Debito Sud Africa, per adesso Moody’s evita il tanto temuto downgrade

Il Sud Africa può tirare un sospiro di sollievo, anche se il downgrade del suo debito potrebbe essere solo rinviato. L’agenzia di rating Moody’s ha deciso per il momento di non declassare i titoli sudafricani, dando modo anche al Rand di tirarsi un po’ su.

Moody’s e il debito del Sudafrica

debito sudafrica

C’era molta attesa per i mercati – in special modo per chi opera sugli emergenti – per la decisione di Moody’s riguardo al debito del paese africano. Il timore molto forte e giustificato era quello che ci sarebbe stato un declassamento, che avrebbe portato i titoli al livello di “junk”, ovvero spazzatura. Alla base dei timori ci sono le recenti revisioni sulle prospettive di crescita del paese, che sono state abbassate allo 0,5% per quest’anno. Il debito pubblico dovrebbe varcare la soglia del 70% entro il 2023, mentre il deficit di bilancio è ora visto in media del 6,2% nei prossimi tre anni. Il quadro era quindi assai fosco, tale da giustificare un certo pessimismo riguardo alla decisione di Moody’s.

E invece il temuto downgrade imminente e totale non c’è stato. La nota agenzia statunitense ha però deciso di lasciare il rating di “Baa3”, il gradino più basso dell’investment grade. Tuttavia ha corretto le prospettive da “stabile” a “negativo”, rimarcando che c’è stato un continuo deterioramento della crescita economica del paese nonché del suo debito pubblico. Quest’ultimo, è bene ricordarlo, è in buona parte in mano agli stranieri.

La reazione dei mercati

La notizia ha per adesso congelato la situazione, dando un po’ di slancio al rand sudafricano. Su qualsiasi migliore piattaforma trading gratis si può infatti vedere che la valuta infatti ha recuperato le perdite accusate in precedenza contro il Dollaro e l’euro, guadagnando terreno anche rispetto alla maggior parte dei rivali lunedì.

Analisi tecnica: una delle configurazioni più interessanti da studiare è la figura cuneo trading wedge, che tutti i trader dovrebbero conoscere

Rischio soltanto rinviato

Attenzione però a cantare vittoria troppo presto. Moody’s ha infatti ribadito che il governo sudafricano deve produrre una “strategia fiscale credibile”, che metta un freno al continuo aumento del debito nazionale. Soltanto così si potrà evitare il declassamento, che potrebbe arrivare già nel febbraio 2020.

Leave a Comment