VIGNALE (PROGETT’AZIONE): PROPOROGATA LA MORATORIA PER LA GRANDE DISTRIBUZIONE PIEMONTE. IN PIEMONTE NON SI POTRA’ PIU’ CONSUMARE SUOLO AGRICOLO PER NUOVI CENTRI COMMERCIALI

È stata votata oggi in Terza Commissione, la proroga di altri quattro mesi alla moratoria per la presentazione di nuove domande di apertura per la grande distribuzione.

È stato infatti prorogato fino al 27 novembre la sospensiva di ogni apertura o autorizzazione di centri commerciali superiori ai 4500 mq, prevista di un anno nel ddl 27 luglio 2011, n. 13 (Disposizioni urgenti in materia di commercio).

Nel corso della seduta di Commissione, l’assessore Casoni ha inoltre illustrato le linee guida della programmazione commerciale che prevedono l’impossibilità di utilizzare suolo agricolo per realizzare centri commerciali.

“Con le modifiche alla legge regionale sul Commercio votate oggi – spiega Gian Luca Vignale, presidente della Commissione Commercio del Consiglio Regionale –  abbiamo bloccato per altri quattro mesi i nuovi insediamenti commerciali della grande distribuzione, per dare un po’ di sospiro e aiuto ai migliaia di esercizi di vicinato  e commercianti ambulanti del Piemonte”.

“La proroga della moratoria – prosegue Vignale – rappresenta un passo in più per la difesa della dignità dei nostri commercianti e del nostro territorio oltre che di tutte le realtà urbane che sopravvivono sul piccolo commercio”.

“Inoltre il blocco del consumo di terreni agricoli – conclude Vignale– obbligherà chi vorrà aprire un nuovo centro commerciale ad utilizzare aree industriali e non, dismesse. Ciò porterà non solo un beneficio all’agricoltura, ma consentirà anche la riqualificazione di aree urbane e non oggi in stato di degrado per la presenza di aree dimesse”.

 

Gian Luca Vignale

Presidente della Commissione Commercio

Consigliere regionale Progett’Azione

 

www.vignale.net

facebook.com/progettazionepiemonte

twitter.com/gianlucavignale

facebook.com/pages/Gian-Luca-Vignale

Leave a Comment