Vendere sul web: le campagne social che costituiscono il valore aggiunto al tuo brand

 

Senti che al tuo business manca qualcosa per differenziarsi davvero dalla concorrenza ed elevarsi a un livello superiore? Non capisci perché nonostante tutti i tuoi sforzi esso non dia i frutti sperati? Non ho la sfera di cristallo e quindi neanche la risposta “giusta”, per così dire. Tuttavia, posso ipotizzare che ci siano delle falle in un’area aziendale importante ma che spesso viene trascurata, ovvero quella della comunicazione. Perché succede questo, e in particolare in Italia? La spiegazione non è chiarissima. Sono da notare, tuttavia, due fatti fondamentali, sintomatici della sottovalutazione tutta italiana dell’area della comunicazione per lo sviluppo e la crescita di un business. Punto numero uno. Gli studi di comunicazione sono stati inaugurati negli Stati Uniti negli anni Trenta, mentre sono arrivati tardissimo in Italia. Questo è il motivo per cui la pubblicità statunitense, e non solo quella, è anni luce avanti a quella italiana. Punto numero due, legato al primo. Il primo corso universitario centrato sulla comunicazione arriva in Italia solo nel 1992 dalla visione illuminata di un gruppo di docenti. Ecco perché quando si parla di campagne social e simili molti imprenditori italiani cadono ancora dal pero.

Cosa sono effettivamante le campagne social

Carosello non ha avuto solo risvolti positivi, ahimè. Ha anche ritardato il progresso dal punto di vista dello sviluppo delle campagne pubblicitarie italiane. Tornando al punto centrale della questione, è un fatto acclarato che una buona parte degli imprenditori italiani fa fatica ad adattarsi al cambiamento, o comunque tende a sottovalutare l’importanza di una comunicazione esterna curata nei minimi particolari. Come rimediare a tutto ciò? Non è aprendo un profilo facebook aziendale e scrivendo qualcosa ogni tanto che si fanno le campagne social. Un professionista del settore muore ogni volta che ha la mala sorte di sentire queste affermazioni. Le campagne social – con il termine campagne social si intendono naturalmente campagne pubblicitarie mirate da realizzare sui social media come Facebook e Instagram – hanno inizio di solito con la stesura di un piano editoriale pensato sugli obiettivi della campagna e quindi del cliente. Sono definiti gli argomenti da trattare, la frequenza con cui verrano proposti i topic scelti, il tono di voce dei vari post e la scelta dei contenuti multimediali. Il piano editoriale è seguito dalla creazione dei contenuti, quindi dalla loro pubblicazione.

Campagne social: solo uno spicchio delle attività di digital marketing

La comunicazione esterna di un brand non è solo fatta di campagne social. Esse ne coprono una parte importante ma non sono tutto, e soprattutto non sei tu imprenditore ad avere le competenze per fare questo tipo di scelte. Ecco perché dovresti rivolgerti a un’agenzia di web marketing qualificata che possa seguire tutto il percorso, step dopo step e in maniera continua. Non solo non ne hai le competenze, ma probabilmente non hai neanche molto tempo da dedicare alle campagne social e via discorrendo. Perché allora rischiare di mandare tutto a rotoli e non affidarsi a una seria agenzia di web marketing? Solo un consulente di web marketing è in grado di aiutarti veramente. Se ci tieni davvero a far fare un salto di qualità alla tua attivita devi far fare SEO e digital marketing a chi ne è veramante in grado. Come accennavo prima, non ci sono soltanto le campagne social per raccontare una marca. C’è la SEO e il vasto spettro delle attività che possono essere classificate con l’etichetta di “digital marketing”. Queste hanno l’obiettivo generale di rendere il tuo messaggio di marca visibile agli utenti potenzialmente interessati alla tua offerta, da convertire poi in clienti. Fai la mossa giusta e rivolgiti a un’agenzia di web marketing. Non te ne pentirai.

Leave a Comment