KIABI SENTE CON IL CUORE: Con Sourdline nessuna barriera alla comunicazione

KIABI conferma nuovamente il suo impegno per una moda solidale e rispettosa, che mette al centro il cliente senza differenze.

Al piano di sviluppo per un brand 100% sostenibile, che prevede il raggiungimento della missione entro il 2030, si aggiunge l’impegno sociale siglato con SOURDLINE, una start-up che da 15 anni si impegna nell’aiutare e supportare i non udenti.

Il brand francese di moda a piccoli prezzi ha così inaugurato un servizio gratuito di assistenza per tutti i clienti non udenti, i quali, attraverso una chat o una webcam, si possono mettere in contatto con il personale specializzato in grado di parlare la lingua dei segni. In questo modo anche i non udenti sono in grado con un semplice click, di fare un ordine online o risolvere un problema tecnico legato agli acquisti.

Con questa partnership, KIABI vuole affiancare i giovani e le realtà aziendali più emergenti affermandosi ulteriormente come uno dei principali attori nelle dinamiche solidali e di impegno sociale, prendendo parte ad iniziative che trascendono dal core business del puro prodotto aziendale; l’obiettivo è quello di avvicinarsi a tematiche più ampie e maggiormente vicine alle esigenze della clientela. Il brand francese si unisce a SOURDLINE condividendone i valori di centralità della persona e di inclusione delle diversità, offrendo un servizio non conosciuto nel panorama italiano.

Questo progetto sociale sostenuto da KIABI, rientra nella strategia di Corporate Social Responsability dell’azienda, dimostrando ancora una volta il suo impegno in attività non solo sostenibili ma anche etiche. Un’azienda che vive a tutto tondo per i clienti, con i clienti.

KIABI vuole ricordare che l’uguaglianza vive nelle diversità e di questa si alimenta.

La lingua è una cornice organizzativa del pensiero: che sia parlata, ascoltata, fatta di segni o di parole, non importa. Il fulcro è comunicare quello che viene da dentro. Questa è la vera lingua universale.

SOURDLINE in pillole:

Sourdline è un’azienda nata nel 2004 come start-up a Parigi che offre la possibilità ai non udenti di accedere a un servizio gratuito di assistenza clienti attraverso webcam o chat. Attraverso questa piattaforma, i non udenti riescono ad esempio a fare un ordine online o risolvere un problema tecnico, godendo di tutte le necessità di un ampio servizio cliente.
L’azienda dispone di un team di professionisti, composto da persone sorde e udenti, completamente impegnate e immerse in un ambiente bilingue.
Grazie alla notorietà e all’esperienza accumulata negli anni, nel 2008 diventa leader nella relazione coi clienti sordi, vantando nel proprio portfolio.

KIABI in pillole:

KIABI fondato nel 1978 nel nord della Francia, sta rivoluzionando il prêt-à-porter lanciando un concetto di moda a basso costo per tutte le famiglie. Con una rete di oltre 514 negozi in tutto il mondo, KIABI ha un fatturato di 1,9 miliardi di euro (2018) e una crescita del 2,1%. Il brand offre collezioni disegnate in Francia da un team di 56 stilisti interni e vanta ha più di 10.000 Kiabers di 60 nazionalità in tutto il mondo.

Press Office

STUDIO FANFANI

Ph +39 02 20241750

e-mail: studio@elisabettafanfani.com

Leave a Comment