Condizionatore e climatizzatore: qual è la differenza?

Nel gergo comune utilizziamo le parole condizionatore e climatizzatore come se fossero sinonimi. Queste due parole, invece, indicano due tecnologie che si differenziano non poco l’una dall’altra. È importante conoscere la differenza per capire il prodotto che stiamo acquistando. Di seguito ti spiegheremo la differenza tra queste due tecnologie e ti forniremo alcuni consigli utili. Per ulteriori profondamenti e l’acquisto di un climatizzatore che fa per te consulta le recensioni del sito www.migliorideumidificatori.it

Cos’è e come funziona il condizionatore

Questo elettrodomestico permette di generare aria fredda o aia calda per raffreddare o riscaldare un ambiente. Questo processo avviene tramite l’immissione di aria da una ventola. Il condizionatore può essere regolato solo in base alla velocità per cui il suo funzionamento deriva dalla quantità di aria messa in circolo in una stanza. Nello specifico poi, esistono una serie di tipologie di condizionatori che non si distinguono solo tra aria calda/aria fredda, ma in base a specifiche tecniche che di seguito ti forniamo.

Condizionatore tradizionale: funziona con un compressore che comandiamo tramite un sistema on – off e che regoliamo con diversi livelli di velocità per l’immissione di aria. Questa tecnologia ha un costo basso ma consuma più energia.

Condizionatore a inverter: funziona sempre tramite compressore on – off ma la potenza erogata è variabile e graduale a seconda della temperatura dell’ambiente da raffreddare o riscaldare. Questa tecnologia, rispetto alla prima, ha un costo più elevato ma ha un consumo energetico più basso.

Condizionatori monosplit, dual split o multisplit: i primi possiedono una sola unità esterna e sono perfetti per i monolocali. Eseguire la manutenzione sul monosplit è più facile e veloce. I dual e i multisplit invece, hanno due o più unità esterne. Questo sistema ha un impatto visivo estetico maggiore perché le unità esterne possono essere molto ingombranti. La manutenzione è più artificiosa perché il guasto dell’unità esterna blocca il funzionamento di tutte quelle interne. Questo tipo di condizionatore ha un costo di installazione più basso e garantisce un notevole risparmio energetico negli ambienti con metrature più importanti.

Cos’è e come funziona il climatizzatore

In buona sostanza il climatizzatore ha le medesime finalità ma ha delle funzionalità aggiuntive rispetto al condizionatore. La differenza tra i due è che il climatizzatore può avere una regolazione della temperatura e, soprattutto, può deumidificare l’ambiente. Questa funzione è importantissima per combattere il caldo. Quando si toglie l’umidità in un ambiente, questa si rinfresca in maniera quasi naturale, senza spingere aria fredda al suo interno. La deumidificazione nel climatizzatore è quindi un’azione attiva e specifica, mentre nel condizionatore è semplicemente indotta ed è conseguenza dell’aria fredda messa in circolo. La scelta di questa tecnologia è quindi più adeguata soprattutto negli ambienti domestici dove le esigenze variano molto a seconda delle stagioni e in base alle preferenze di ogni componente della famiglia.

Caratteristiche e consigli

Quando ti accingi a scegliere un condizionatore o un climatizzatore devi sempre considerare alcuni aspetti importanti che guideranno il tuo acquisto.

La potenza: che tu acquisti un climatizzatore o un condizionatore devi considerare la potenza che deve avere. Generalmente la potenza è misurata in Btu/h o espressa in KW. Questo parametro dipende dal volume che devi rinfrescare/riscaldare, dall’esposizione della casa, da quante stanze vi sono. Quest’ultimo aspetto, ti aiuta anche a capire se scegliere un multisplit qualora tu fossi orientato per l’acquisto di un climatizzatore.

La silenziosità: dovendo convivere molte ore con questo elettrodomestico acceso, dovrai fare attenzione alla sua rumorosità. In generale, gli inverter sono più silenziosi rispetto a quelli tradizionali perché evitano il continuo on-off dell’unità interna.

L’efficienza energetica: il costo di climatizzatore o del condizionatore non è dato solo da quello finale dell’acquisto ma, anche e soprattutto, dai consumi sulla bolletta energetica. Ti consigliamo quindi di scegliere un elettrodomestico con una buona classificazione energetica per evitare sorprese. Molti dipenderà anche dall’utilizzo che ne farai. Ti ricordiamo, infatti, che l’escursione termica tra interno ed esterno influenza moltissimo i consumi, per questo è preferibile mantenere una certa costanza nelle temperature.

Leave a Comment