ARIANNA GUANCE DI PANNA

La compagnia IL CARRO DELL’ORSA presenta ARIANNA GUANCE DI PANNA

scritto e diretto da Cinzia Villari
interpretato da Alessandra Fallucchi
al contrabbasso Marco Turriziani

“La principessa Arianna” è una giovane donna dei nostri tempi, con la minigonna e la sigaretta tra le labbra. Il suo linguaggio, a volte aggressivo, a volte dolcissimo, tradisce una personalità complessa.
Arianna è figlia di un padre-padrone, Minosse, ricco industriale del nord Italia, che non sorride mai, ma ride di tutto. Un uomo a cui ogni violenza è consentita perché inserita in una discorso
di classe.
Sua madre, invece, Pasifae, è una donna fragilissima e plagiata.
Da una violenza, subita dal marito, è nato un essere mostruoso, metà uomo metà animale.
Arianna è, dunque, anche sorella del Minotauro, un diverso per eccellenza, uno di quelli che la società rifiuta.
Intelligenza inquieta, anima desiderante, la figlia di Minosse e Pasifae ama raccontare le sue storie scomode e sconvenienti che nessuno, però, vuole ascoltare. Non per questo lei smette di lottare.
In lei si agita il seme della rivolta, l’insorgenza della vita contro tabù e clichès.
Arianna è panna e pietra, donna e uomo, bene e male, fanciulla e meretrice.
Legata in un doppio vincolo al fratello, al mostro, al Minotauro, “il Mino” come lo chiama lei, condivide con lui la condizione dell’emarginazione. Come lui, cerca amore e lo immagina con il volto di Teseo.
Ma esseri così non finiscono mai bene, perché troppa è l’eccedenza di vita che hanno in corpo.
Il suo sforzo per mantenere un equilibrio interiore si tramuta in un demone irriverente che la porterà fino al gesto estremo.

“Arianna guance di panna” è il secondo capitolo della trilogia ispirata al mito dal titolo “Una mitica quotidianità” di Cinzia Villari. Nella stessa rassegna, dall’13 al 18 novembre, è andato in scena, con grande successo, il primo capitolo della trilogia “Era rosso”, con Cinzia Villari e Michele Villari, per la regia di Lorenzo Profita.

Lo spettacolo è parte della rassegna “SGUARDI S-VELATI: punti di vista al femminile”, in scena al Teatro Due di Roma.

INFORMAZIONI:
Luogo: Teatro Due Roma, Vicolo dei due macelli, 37
Data: 11-16 dicembre 2012
(da martedì a sabato ore 21, domenica ore 18)
Ingresso: euro 12, ridotto euro 10
Info: promozione.ufficiostampa@gmail.comUna mitica quotidianità

Leave a Comment