati Vintage

Vi sono anche altri temi delle carte da parati vintage relative ad esempio, agli anni 70. In quel caso si parla di motivigeometrici, di carte da paratipercolorate, con lineeoptical e contatti pneumatici. Chi vuole uno stile particolarmente eccentrico, può puntare su questo tipo di soluzione. Un’altra cosa importante è anche che venga sempre abbinata del giusto arredamento, altrimenti si corrono dei rischi molto seri. Vi è anche una la possibilità di scegliere tra carte da parati vintageanni 60 che richiamano un po’ il fascino a tinta unita, con alcuni colori tipo bianco e blu o a pois. La cosa importante è abbinare nel mondo ideale i colori e soprattutto, fare attenzione ai pattern. Bisogna evitare di trascurare le proporzioni, non provvedere alla manutenzione in maniera diretta e soprattutto, fare sempre attenzione a dove sta tale carta. Le carte da parati vintage rappresenta un’ottima soluzione di arredo ma vanno usate in maniera corretta. Cosa aspettate? Si tratta di una soluzioneeconomica e molto creativa.

Leave a Comment