Agricoltura USA in ginocchio: tutta colpa della guerra dei dazi di Trump

Washington e Pechino si fanno la guerra a colpi di dazi, e chi ci va di mezzo è l’agricoltura a stelle e strisce. Nonostante gli aiuti massicci messi in campo dal presidente USA, la situazione per i coltivatori americani è drasticamente peggiorata dallo scoppio della battaglia tariffaria.

La crisi dell’agricoltura USA

agricoltura usaDopo i dazi di Trump, Pechino ha risposto fermando l’import agroalimentare dagli USA, ben sapendo che proprio tra i coltivatori si annida lo zoccolo duro dei sostenitori di Trump. Malgrado i massicci aiuti e sostegni finanziari (spesa complessiva di ben 28 miliardi di dollari), la crisi del settore è scoppiata e poi progressivamente peggiorata e l’inasprimento della guerra commerciale potrebbe essere un vero e proprio bagno di sangue per l’intero comparto. Anche perché Pechino non ha mantenuto la promessa di acquistare grandi volumi di prodotti agricoli statunitensi, e anzi ha promesso nuove tariffe. Come se non bastasse, il 5 agosto ha lasciato che la sua valuta per la prima volta in oltre un decennio scendesse sotto il livello chiave di 7 renminbi per dollaro, come si può vedere su qualsiasi miglior sito trading Forex.

Danni della guerra dei dazi

Gli effetti della guerra commerciale sull’agricoltura sono terribili. In due anni sono stati persi ricavi per 17,3 miliardi di euro, con le esportazioni verso la Cina che si sono più che dimezzate. Sono passate infatti da 19,5 miliardi di dollari a 9,1 miliardi di dollari. In special modo è stato colpito l’export di soia, mais, grano e latticini. Secondo il presidente della American Farm Bureau Federation, migliaia di agricoltori e allevatori stanno già lottando per sopravvivere e sono prossimi al failure swing.

Chi ne sta beneficiando è il Brasile, diventato primo destinatario della richiesta cinese di prodotti agroalimentari. Ma la domanda cinese sta sondando altri mercati e presto gli effetti sugli USA si sentiranno in modo ancora più forte. Beffa atroce, a pesare sull’andamento del settore è anche la straordinaria produttività dell’agricoltura Usa e di altri Paesi: cinque anni consecutivi di raccolti eccezionali hanno provocato un eccesso di offerta, deprimendo i prezzi dei raccolti e mandando in crisi finanziaria molte imprese agricole.

Leave a Comment