Avanti!: numero speciale per i 110 anni

 COMUNICATO STAMPA 

Centodieci anni fa, il 25 dicembre 1896, uscì il primo numero dell’Avanti!. A questo anniversario il quotidiano socialista dedica un’ampia edizione speciale in edicola mercoledì 13 dicembre che in 24 pagine ne ripercorre tutta la storia.
A fondare il giornale furono coloro che quattro anni prima a Genova avevano dato vita al Partito socialista. Il primo direttore fu Leonida Bissolati, esponente di punta dell’ala riformista del Psi. Il giornale, il cui nome derivava dall’omonimo periodico della socialdemocrazia tedesca, “Vorwarts!”, nacque su impulso “del sacrificio spontaneo ed entusiastico di migliaia e migliaia di proletari”, si legge sul primo numero, e venne presentato come “figlio del contributo di borghesi ai quali la vita non par degna di essere vissuta se non la si consacra alla causa della verità” e si occupò, sin dalla fondazione, non soltanto delle vicende del Partito socialista, ma “di tutta quanta la vita sociale nelle sue molteplici manifestazioni”, e in particolare dei contadini e del movimento operaio. Spazio venne riservato anche ai romanzi e alla satira con le vignette e le illustrazioni relative ai fatti del giorno.
Dopo anni di lotte, il giornale fu soppresso dal regime fascista e durante il Ventennio vennero pubblicate alcune edizioni clandestine. Finita la guerra, in un Paese allo stremo che cercava di rimettere assieme i suoi resti, prevalse la forte volontà di far rinascere il giornale come organo ufficiale del Partito socialista di unità proletaria (Psiup) mantenendo le due edizioni, romana e milanese, anche dopo la liberazione. Con la scissione socialdemocratica l’Avanti! rimase al Psiup, che riassunse la tradizionale denominazione di Partito socialista italiano. Dopo la chiusura, all’inizio degli anni Novanta, a seguito delle note vicende che travolsero il Psi, il giornale tornò nelle edicole nel ‘97, grazie all’iniziativa di un gruppo di dirigenti dell’ex Psi.
Direttori dell’Avanti!, il cui nome resta indissolubilmente legato alla storia del socialismo italiano, sono stati tra gli altri Enrico Ferri, Claudio Treves, Benito Mussolini, Pietro Nenni, Guido Mazzali, Ignazio Silone, Sandro Pertini, Tullio Vecchietti e Paolo Vittorelli.
L’edizione speciale del quotidiano socialista, curata dal direttore responsabile Fabio Ranucci, è corredata da interventi di firme e nomi storici del socialismo italiano. Oltre agli ex direttori Franco Gerardi, Gaetano Arfè, Giovanni Pieraccini e Antonio Ghirelli, vi sono le testimonianze di Gennaro Acquaviva, Gianni Baget Bozzo, Costantino Belluscio, Venerio Cattani, Giuliano Cazzola, Sldo Chiarle, Gianni De Michelis, Mauro Ferri, Ugo Finetti, Rino Formica, Raffaele Iannuzzi, Lelio Lagorio, Antonio Landolfi, Giancarlo Lehner, Biagio Marzo, Angelo Miele, Roberto Palleschi, Carlo Pareto, Walter Pedullà, Paolo Pillitteri, Luigi Preti, Giulio Scarrone, Salvatore Sechi, Alessandra Servidori, Giuseppe Tamburrano, Raffaello Uboldi e Giuliano Vassalli.
Roma, 7 dicembre 2006
Redazione e Amministrazione: Via del Corso,117 – 00186 Roma
Tel. 066790038   /   Fax: 06/69782296   /   E-mail: redazioneavanti@virgilio.it
  

Leave a Comment