Le carte in Italia: perché i giochi tradizionali continuano a resistere

Mentre l’Italia attraversa l’era indiscussa del poker e del burraco, alcuni giochi continuano a resistere eroicamente, del tutto indifferenti ai successi riscossi dai loro rivali d’oltreoceano.

I giochi sono quelli tipici della tradizione delle carte italiane: la scopa, il sette e mezzo, ma soprattutto la briscola ed il tressette. Sono questi ultimi, infatti, a conservare inalterato il proprio fascino, mostrando come nella botte vecchia ci sia sempre, inequivocabilmente, del buon vino.

Briscola e tressette resistono per una semplice ragione: sono divertenti. Nella loro disarmante semplicità, sono così versatili da potersi persino trasformare in raffinati giochi di strategia.
Il tutto, ovviamente, dipende da come vengono affrontati: persino i bambini conoscono le regole di questi due giochi di carte, ma i giocatori professionisti non disdegnano affatto tornei a briscola o a tressette.

Per vincere occorrono memoria, spirito d’osservazione e capacità di bluff, e non è da tutti possederne a sufficienza. Nel caso in cui si giochi a squadre, bisogna anche riuscire a comunicare con il compagno senza farsi comprendere dagli avversari.
A questo scopo, nel corso dei secoli sono anche nati dei gesti fisici ormai considerati “standard”. Nella briscola, ad esempio, arricciare le labbra significa essere in possesso dell’asso, ma nulla vieta ai giocatori di dare al gesto un altro significato, confondendo in questo modo gli avversari.

L’altro motivo per cui briscola e tressette continuano a sopravvivere è perché sono a portata di bambino. La loro estrema semplicità ha consentito a generazioni di nonni di insegnarne le regole ai nipotini. In occasione delle festività da passare in famiglia, giochi tradizionali come briscola e tressette sono un passatempo ideale per tutta la famiglia.

Negli ultimi anni, questi due giochi di carte sono inoltre stati rivitalizzati dal fenomeno del gioco online. Sempre più appassionati, infatti, preferiscono oggi giocare sul web, sfidando utenti in tutta Italia e portando a termine interi tornei senza doversi muovere da casa. Tra i giochi presenti sui siti web, il tressette e la briscola fanno registrare numeri da record. Basta verificare quante sono le ricerche mensili per le due parole chiave sul famoso motore di ricerca Google. Ogni mese sono 49500 le ricerche su Google per il termine “briscola”, mentre sono 8100 per il termine “tressette”.

Sembra insomma che le carte tradizionali non siano destinate a scomparire. Al massimo, potrà accadere che poker e burraco si acclimatino così bene da diventare essi stessi “tradizionali”. Anche la briscola ed il tressette, infatti, sono probabilmente nati fuori dall’Italia, ma hanno scavato così in profondità nella nostra cultura che li si può ormai considerare giochi italiani a tutti gli effetti.

Per il poker è presto per dire una cosa del genere, mentre qualcosa di simile con il burraco sta già accadendo: sono ben pochi i giocatori che ne conoscono la vera origine (Sud America), mentre in molti lo considerano un gioco nostrano. Chissà che in futuro non si perda completamente la percezione di avere a che fare con un gioco “forestiero”, in maniera analoga a quanto già accaduto secoli fa con briscola e tressette.

Se i giochi di carte tradizionali resistono, va detto che è boom online di siti per giocare online. IZIclub è uno di questi siti, ma si differenzia da essi perché offre una grafica tridimensionale altamente performante. La piattaforma di gioco di IZIclub è stata realizzata da un team interamente italiano ed offre qualità ed affidabilità. Oltre alle qualità grafiche, l’altro grande pregio di questa piattaforma è che non occorre installazione per giocare online.

IZIclub si trova all’interno del portale IZIplay, noto marchio di giochi online, già sponsor di maglia del Genoa. IZIplay propone promozioni e sconti sul suo sito, per cui non resta che visitarlo e verificare quali siano le promozioni in corso.

Seguici sui social