Bagno: come scegliere la luce giusta

Il bagno si sa è una delle stanze più importanti della casa. Chi non vorrebbe poter tornare a casa e dedicarsi un bel bagno rilassante dopo una dura giornata di lavoro? Il bagno poi è il posto dove ci si prepara per gli appuntamenti più importanti, dove si controlla di mettere il trucco in modo perfetto fin nel più piccolo dettaglio o dove si controlla che il nodo della cravatta sia perfetto per un colloquio di lavoro in cui si vuole fare una bella prima impressione. La luce in questi casi gioca un ruolo fondamentale. Per questo motivo scegliere la giusta luce e la giusta forma del lampadario in bagno è importante.  Ecco alcuni consigli che potrebbero essere utili nel scegliere la giusta illuminazione per far risaltare il vostro bagno e godervi appieno i vostri attimi di puro benessere.

Disposizione luce artificiale in bagno

 

Prendiamo come primo esempio il caso in cui il bagno non affacci su un ambiente esterno e che quindi sia completamente privo di finestre e possa essere illuminato solamente dalla luce artificiale. Un consiglio per evitare l’effetto “luce da ospedale” potrebbe essere quello di posizionare una piccola finestrella con il vetro zigrinato sopra la porta in modo da avere almeno una fonte di luce alternativa.

Per quanto riguarda la luce sarebbe meglio suddividerla in luce principale per l’illuminazione generale della stanza e luci secondarie, magari con dei piccoli faretti da bagno per poter concentrare la luce dove serve e solamente nei momenti in cui questa si rivela essere davvero utile. Un’idea potrebbe essere quella di posizionare un piccolo faretto sopra la vasca da bagno o sopra la doccia con una luce calda, non solo per avere più luce ma anche per creare la giusta atmosfera in momenti speciali.

Nel caso in cui il vostro bagno fosse in possesso di finestre che danno all’esterno la sistemazione dei punti luce sarà molto più semplice. Anche in questo caso avere più fonti di luce da poter accendere separatamente è consigliato. Per esempio sarebbe ideale avere una luce sopra la finestra che sostituisca la luce naturale da poter accendere durante le ore buie della notte.

Un must che non deve mai mancare sono dei punti luce sullo specchio del bagno, in quanto avere una luce che ci illumini completamente il viso può rivelarsi utile in numerose situazioni.

Lampada: lo stile del bagno deve essere armonioso

 

Passiamo ora a parlare della tipologia di lampadario da poter installare in bagno, da posizionare nella parte centrale del soffitto in modo che distribuisca in modo equo tutta la sua luce all’interno del bagno oppure da posizionare in angoli precisi della stanza grazie alle lampade a terra che se scelte del giusto design faranno sembrare il vostro bagno non solo ideale per i vostri momenti di pace e relax ma anche una stanza della casa molto elegante.

I due principali stili fra cui scegliere il vostro lampadario da bagno o la vostra lampada a terra sono quello classico e quello moderno. La scelta di optare per uno o per l’altro è puramente personale ma bisogna ricordare che sebbene la lampada posizionata sul soffitto sia lontana da tutto il resto dei mobili è comunque parte dell’arredamento e contribuisce a creare l’ambiente della stanza. Per questo motivo al momento della scelta è bene tenere in mente il tono dell’ambiente per non correre il rischio di aprire la scatola in bagno e rendersi conto che la lampada in quell’ambiente è come un pesce fuor d’acqua.

Leave a Comment