“Spoleto Arte” : Anna Galanga espone in mostra la sua pittura classica figurativa

In occasione della grande mostra di “Spoleto Arte” curata da Vittorio Sgarbi, sarà possibile visionare l’arte pittorica di matrice classica figurativa di Anna Galanga. L’iniziativa è stata prolungata a grande richiesta fino al 27 agosto 2015, allestita presso il Palazzo Leti Sansi, situato tra via Arco di Druso e Piazza del Mercato a Spoleto. La gestione organizzativa è del manager della cultura Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte.

La Galanga, che è scenografa e docente d’arte, vive e lavora a Tirano (SO). Trascorre 15 anni di studi artistici tra Milano, Parigi e Atene. Prende la maturità in arti grafiche europee e si forma all’accademia di Brera, in un ambiente particolarmente stimolante. Si laurea con lode in Storia dell’arte e consegue il diploma di pittura. Prosegue la formazione frequentando i corsi di scenografia e di scultura. Al centro Pompidou, durante una conferenza stampa, ha il privilegio di conoscere Salvador Dalì, che con le sue sublimi opere le indicherà il futuro percorso artistico, il “mito consolatore”, nel quale la norma della bellezza ideale aveva ispirato la concezione della vita e del mondo.

Partecipa ad importanti mostre collettive e realizza esposizioni personali in Italia e all’estero. Seguono i primi riconoscimenti nazionali e internazionali. Inizia un percorso pittorico individuale, convertendo in essenze figurative la sua forza vitale e di insegnamento. Lontana dalla confusione visiva e dal tumulto senza forma, che ferisce la sua sensibilità di persona incline agli ideali estetici, oppone una cultura desiderosa di umanesimo e di interiorità.