A Spoleto Arte l’esposizione pittorica del contemporaneo Alessandro Maio

Si è inaugurata con grande successo la mostra di “Spoleto Arte” a cura di Vittorio Sgarbi, che raduna un gruppo selezionato di noti esponenti dell’arte contemporanea, tra cui il pittore Alessandro Maio. L’esposizione è stata prolungata fino al 27 agosto 2015 ed è allestita presso il secolare Palazzo Leti Sansi, tra via Arco di Druso e Piazza del Mercato, a Spoleto. L’organizzatore dell’evento è il manager della cultura Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte.

Sull’arte pittorica di Maio è stato commentato dalla storica e filosofa Felicia Lo Cicero: “La contemporaneità gestuale di Maio, separandosi dalla materia come sostanza indifferenziata, si ricongiunge a essa nel riflesso delle idee, nella molteplicità spaziale e temporale dei corpi sensibili. Nel culmine di un’ascesa, di una visione tranquillamente attesa, l’arte sembra guidarlo all’intellegibile, attraverso forme concretamente intuibili, che s’innalzano come doppio metafisico della realtà. Nella passione di un corpo, che rivendica silenzi paralleli, le opere di Maio arrestano circoli in atto concentrici e intersecanti“.

E ancora viene spiegato dalla Lo Cicero: “In una miscela coloristica illusoria, l’originaria trasparenza delle cose si manifesta come parola cosmica, concetto mobile di polarità energetica. I mondi compositivi di Maio dispiegano incessanti un dialogo tra gli uomini e gli elementi: meccanica sovrumana di forze d’avvenire“.