Donazione Del 5 per 1000, Ecco Come Si Fa E Come Scegliere A Chi Destinare I Fondi

Quando parliamo del 5 per mille ci riferiamo ad una quota dell’imposta Irpef, Imposta sulle persone fisiche, che lo Stato fa ripartire in modo tale da riuscire a dare un sostegno diretto ad enti che svolgono attività rilevanti da un punto di vista sociale. Tra queste rientrano enti no profit, enti di ricerca scientifica, università, scuole, comuni, associazioni di volontariato, onlus, enti di promozione sociale e territoriale. Ogni contribuente va a dare il 5 per mille delle proprie imposte in maniera proporzionale per sostenere determinate attività. Il contribuente per questo dovrà scegliere qual è lente di riferimento e andare a sostenerlo in maniera diretta attraverso i fondi che vengono dalle proprie imposte. Questo contributo è disciplinato dal 2006 della legge finanziaria di riferimento. Nel corso del tempo è cambiato, il 5 x mille, arricchendosi e dando la possibilità a sempre più enti di ricevere dei fondi in maniera diretta dai contribuenti.

Il Profilo Normativo Del 5 Per 1000

Il 5 per mille è una forma di finanziamento che il cittadino riesce a garantire ad organizzazioni no profit, istituti di ricerca, università, enti di ricerca sanitaria o scientifica. Non è come una donazione, in quanto in realtà si tratta di un contributo obbligatorio che arriva direttamente nelle casse di queste realtà che sono senza scopo di lucro. Lo Stato riesce in questo modo anche a garantire una spesa per il terzo settore dando però la possibilità al contribuente di scegliere in modo diretto chi sovvenzionare. È una nuova forma di finanziamento del terzo settore che riesce a garantire il principio di sussidiarietà fiscale. Il 5 per mille dal contribuente una maggiore sovranità rispetto a quella che è la scelta e la decisione a cui destinare una parte della ricchezza con cui il cittadino va a contribuire all’arricchimento della spesa delle casse pubbliche. Grazie a questa a forma di sovranità, è il singolo contribuente potrà trovare un elenco dei beneficiari del 5 per mille direttamente sul sito dell’agenzia delle entrate, trovare quello che possa essere più vicino alle proprie convinzioni e alle proprie preferenze in modo tale da riuscire a scegliere l’ambito di appartenenza.

Il 5 Per 1000, Ecco Quali Sono Gli Enti Di Riferimento

È possibile destinare il 5 per mille una serie di enti di riferimento che possono essere scoperti direttamente visualizzando quello che è l’elenco dei beneficiari che è possibile trovare sul sito istituzionale dell’Agenzia delle entrate. Solitamente si parla di enti ed istituti di ricerca, università, associazioni di promozione sociale, associazioni di volontariato, enti no profit, onlus, associazione di promozione sociale e territoriale. Nel corso degli anni sono state diverse le aggiunte e i cambiamenti in merito a quelli che sono gli enti beneficiari. In generale, uno dei punti di vista più complessi avuto a che fare con la scelta o no di inserire anche i comuni nell’elenco dei beneficiari. Ad oggi è possibile dare il proprio 5 per mille al comune di residenza in modo tale da poter sovvenzionare la spesa per i servizi sociali. La cosa importante e vincolante rispetto a quello che è il contributo del 5 per mille sta proprio nell’occasione che al cittadino di poter investire parte della propria ricchezza sociale per sovvenzionare il terzo settore. Secondo il principio di sussidiarietà fiscale, il cittadino potrà scegliere in maniera diretta qual è l’ente di riferimento e quindi c’è già il vantaggio di poter andare a determinare un sostegno per quella determinata realtà. Scegliete per questo il progetto che è più vicino alle vostre convinzioni ed ideologie, in modo tale da poter aiutare quella associazione oppure Onlus in un’attività di promozione socialmente rilevante.

Leave a Comment