Daniela Panebianco espone le sue creazioni in occasione di Spoleto Arte

Resterà in allestimento fino al 27 agosto 2015 la mostra di “Spoleto Arte” prolungata a grande richiesta e allestita all’interno del Palazzo Leti Sansi nel centro di Spoleto, tra via Arco di Druso e Piazza del Mercato. L’evento è curato dal Prof. Vittorio Sgarbi e organizzato dal manager della cultura Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte. Nel selezionato gruppo di artisti partecipanti all’iniziativa, rientra la pittrice Daniela Panebianco.

Nativa di Napoli e di formazione artistica da autodidatta, la Panebianco si inserisce nel comparto dell’informale geometrico e predilige la tecnica ad olio e quella mista. I soggetti principali, che ispirano la sua pittura, sono le elaborazioni astratte, con elementi e componenti figurativi e l’astrattismo informale.

Su di lei viene commentato: “La sua arte è dinamicità estetica, movimento fisso, inequivocabile paradosso, tenerezza e rigore, sontuosità e richiamo, nobile sfida. La Panebianco riallaccia l’estetica ai relativi significati, traendo dall’energia il giusto vigore, affinchè la ragione agisca e fecondi il percorso creativo. Lo stimolo parte dall’idea di tradurre il pensiero mediante la forma e la forma sorge libera e variegata sulla linea trainante, che assilla e indica i settori da produrre. I colori esaltano lo stile e i globi e i simboli, tratti dalla forza cosmica, navigano nell’oceano della conoscenza, della quale sorgono gli slanci e le meditazioni in continue fasi sovrapposte“.