Il linguaggio gestuale come principale mezzo di comunicazione

Il linguaggio gestuale permette alle persone pluriminorate psicosensoriali di poter comunicare e quindi di socializzare con le altre persone. Infatti la presenza di deficit visivi molto gravi e anche la cecità completa non presentano  un ostacolo insormontabile nell’apprendimento. Si possono  collegare molti gesti compiuti quotidianamente a delle azioni specifiche e così l’apprendimento sarà molto più facile e semplice. Per lo sviluppo del linguaggio gestuale si prende la gestualità spontanea del bambino fin dalla sua nascita e soprattutto bisogna tenere in considerazione tutte le possibili soluzioni che lo gratifichino nel corso della sua infanzia.

                   Diversi Metodi per il Linguaggio Gestuale

Il linguaggio lo si apprende naturalmente perché  è innato nell’uomo e, cosa più importante, va di pari passo con la comunicazione: infatti questo binomio è fondamentale per parlare con le altre persone, per farsi capire e socializzare, dunque la comunicazione è fondamentale per abbattere dei possibili muri tra noi e le altre persone dovuti magari a differenze caratteriali. Conoscere il mondo e superare la barriera di isolamento in cui si trova è fondamentale per tutte quelle persone che fanno del linguaggio gestuale il principale mezzo di comunicazione. Infatti troppo spesso succede che queste persone siano giudicate asociali quando in realtà la colpa non è loro e semplicemente non hanno i  giusti mezzi per comunicare con le altre persone. I sistemi usati principalmente per comunicare sono quelli tattili e si tratta di codici sia semplici che complessi, il cui uso varia a seconda dell’età e delle capacità possedute dalla singola persona. Uno dei metodi più usati è il Malossi in cui viene utilizzata la mano come strumento di comunicazione come se fosse una macchina da scrivere e ad ogni parte di essa corrisponde una lettera dell’alfabeto che permette di comporre parole o frasi se toccata; è utilizzato principalmente da chi sapeva leggere e scrivere prima di diventare sordocieco. Un altro metodo molto usato è Il Lis tattile, la lingua italiana dei segni, che permette di esprimere parole o frasi mediante i movimenti delle mani, delle dita e dall’espressione del viso. Chi è nato sordo  e poi è diventato cieco ha integrato tutto col tatto sfruttando la Lis tattile e potendo quindi toccare le mani dell’altra persona per avvertire le sue emozioni.

                         L’Importanza del Linguaggio Gestuale

Chiunque fa del linguaggio gestuale il principale metodo di comunicazione ha dei problemi di interazione all’inizio ma che possono essere superati molto facilmente. Per  abbattere questo muro sono stati brevettati molti metodi che permettono a questa persona di vivere meglio con se stessa e soprattutto di poter entrare più facilmente nella società, molto complicata, di oggi; infatti esistono molti pregiudizi che alla fine non rispecchiano mai la realtà.  Esistono inoltre molte iniziative grazie alle quali queste persone possono migliorare e soprattutto sentire la vicinanza e le coccole di cui hanno bisogno. Infine esistono supermercati o altri posti dove viene offerto lavoro a queste persone per farle sentire come tutte le altre e permettergli di avere un stipendio fisso e far parte della società a tutti gli effetti.