Norma Picciotto partecipa alla sezione Il Ricordo attraverso la Fotografia della mostra collettiva RICORDI FUTURI

25 Gennaio – 29 Maggio 2016

Asti – Palazzo Mazzetti

 A cura di Ermanno Tedeschi

La mostra è promossa dalla Fondazione Palazzo Mazzetti e dalla Città di Asti, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e con la collaborazione di Banca CRAsti, con il Patrocinio della Regione Piemonte e della Provincia di Asti.

Il curatore Ermanno Tedeschi spiega che, all’indomani dell’attacco a Parigi lo scorso 13 novembre, l’intento dell’esposizione “è quello di raccontare come il presente, che stiamo vivendo, sia già futuro e che questo presente/ futuro debba essere anche la linea guida di insegnamento per richiamare i ricordi, perché gli errori e gli orrori del passato non si ripetano cercando in qualche modo di comprenderli.”

La mostra comprende diversi ambiti della vita umana e discipline.

 

Norma Picciotto, artista proveniente dal fotogiornalismo d’azione e inchiesta, ha realizzato opere in cui simboli della storia e dell’arte antica e contemporanea giacciono su un tappeto di foglie secche e bianche come se fossero tombe della nostra cultura.

Le opere esposte sono: 13 novembre 2015, a indicare come il mondo sia in lutto: l’ignoranza e il fanatismo sono la morte, la cultura e la memoria sono la vita”; e Memoria 2, per ricordare come “viviamo una guerra di civiltà in cui la cultura è il primo bersaglio delle forze oscurantiste e retrograde che vogliono far tornare l’intero occidente a retrive e remote epoche. Ammazzare e decapitare gli uomini ha lo stesso impatto che ammazzare e decapitare i simboli della storia e della cultura dell’umanità. Assistiamo atterriti al tentativo di distruzione della nostra storia e della nostra cultura perché essi sono l’essenza stessa dell’uomo e della sua civilizzazione.”

Norma Picciotto è nata a Milano, dove vive e lavora. Negli anni ’70 fonda insieme a Giancarlo De Bellis , l’Agenzia De Bellis: una tra le più note agenzie fotogiornalistiche che realizzava foto di cronaca per i principali giornali italiani. Giornalista pubblicista dall’età di 20 anni, Norma documenta la storia complessa di Milano fino ai ’90.

In seguito ottiene la rappresentanza in Italia di alcune tra le più importanti agenzie fotografiche europee e americane, tra cui l’Agence France Press Photo, la più avanzata in campo tecnologico, con la quale importa dai primi anni ’90 fotografie d’attualità da tutto il mondo in formato digitale.

Dal 2000, decide di dedicarsi alla fotografia artistica e crea opere in digitale che rappresentano il suo mondo interiore e i legami con le sue radici. Si appassiona all’elaborazione digitale delle immagini di cui esperimenta e approfondisce le potenzialità espressive e nelle sue opere fonde in un’unica immagine vari scatti ripresi in luoghi e in tempi diversi, che plasmano un nuovo mondo visivo, spirituale e di sogno.

Dal 2011 Le sue foto vengono regolarmente esposte in gallerie e Istituzioni pubbliche di vari paesi tra cui Milano, Ferrara, Venezia, Colonia, Parigi, Tel Aviv, New York. Dal 2014 è Membro effettivo della “European Academy of Sciences, Arts and Literature”

 

La mostra personale Riproducetevi e moltiplicatevi è stata esposta nel Padiglione Israele in occasione di Expo 2015.

Orari: da martedì a domenica10,30-18,30 (fino al 28 febbraio); 9.30-19.30 (dal 1 marzo)

Apertura straordinaria lunedì 25 gennaio

Per info: info@palazzomazzetti.it

 

www.normapicciotto.com

norma.picciotto@gmail.com