I Problemi E Le Difficoltà Che Vivono Coloro Che Sono Sordo Ciechi Dalla Nascita

I sordo ciechi dalla nascita devono affrontare la vita seguendo una serie di difficoltà. Infatti, sembrerebbe che sia difficile per loro riuscire a tenere sotto controllo questa situazione e soprattutto, a prendere e imparare a comunicare può essere un vero problema. Coloro che nascono già sordi e ciechi, hanno una condizione patologica dove c’è sia sordità che cecità in varie misure. Si tratta di persone che devono sperimentare i gravi problemi di mobilità e di comunicazione e questo vale soprattutto per coloro che già nascono con questa condizione patologica. I sordo ciechi dalla nascita possono però apprendere vari tipi di linguaggi comunicativi in modo tale da riuscire a non restare imprigionati all’interno della loro disabilità. Una persona cieca e sorda che ha perso la vista nel corso della sua vita, potrà utilizzare ad esempio il linguaggio dei segni modificato. Chi nasce però cieco e poi diventa sordo, sarà molto più propenso ai linguaggi tattili.

Sordo Ciechi Dalla Nascita, La Tutela Normativa

Coloro che sono sordo ciechi dalla nascita hanno una condizione patologica che combina questo tipo particolare di disabilità. Sotto quest’aspetto, la legge va tutelare tali persone. Infatti, con la legge 107 del 2010, si identifica questo tipo di disabilità come specifica unica e non è più semplicemente una sommatoria di due handicap. Ecco perché, le persone che hanno questo tipo di problema possono avere diversi aiuti e anche delle soluzioni per imparare a fare bene. Un bastone biancorosso ad esempio, gli può essere donato più facilmente ed inoltre, hanno anche dei contributi e dei sussidi statali oltre che un’assistenza migliore.

A Prendere Linguaggi Comunicativi Per I Sordo Ciechi Dalla Nascita

I sordo ciechi che dalla nascita possono avere difficoltà per prendere i linguaggi fin da piccoli. Chi Infatti nasce con questa disabilità, si potrebbe trovare nella condizione di non riuscire ad apprendere proprio perché non ha la possibilità né di sentire né di vedere. Questa situazione, può diventare talvolta problematica ma ciò non vuol dire che non è possibile imparare a parlare con il mondo e a rapportarsi con esso. Infatti, questa disabilità psicomotoria, può essere molto limitante ma non è sicuramente la fine della vita. Esistono, infatti numerose associazioni che si occupano di questi bambini con esigenze particolari. L’aiuto per ottenere istruzioni per epprendere il linguaggio viene fatto da diverse associazioni con tanti progetti. Le terapie per la sordocecità della nascita, sono utili soprattutto quando vengono fatte nell’età dell’infanzia. Chi nasce sordo cieco deve apprendere fin da subito altrimenti rischia di non riuscire più a farlo in futuro.

I Diversi Tipi Di Linguaggio Per I Sordomuti Ciechi Dalla Nascita

I sordo ciechi dalla nascita possono apprendere il linguaggio sia dei segni che quello tattile. Generalmente, si va a preferire quello tattile, perché è più facile da apprendere. Qualora la patologia crei problemi di stimolazione è possibile pensare come soluzione un linguaggio tattile. Questa soluzione è una di quelle maggiormente diffuse perché è un libretto dotato di figure in rilievo con un sistema per comunicare. Per insegnare ai bambini sordociechi come sviluppare questo senso fondamentale negli anni a venire. Inoltre, può anche essere utile fare ginnastica con la lingua e le labbra. Per questi bambini sordo ciechi dalla nascita la logopedia è una scienza fondamentale che deve essere sempre applicata. Bisogna allenare labbra e lingua con esercizi appositi, in modo tale che i bambini possano comunicare con gli altri a imparare anche a dire qualche parola. Questo sistema può essere anche adatto come gioco da propinare, in modo tale da riuscire a creare un sistema di comunicazione che possa essere valido.

Leave a Comment