Assegnati a Milano i premi della 52esima edizione di Oscar di Bilancio Ferpi: premio promosso e gestito da Ferpi – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Ferpi continua il lavoro associativo a sostegno di una cultura professionale di eccellenza nella rendicontazione finanziaria, ispirata dalla condivisione di best practice e di standard internazionali di qualità.

Oscar di Bilancio Ferpi è lo storico concorso, promosso e organizzato da Ferpi e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, che da oltre cinquant’anni premia le imprese che eccellono nelle attività di rendicontazione finanziaria e nella cura del rapporto con gli stakeholder. Il Premio rappresenta  in Italia un  sicuro punto di riferimento per le comunità professionali del settore economico-finanziario e della comunicazione con i mercati.

Come rilevato dal  presidente  Ferpi Pier Donato Vercellone, qualità ed eccellenza di comunicazione presenti  nei bilanci delle organizzazioni partecipanti, in particolare di finalisti e vincitori della edizione  2016,  confermano la efficacia   del lavoro sviluppato nel tempo dall’Associazione  per mantenere Oscar di Bilancio Ferpi come punto di riferimento  autorevole  e di prestigio per la business community italiana.

Quest’anno  l’Oscar di Bilancio Ferpi – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana premia quattro diverse categorie. 

I vincitori della  52esima edizione – selezionati dalla Giuria presieduta da Andrea Sironi, presidente di Borsa Italiana con la vicepresidenza di Angelo Tantazzi presidente di Prometeia – sono: Crédit Agricole Italia per la categoria Imprese bancarie, finanziarie e assicurative, Erg  nelle Grandi imprese, Gts Holding  nella sezione Piccole e medie imprese, Fondazione Allianz Umanamente  per il settore Fondazioni e Organizzazioni No-profit erogative e non erogative.

Pierre Debordeaux, cfo Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, sottolinea la importanza del riconoscimento per il lavoro fatto nell’intento di garantire agli shareholder e stakeholder la massima trasparenza nella comunicazione e un’accountability adeguata alle best practice internazionali.

Edoardo Garrone, presidente Erg, ricorda la trasformazione   vissuta  dalla sua impresa che  è diventata il primo operatore eolico in Italia:  il che ha portato  alla pubblicazione del rapporto di sostenibilità per la prima volta proprio nel 2016. Il bilancio consolidato, infatti, è stato pubblicato contestualmente al rapporto di sostenibilità. Una scelta  scaturita dalla volontà di fornire un quadro esaustivo e trasparente di quanto realizzato dal gruppo.

Alessio Muciaccia, amministratore delegato di  Gts Holding – gruppo attivo   nell’ambito dei trasporti intermodali nazionali e internazionali  che ha fatto della sostenibilità un proprio punto di forza – rileva il  forte valore assegnato alla trasparenza  nel  documento presentato e premiato. L’Annual Integrated Report intende essere non soltanto espressione numerica del  compendio aziendale, ma  sintesi efficace dei valori e della  storia del gruppo. 

Alla completezza della informazione  si ispira anche il bilancio vincitore per il settore no-profit. Maurizio Devescovi, presidente della Fondazione Allianz Umanamente e direttore generale di Allianz Italia,  nota come il bilancio di missione voglia esporre con completezza e trasparenza l’impegno quotidiano della Fondazione  nell’ideare, selezionare e supportare interventi indirizzati a sostenere lo sviluppo umano e a rafforzare autonomia e responsabilità di persone che  appartengono alle fasce più deboli della società. 

Replicabilità, coinvolgimento di una pluralità di soggetti e  sostenibilità economica sono i criteri che guidano l’attività in una  ottica di valorizzazione di tutti gli stakeholder coinvolti.  Particolare  è la soddisfazione del gruppo di  lavoro per il riconoscimento dell’impegno posto nella misurazione dell’impatto sociale delle  iniziative intraprese.

La importanza della comunicazione, della trasparenza e della credibilità delle imprese: una sorta di faro che illumina  e ispira rotte sicure per chi lavora con impegno a favore della diffusione della cultura nel mercato, sottolinea Pier Donato Vercellone, presidente Ferpi,  che osserva  come lo sforzo intrapreso   per  un ulteriore miglioramento della iniziativa comporta la volontà di proporre per la prossima edizione del Premio novità che rendano la iniziativa ancor più attrattiva, propositiva e ricca di contenuti di valore per il mercato di riferimento. 

di Teresella Consonni