Zago e Modena, la scultura a Bovolone nella Grande Guerra

L’idea di occuparsi, nell’ambito della Mostra a Bovolone (Verona) sul centenario della Prima Guerra Mondiale, anche della monumentalistica dedicata ai Caduti parte da un presupposto: Bovolone ha dato i natali a due dei protagonisti di quella stagione della scultura italiana: Francesco Modena e Egisto Zago (oltre che allo zio di quest’ultimo, Armando Zago, che non vi ha partecipato direttamente in quanto trasferitosi in Brasile nel 1912).

Una tale concentrazione di scultori di valore, che hanno portato la loro arte anche al di fuori dei confini veronesi fino alla prima metà del ‘900, è un fatto quasi unico nella provincia veronese, e riteniamo vada ricordato e valorizzato, anche per tenere viva la memoria su artisti significativi ma ormai purtroppo dimenticati dai più.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione fra il Centro Studi e Ricerche della Pianura Veronese e l’Associazione Culturale Mario Salazzari di Verona, che già da tempo sta lavorando per il recupero, lo studio e la valorizzazione della scultura veronese di ‘800 e ‘900 con pubblicazioni, organizzazione di conferenze e siti dedicati al tema.La conferenza è volta a far conoscere ed approfondire le figure di Zago e Modena, con un inquadramento generale sul fenomeno della monumentalistica dedicata ai Caduti, che ha visto sorgere statue, are, lapidi e obelischi in tutta Italia, in ogni città, paese, quartiere e contrada.

Sarà inoltre presentata la pubblicazione a cura dell’Associazione Culturale Mario Salazzari “Eroi e Antieroi – La scultura a Verona nell’epoca della Grande Guerra”, dedicata ai temi esposti nella conferenza, con importanti capitoli dedicati agli scultori natii di Bovolone.

Relatrici nella conferenza saranno le storiche dell’arte, dottoresse Camilla Bertoni e Gabriella Bologna, autrici, nel libro sopracitato, rispettivamente dei capitoli su Egisto Zago e Francesco Modena.

Per maggiori informazioni potete visitare la pagina Facebook: https://www.facebook.com/SculturaVR/.

Per sapere come raggiungere facilmente il luogo della Mostra con Google Maps potete cliccare sul seguente link: https://bit.ly/2CE5YBw.

L’entrata per il pubblico è libera.

Fonte: https://www.facebook.com/SculturaVR/

 

Leave a Comment