Roberto Casula: le attività all’interno del Gruppo Eni

Dopo aver conseguito la laurea in Ingegneria Mineraria e mossi i primi passi in Agip, ricopre attualmente un importante incarico dirigenziale all’interno di Eni: la carriera di Roberto Casula.

Roberto Casula

Roberto Casula, le prime esperienze professionali

Roberto Casula nasce a Cagliari nel 1962. Dopo aver terminato gli studi superiori, discute la tesi presso la Facoltà di Ingegneria Mineraria dell’Università della città nel 1988. Poco dopo la laurea, trova lavoro nel comparto petrolifero presso Agip S.p.A., dove è assunto fino al 1991 come Reservoir Engineer (ingegnere di giacimento). Tale ruolo lo vede inizialmente coinvolto nelle prove di produzione e nell’acquisizione dati sui pozzi. In seguito, sarà invece concentrato sui lavori di reservoir modelling, ovvero di supervisione della modellizzazione numerica del comportamento dinamico dei giacimenti di idrocarburi. Nel 1992 si sposta presso gli uffici della società controllata Agip Angola Ltd a Luanda, città capitale dell’omonima nazione dell’Africa Centro-Occidentale. In tale veste ha come compito principale la gestione delle operazioni di mantenimento e sviluppo. Nel 1997 Roberto Casula torna in Italia, presso la sede Eni di San Donato Milanese, dove riveste l’incarico di Development and Production Coordinator. In quanto tale è responsabile del coordinamento dei lavori di business e operativi all’interno dei Paesi nelle aree dell’Africa occidentale e centro-asiatiche.

Gli incarichi recenti di Roberto Casula

Nel 2000 Roberto Casula cambia di nuovo incarico in Eni, con un ulteriore avanzamento di carriera. All’inizio è Responsabile dei Servizi Tecnici di progetto in Iran, poi Dirigente e Project Director delle fasi 4 e 5 del progetto Giant South Pars Gas. Dovendo effettuare frequenti sopralluoghi di progetto, si trasferisce a vivere a Teheran, capitale iraniana. Ritornato per un breve periodo in Italia nel 2004, si sposta di nuovo a Tripoli, capitale libica. Qui è dapprima inquadrato come Managing Director per il Nord Africa e successivamente come Senior Vice President della Regione Sub-Sahariana. La seconda posizione è decisiva per lo sviluppo professionale di Roberto Casula: in questa veste infatti dal 2011 guida Eni verso la firma di importanti accordi commerciali in svariati stati africani. Stima e fiducia da parte del Gruppo che si concretizzano nel luglio 2014, quando diviene Chief Development Operations & Technology Officer. Infatti, tale ruolo comporta per il manager la possibilità di interfacciarsi direttamente con l’AD di Eni per ciò che concerne le attività tecniche, operative, di progetto e di R&D.

Leave a Comment