Lampade o lampadari a sospensione?

Stanchi dei soliti lampadari da soffitto dalle linee classiche e a volte anche un po’ vecchie e noiose? Avete voglia di illuminare la vostra stanza, la vostra cucina o la vostra zona living dando allo stesso tempo un tocco di stile con il punto luce prescelto? Allora quello di cui avete bisogno è senza ombra di dubbio una lampada o un lampadario a sospensione. Cosa differenzia i lampadari dalle lampade a sospensione? Beh, è semplice. Se l’oggetto in questione presenta dei bracci a cui sono fissate le lampadine, allora si tratterà di un lampadario. Se invece non presenta bracci ma è rivestito di un paralume o presenta una singola lampadina allora siete proprio in presenza di una lampada.

Differenza tra lampade e lampadari

Molto spesso i due termini vengono erroneamente confusi e utilizzati per indicare lo stesso oggetto o una singola categoria di prodotti. Questo non è del tutto corretto, anche perché lampade e lampadari hanno alle spalle una storia completamente diversa.

Un metodo per ricordarsi facilmente la differenza fra queste due categorie di prodotti è pensare alla funzione che avevano in origine, prima che venisse inventata l’elettricità.

Il lampadario era la luce primaria all’interno di una stanza e quindi doveva illuminare efficacemente tutto l’ambiente. Per fare questo al termine di ogni suo braccio venina posizionata una candela, ecco perché le sue estremità sono solitamente rivolte verso l’alto, per non far colare la cera ed evitare che la fiamma potesse creare qualche danno o peggio appiccare il fuoco.

Le lampade invece sono state progettate per funzionare a olio ed essere dei dispositivi di illuminazione mobili. Per questo solitamente non vengono utilizzate per illuminare ambienti di grandi dimensioni o comunque rivestono il ruolo di fonti di luce secondarie.

I loro scopi iniziali hanno influenzato la progettazione della loro forma e ne hanno influito le linee anche una volta che l’elettricità ha reso inutili candele e olio.

Ora che sono chiare le differenze sarà certamente più facile trovare la giusta soluzione per l’ambiente che avete intenzione di illuminare.

Come fare la scelta giusta?

Scegliere cosa posizionare all’interno della stanza non è una scelta facile. Questo perché al contrario di quello che pensano in molti, le lampade e i lampadari sono parte integrante dell’ambiente in cui vengono posizionati e come tale devono sposarsi bene con i toni e lo stile dei completi di arredo che li circondano.

Oltre a rivestire un importante ruolo a livello pratico, sia le lampade che i lampadari hanno una loro funzione decorativa molto importante. Mentre i lampadari possono essere abbelliti o impreziositi da varie decorazioni sui bracci o da ornamenti aggiuntivi che ne alleggeriscono le forme, le lampade possono contare sulla presenza di paralumi in tessuto o di design che riescono a rendere unico ogni pezzo e ad adattarlo a qualsiasi esigenza. In ogni caso durante la scelta non bisogna lasciarsi guidare solamente dall’aspetto estetico, così come non si può fare affidamento solo sul piano pratico. Per non avere ripensamenti in seguito, sarebbe più opportuno cercare di trovare un compromesso fra questi due aspetti. In modo tale da non trovarsi con una lampada magnifica che però non illumina in modo adeguato tutto l’ambiente oppure, al contrario una lampada che riesce a valorizzare con la sua luce lo spazio che la circonda ma che fa  a pugni con l’estetica di insieme.

Leave a Comment