I Padiglioni di Arte Communications alla 52° Biennale d’Arte Contemporanea di Venezia

Anche quest’anno Arte Communications, attiva nella promozione e diffusione dell’arte contemporanea, collabora con la Biennale di Venezia. In occasione della 52° edizione della Biennale d’arte,  Arte Communications offre un vasto programma espositivo di seguito riportato.
 
Padiglioni Nazionali

GEORGIA
SEDE: Arsenale, Calle della Tana, Castello 2126/A – 30122 Venezia
ANTEPRIMA PER LA STAMPA: 6-7-8-9 giugno 2007 Orario: 10.00 – 20.00 (chiuso il martedì)
CONFERENZA STAMPA: 9 giugno alle ore 11.00, Teatro Piccolo – Arsenale
INAUGURAZIONE: 9 giungo ore 12.00
ORGANIZZAZIONE: Ministry of Culture, Monument Protection and Sport of Georgia – www.georgianseason.ge
COMMISSARI: Paolo De Grandis, Manana Muskhelishvili, Zviad Mchedlishvili
CURATORI: Nino Tchogoshvili, Tamar Lortkifanidze
ARTISTI: Sophia Tabatadze; Tamara  Kvesitadze
COORDINATORE A VENEZIA: Arte Communications –  www.artecommunications.com
ARTISTI: Eteri Chkadua, Tamara Kvesitadze con Paata Sanaia e Zura Gugulashvili, Sophia Tabatadze
 Il padiglione della Georgia alla 52ma Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia presenta progetti e opere estremamente diversi non soltanto per il gusto artistico e la visione del mondo che caratterizzano i vari artisti esposti, ma anche per la serie di mezzi e supporti moderni e tradizionaliutilizzati nelle loro esecuzioni. L’arte della Georgia, paese al confine tra Europa e Asia, all’incrocio tra le culture occidentali e orientali, si è sempre contraddistinta per la sua diversità e originalità, profondamente radicata nelle tradizioni locali e intrisa, in distinti momenti, di stili e movimenti stranieri in particolare quelli europeo occidentale, bizantino, orientale, avanguardistico e social-realistico.
Gli artisti contemporanei rispondono in maniera assai diversa ai complessi processi sociali, politici e culturali in atto nel paese e le opere presentate alla mostra rispecchiano dunque solo in parte i processi creativi che caratterizzano l’arte georgiana contemporanea.
 

LETTONIA
CONFERENZA STAMPA: GIOVEDì 7 GIUGNO 2007 ALLE ORE 15.00, TEATRO PICCOLO – ARSENALE
INAUGURAZIONE: GIOVEDì 7 GIUGNO 2007 ALLE ORE 17.00
ANTEPRIMA PER LA STAMPA: 6-7-8-9 giugno 2007 / Orario: 10.00 – 20.00
APERTURA AL PUBBLICO: 10 giugno – 21 novembre 2007 / Orario: 10.00 – 18.00 (chiuso il lunedì)
SEDE: Scoletta di San Giovanni Battista e del SS. Sacramento Campo Bandiera e Moro,
Castello 3790 Venezia
ORGANIZZAZIONE:Pareizā Kīmija, Latvia / www.kimija.iv
CO-ORGANIZZAZIONE: Arte Communications / www.artecommunications.com
SPONSORS: Ministry of Culture of the Republic of Latvia, Culture Capital Foundation of Latvia
COMMISSARIO: Ieva Kulakova
COMMISSARI AGGIUNTI: Gundega Tihi, Paivi Tirkkonen
ARTISTA: Gints Gabrāns
In occasione della 52. Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia 2007,  il Padiglione Lettone sarà collocato presso la Scoletta di San Giovanni Battista e del SS. Sacramento in Campo Bandiera e Moro nel sestiere di Castello a Venezia.
L’artista Gints Gabrāns parte dalla storica tradizione di Venezia nella produzione dello specchio di cristallo per creare una liaison tra il suo lavoro e la città, sviluppando una riflessione tra arte, scienza ed esoterismo.
L’opera di Gabrāns può essere descritta come la concretizzazione dell’impossibile. A questo fine, fenomeni miracolosi vengono appositamente realizzati, così attraverso l’uso di effetti speciali si rende possibile camminare attraverso i muri, sparire, levitare e muoversi in un’altra dimensione spaziale. L’intento dell’artista è ampliare la consapevolezza dello spettatore e prepararlo a ricevere il messaggio dell’invisibilità. In questo senso lo spettatore diviene parte attiva del processo artistico, che induce alla presa di coscienza della presenza e percezione di se stessi.
 

PORTOGALLO
SEDE: Fondaco Marcello,  San Marco 3415 (Calle dei Garzoni) 30124 Venezia 
ANTEPRIMA PER LA STAMPA:10 giugno – 21 novembre 2007 Orario: 10.00 – 18.00
CONFERENZA STAMPA: giovedì 7 giugno ore 16.00, presso Arsenale, Calle della Tana 2168/B, 30122 Venezia
APERTURA AL PUBBLICO: 10 Giugno 2007 – 21 Novembre 2007 ; 10.00-18.00 (chiuso il lunedì)
INAUGURAZIONE: venerdì 8giugno ore 18.00
ORGANIZZAZIONE: Ministero della cultura portoghese – Istituto delle arti  www.iartes.pt/veneza2007
COMMISSARIO: Adelaide Tchen
CURATORE: Jürgen Bock
ARTISTA: Ângela Ferreira
SPONSORS: The Institute of Arts of the Portuguese Ministry of Culture
 Alla 52. Esposizione internazionale d’arte della Biennale di Venezia la rappresentanza ufficiale del Portogallo, organizzata e prodotta dall’Istituto delle arti, a cura di Jürgen Bock, sarà affidata ad Ângela Ferreira, le cui opere potranno essere apprezzate a Venezia dopo quelle di Helena Almeida (2005), Pedro Cabrita Reis (2003), João Penalva (2001), Jorge Molder (1999) e Julião Sarmento (1997). Ângela Ferreira (nata a Maputo nel 1958) espone regolarmente le sue opere dal 1990. Ispirandosi a temi politici, l’artista analizza l’uso delle teorie, in particolare quelle della storia dell’arte, nonché il loro rapporto con l’arte contemporanea e l’effetto che su di essa producono, spingendo il potenziale comunicativo intrinseco dell’arte a confrontarsi con argomenti complessi.
La mostra portoghese sarà allestita al Fondaco Marcello, sede di alto profilo sulle rive del Canal Grande, tra i ponti dell’Accademia e di Rialto, che, in virtù di un contratto di locazione stipulato con lo Stato portoghese, ospiterà peraltro anche le esposizioni portoghesi in occasione della Biennale di architettura 2008 e della Biennale di arti visive 2009.
 

—————————————————————————————————————————-
 
Eventi collaterali    
 
 ADI DA SAMRAJ
TRASCENDENTAL REALISM
SEDE: Palazzo Bollani, Castello 3647- 30122 Venezia
CONFERENZA STAMPA: Sabato 9 Giugno at 10.30, Teatro Piccolo – Arsenale calle della Tana 2168/B
INAUGAURAZIONE: cocktail con performance Sabato 9 Giugno 17.00
APERTURA AL PUBBLICO: 10 Giugno 2007 – 21 Novembre 2007 ; 10.00-18.00 (chiuso il lunedì)
CURATORE:  prof. Achille Bonito Oliva,        
CO-CURATORE: Peter Frank
COMMISSARIO: Stuart Mather Gibson
COMMISSARI AGGIUNTI: Paolo De Grandis
CO-ORGANIZZAZIONE: The Colours of Freedom Foundation
CORDIANTORE A VENEZIA: Arte Communications – www.artecommunications.com
ISTITUZIONE PROMOTRICE: The Colours of Freedom Foundation – www.coloursoffreedom.com  Pacific Art and Theatre Project – www.ecstaticproject.org
 

La mostra curata da Achille Bonito Oliva presenta i lavori di Adi Da Samaraj, artista e leader spirituale. Per gran parte degli ultimi dieci anni, il guru, newyorchese di nascita, ora residente nelle Fiji, ha esplorato nuove forme di tecnologia digitale per produrre complesse e sofisticate immagini che incarnano i suoi insegnamenti religiosi e filosofici. Il suo “Realismo Trascendentale” è una coinvolgente rassegna di figure enormi, colorate con audacia e strutturate vigorosamente. 
Adi Da Samraj ha fondato un nuovo uso della geometria, come campo prolifico di una ragione irregolare che ama sviluppare asimmetricamente i propri principi, adottando la  sorpresa e l’emozione. Ma questi due elementi non sono contraddittori col principio progettuale, semmai lo rafforzano mediante un impiego pragmatico e non preventivo della geometria descrittiva. Non a caso l’artista passa continuamente dalla bidimensionalità del progetto all’esecuzione tridimensionale della forma, dal bianco e nero dell’idea all’articolazione policromatica.
 

CAOS PROJECT
SEDE: Sala Badoer – Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, San Polo 2454 – 30125 Venezia
INAUGURAZIONE:  Giovedì 7 giugno ore 18.00
CONFERENZA STAMAPA: Giovedì 7 ore 12 ore; Arsenale, Calle della Tana 2168/B, 30122 Venezia
ANTEPRIMAPER LA STAMPA: 6-7-8-9 giugno 2007 ; Orario: 10.00 – 20.00
APERTURA AL PUBBLICO: 10 Giugno 2007 – 21 Novembre 2007 ; 10.00-18.00 (chiuso il lunedì)
ORGANIZZAZIONE: Arte Communications – www.artecommunications.com
COMMISSARIO: Carlotta Scarpa
CURATORE: Paolo De Grandis
LISTA ARTISTI: Alba Amoruso, Stefano Fioresi, Massimo Franchi e Giuseppe Linardi
 Quattro artisti, quattro modi espressivi, quattro mondi di ragione e sensibilità. Ed uno storico spazio espositivo ricco di suggestioni. “CAOS project”, a cura di Paolo De Grandis ed organizzata da Arte Communications, è la connessione di elementi eterogenei, analisi a più voci sulla realtà contemporanea, a partire da una percezione comune e da una comune esperienza. 
Un progetto artistico è in fondo, per dirla con Picasso, “una bugia che ci aiuta a riconoscere la verità”. “CAOS Project” è volontà di scoprirsi ancora capaci di calarsi nella realtà, assorbendo il caos non solo come mero elemento di rappresentazione, ma come metodo di ideazione e produzione di nuovi percorsi, come modello di interpretazione, come punto da cui provare a sviluppare un’idea non arbitraria del mondo, compiuta, universale.

Quattro artisti, quattro modi espressivi, quattro mondi di ragione e sensibilità. Ed uno storico spazio espositivo ricco di suggestioni. “CAOS project”, a cura di Paolo De Grandis ed organizzata da Arte Communications, è la connessione di elementi eterogenei, analisi a più voci sulla realtà contemporanea, a partire da una percezione comune e da una comune esperienza. Un progetto artistico è in fondo, per dirla con Picasso, “una bugia che ci aiuta a riconoscere la verità”. “CAOS Project” è volontà di scoprirsi ancora capaci di calarsi nella realtà, assorbendo il caos non solo come mero elemento di rappresentazione, ma come metodo di ideazione e produzione di nuovi percorsi, come modello di interpretazione, come punto da cui provare a sviluppare un’idea non arbitraria del mondo, compiuta, universale.
 LI CHEN
ENERGY OF EMPTINESS
SEDE: Telecom Future center San Marco 4826 San Salvador 30124 Venezia
APERTURA AL PUBBLICO: 10 Giugno – 21 Novembre 2007 – 10.00 – 18.00 (chiuso il lunedì)
CONFERENZA STAMPA: venerdì 8 giugno ore 10.0 0, Arsenale Calle della Tana 2168/B, 30122 Venezia
INAUGURAZIONE:  Venerdì 8 giungo ore 12.30 presso il Telecom Futur center
ANTEPRIMA PER LA STAMPA: 6-7-8-9 giugno 2007 – Orario: 10.00  – 20.00
COMMISSARIO: Jiunshyan Lee
ORGANIZZATORE: Kaohsiung Museum of Fine Arts, Taiwan – http://www.kmfa.gov.tw
CO-ORGANIZZATORE: Arte Communications – http://www.artecommunications.com/
PATROCINIO: Asia Art Center Co., Ltd – http://www.asiaartcenter.org/
CURATORE: Paolo De Grandis
 In “the energy of emptiness”, Li Chen presenta una serie di enormi sculture da esterno. I suoi lavori si legano al Buddismo e alla filosofia del Tao,  dottrine studiate dall’artista per la sua costante volontà di analisi sulla verità aldilà del mondo materiale. Li Chen affronta le tematiche del vuoto e della sostanza traducendole in scultura. I suoi lavori sono in bilico tra leggerezza e pesantezza alla ricerca di equilibrio tra spiritualità e energia materiale.
 

In “the energy of emptiness”, Li Chen presenta una serie di enormi sculture da esterno. I suoi lavori si legano al Buddismo e alla filosofia del Tao,  dottrine studiate dall’artista per la sua costante volontà di analisi sulla verità aldilà del mondo materiale. Li Chen affronta le tematiche del vuoto e della sostanza traducendole in scultura. I suoi lavori sono in bilico tra leggerezza e pesantezza alla ricerca di equilibrio tra spiritualità e energia materiale. MACAO 
Palace
INAUGURAZIONE: giovedì 7giugno ore 16.00
CONFERENZA STAMPA: Giovedì Teatro Piccolo – Arsenale ore 15.00
ANTEPRIMA STAMPA: 6-7-8-9 giugno 2007 orario: 10.00– 20.00
APERTURA AL PUBBLICO: 10 giugno – 21 Novembre 2007 orario: 10.00– 18.00 (chiuso il martedì)
SEDE: Infopoint Arte Communications – Riva S. Biagio, Castello 2145, 30122 Venice
ORGANIZAZIONE: Civic and Municipal Affairs Bureau of Macao, Macao Museum of Art 
CO-ORGANIZAZZIONE: Arte Communications, Venice
COMMISSARIO: UNG Vai Meng
CURATORE: NG Fong Chao
ARTISTI:  LUI Chak Keong & LUI Chak Hong, Konstantin Bessmertny
Per presentare l’arte di Macao al mondo e promuovere la creazione artistica a livello locale, il Museo d’arte di Macao, con il patrocinio del Dipartimento degli affari civici e municipali di Macao, sta guidando un gruppo di artisti di Macao in vista della sua partecipazione alla 52. Esposizione d’arte internazionale La Biennale di Venezia.
Con la mostra intitolata “Place”, il Museo d’arte di Macao ha chiamato in causa il pubblico e ha ricevuto 42 opere d’arte create da 34 artisti/ gruppi.

LEE U-FAN
RESONANCE
sede: Palazzo Palumbo Fossati – San Marco 2597, 30124 Venezia
inaugurazione: venerdì 8 giugno alle ore 17.00 presso la sede espositiva
CONFERENZA STAMPA: venerdì 8 giugno ore 17.00; presso Arsenale, Celle della Tana 2168/B
anteprima per la stampa: 6-7-8-9 giugno 2007 Orario: 10.00 – 20.00 (chiuso il lunedì)
organizzazione: Fondazione Mudima – www.mudima.net
coordinamento: Arte Communications – www.artecommunications.com
curatore: Prof. Achille Bonito Oliva
commissari: Gino Di Maggio, Paolo De Grandis
Lee Ufan, artista coreano fondatore del gruppo Mono–Ha, vive in Giappone ma in realtà è un nomade che ha saputo coniugare il linguaggio delle avanguardie occidentali e la cultura di quelle orientali. Aggirando il ready made del cartesiano Duchamp ed il taglio del barocco Fontana, Lee Ufan sostituisce al principio di rappresentazione quello di presentificazione, in un percorso che corre dagli anni Sessanta, sculture e installazioni, alle “Corrispondenze” degli anni Novanta, fino alle pitture di oggi.
TAIWAN
 ATOPIA
CONFERENZA STAMPA: venerdì 8 giugno 2007 alle ore 11.30, Teatro Piccolo – Arsenale 2168/B
INAUGURAZIONE: venerdì 8 giugno 2007 alle ore 18.00, Palazzo delle Prigioni
ANTEPRIMA PER LA STAMPA: 6-7-8-9 giugno 2007 Orario: 10.00 – 20.00
APERTURA AL PUBBLICO: 10 giugno – 21 novembre 2007 Orario: 10.00 – 18.00
SEDE: Palazzo delle Prigioni, Castello 4209, (San Marco), Venezia
(Fermata vaporetto: S. Zaccaria, vicino Palazzo Ducale)
ORGANIZZAZIONE: Taipei Fine Arts Museum di Taiwan
CURATORE: Hongjohn LIN
ARTISTI: Ming-liang TSAI (1957), Huang-chen TANG (1958), Kuo Min LEE (1969), Shih-chieh HUANG (1975) e VIVA (1975)
COMMISSARIO: Tsai-lang Huang
COMMISSARIO AGGIUNTO: Paolo De Grandis
CURATORE CAPO: Fang-wei Chang
COORDINATORE: Arte Communications, Venezia
Il Taipei Fine Arts Museum è lieto di annunciare la mostra “Atopia”, a cura di Hongjohn Lin, alla 52. Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia alla quale parteciperanno cinque artisti, esponenti di diverse discipline: Ming-liang TSAI, Huang-chen TANG, Guo-min LEE, Shih-chieh HUANG e VIVA. Hongjohn Lin è artista e curatore indipendente, attualmente professore associato della Facoltà di Belle Arti della National Taiwan University of Arts.
Atopia, presenta un “non luogo” come metafora spaziale per chiarire la logica politico-culturale della globalizzazione. Nella condizione del tutto eccezionale di Taiwan, l’individualismo può solo manifestarsi contro la realtà quotidiana per agire in nome di altri nomi. Partecipano gli artisti Ming-liang TSAI, Huang-chen TANG, Kuo Min LEE, Shih-chieh HUANG e VIVA.
HONG KONG
STAR FAIRY
CONFERENZA STAMPA: venerdì 8 giugno 10.30, Arsenale Calle della Tana, 2168/B, 30122 Venezia
INAUGURAZIONE: venerdì 8  Giugno 2007, ore 12.00
ANTEPRIMA PER LA STAMPA: 6-7-8-9 giugno 2007 Orario: 9.00 – 20.00
APERTURA AL PUBBLICO: 10 giugno – 21 novembre 2007 Orario: 10.00 – 18.00(chiuso il martedì)
SEDE: Arsenale, Campo della Tana, Castello 2126, Venezia 30122
ORGANIZZAZIONE: Hong Kong Arts Development Council  www.hkadc.org.hk / www.venicebiennale.h
CURATORE: Norman Ford
ARTISTI: Hiram To; Amy Cheung; Map Office (Laurent Gutierrez and Valérie Portefaix)
COMMISSARIO: Ma Fung Kwok
COMMISSARI AGGIUNTI: Peter K. K. Wong; Lee Kam Yin
COORDINATORE: Arte Communications, Venezia www.artecommunications.com
Il progetto, curato da un veterano delle arti qual è Norman Ford, intende porre interrogativi sulla maniera in cui Hong Kong si propone al mondo. Come spiega lo stesso curatore, le città creano ed utilizzano strategie di rappresentazione per promuovere una specifica identità, indotte in tal senso essenzialmente da un esercizio di tipo promozionale volto a generare introiti, ma anche contenuti pregnanti. È una legittimazione dell’intervento del mondo reale nel contesto culturale di una città, che influisce soprattutto sul modo in cui quella cultura è prodotta, confezionata ed infine consumata (ossia percepita) a livello internazionale. Su questo processo si appunta la critica di “Star Fairy” ed è questo processo, attraverso il quale una città ricerca la fama sfruttando intenzionalmente le varie strategie attuabili per rappresentare sé stessa, che le opere mettono in discussione.
THE FIRST ROMA PAVILLION
PARADISE LOST
INAUGURAZIONE: giovedì 7 giugno ore 18.00
VERNISSAGE: 6-7-8-9 giugno 2007 Orario di apertura: 10.00 – 20.00
APERTURA AL PUBBLICO: 10 giugno – 21 novembre 2007 Orario di apertura: 10.00 – 18.00 (chiuso il martedì)
CONFERENZA STAMPA: orario da definire   presso Arsenale 2168/B, 30122 Venezia
INAUGURAZIONE: giovedì 7 giugno ore 18.00
SEDE: Palazzo Pisani (S. Marina), Calle delle Erbe, Cannaregio 6103
ORGANIZZATORI: Roma Cultural Participation Project, Arts and Culture Network Program, Open Society Institute–Budapest
CURATORE: Tímea Junghaus
COMMISSARIO: da definire
COMITATO SCIENTIFICO: Viktor Misiano, storico dell’arte, curatore e critico internazionale (I – RU)
Thomas Acton, professore di studi rom, Università di Greenwich (GB)
Barnabás Bencsik, curatore, direttore di ACAX | Agenzia per lo scambio di arte contemporanea (H)
Dragan Klaic – studioso, analista culturale e scrittore nel campo della politica culturale europea (NL)
Marketta Seppala – direttore della Fondazione Frame, commissario del padiglione nordico 2007 (FI)
Katalin Székely, storico dell’arte, critico d’arte (H)
CON IL CONTRIBUTO DI: Fondazione culturale europea, Allianz Kulturstiftung
ARTISTI: Daniel Baker (GB), Tibor Balogh (H), Mihaela Ionela Cimpeanu (RO), Gabi Jimenez (F), András Kállai (H – BG), Damian Le Bas (GB), Delaine Le Bas (GB), Kiba Lumberg (FI), Omara (H), Marian Petre (RO), Nihad Nino Pušija (BO – D), Jenő André Raatzsch (H – D), Dusan Ristic (SRB – USA), István Szentandrássy (H)
ORGANIZZAZIONI SOSTENITRICI: Fondazione culturale europea, Allianz Kulturstiftung
confidando nella possibilità di diffondere le informazioni comunicate, ringrazio per la cortese attenzione e porgo i miei più cordiali saluti.
 
Alcuni orari possono subire dei cambiamenti, nel qual caso provvederemo ad inviare le variazioni.
Giuditta Crovato
Press Office Arte Communications
via P. Orseolo II, n 16
30126 Lido Venezia
Tel: +39 041 5264646
Fax + 39 041 2769056
E-mail: pressoffice@artecommunications.com
 

Leave a Comment