CONVEGNO INTERNAZIONALE DI ASTROLOGIA

CONVEGNO INTERNAZIONALE DI ASTROLOGIA A PERUGIA
SACRO IN CIELO E SACRO IN TERRA
21-22 LUGLIO 2012. ORE 9,12-19,30
PERUGIA, SALA DEI NOTARI, PIAZZA IV NOVEMBRE
INFO: 3383018220
MAILTO associazionejayavidya@gmail.com
APRE IL CONVEGNO, TURTLE HEART CON LA SACRA CERIMONIA “ALLA RICERCA DELLA VITA”: OFFERTA DEI SUONI ALLE QUATTRO DIREZIONI E TOCCO CON L’ANTICA PIUMA D’AQUILA. SEGUE JAYAVIDYA INTERNATIONAL AWARD 2012

1. Lucia Bellizia: Perì toû idíou daímonos
Il pianeta dominante della genitura è nell’età antica una sorta di nume tutelare dell’individuo e ne governa il destino. E dunque l’uomo, mediante lo studio del moto degli astri, può conoscere cosa essi hanno serbato per lui … o è necessario ricorrere alla teurgia per entrare in contatto con il proprio daímon?

2. Meskalila Nunzia Coppola: Graha, Upaya e Mahāvidyā: pianeti, rimedi sacri e Dee protettrici
Nella tradizione tantrica, esistono pratiche adeguate a ogni tipo di situazione e a qualsiasi tipologia umana. In Astrologia karmica di matrice tantrica, grande importanza è attribuita ai rimedi astrologici: pietre, metalli, colori, regimi alimentari, bacche sacre, lavacri ed erbe, ma anche forme particolari di meditazione. Per chi ama la pratica spirituale, i rimedi per eccellenza son speciali forme rituali, tra cui il culto delle Dasha Mahāvidyā, dieci potenti Dee la cui bellezza è chiara luce che irradia i pianeti. Conoscere la loro bellezza, trascenderne le apparenze a volte terrificanti, significa immergersi nella percezione interiore dell’Universo, attraversando con un solo sguardo tutte le direzioni celesti e terrene.
3. Paolo Crimaldi: I transiti di Saturno e Chirone: le prove che rendono saggi e aiutano a scoprire il sacro che è in noi.
Nel corso della vita ci sono momenti, segnati dai transiti di Saturno e Chirone, che chiedono attraverso il sacrificio di una parte di sé, o di ciò che è attorno, una riflessione profonda e una prova di forza, coraggio e determinazione al fine di far accedere ad una nuova dimensione esistenziale, dapprima psicologica e in seguito spirituale: è questo il percorso a cui la persona creativa è chiamata ad affrontare in modo cosciente e responsabile.
4. Tania Daniels: Il giardino del Cielo
Il Picatrix è uno dei più famosi trattati sull’astrologia alchemica e solo recentemente è stato tradotto in una lingua moderna. Tra le innumerevoli trattazioni, emergono: il ruolo delle immagini con i principi dell’elezione per la loro elaborazione, l’uso dei decani e delle mansioni lunari con esempi tratti dall’agricoltura. Questi argomenti cari ai maestri del passato e ancora oggi validissimi, indicano come lo spirito della natura generi tangibilmente la materia.
5. Lucia Gangheri: Mithra, il Sole e la ricerca della luce
Il mito di Mithra, l’eroe che per volere del dio della luce uccise il toro, affascina l’umanità sin dai tempi remoti. Attraverso la sua articolata iconografia, si evince un culto misterioso che focalizzava la luce delle sfere e i raggi delle dimensioni celesti.
6. Deborah Houlding: Il sogno del califfo

Breve presentazione sui fondamenti astrologici di Baghdad e sulla trasmissione dei tesori astrologici tra Persia, Alessandria, Arabia ed Europa.

7. Deborah Houlding: La domanda segreta di Lilly
La carta oraria di William Lilly sull’opportunità di comprare la casa del “Signor B” è un raro esempio di domanda personale. Il simbolismo di questo grafico rivela la visione drammatica di quello che stava accadendo nella mente di Lilly, quando la domanda fu posta, periodo per lui di cambiamenti radicali. Questa carta oraria documenta ed esplora la biografia di ciò che stava esattamente accadendo in quel periodo nella vita di Lilly. Avvicinandoci a questo grafico, attraverso varie prospettive, vediamo la fiducia e l’eleganza di un maestro astrologo al lavoro, ma anche le paure interne e le insicurezze emotive di un giovane che osava trascendere le aspettative della sua condizione sociale.
8. Luan Lianella Livaldi: Il progetto dell’anima
Il TN svela il progetto spirituale da realizzare nel corso dell’esistenza. L’ambiente in cui si nasce, i familiari e le persone circostanti corrispondono alle esigenze della propria anima e creano le condizioni per l’evoluzione personale. Karma e carattere sono due facce della stessa medaglia. La Carta del cielo può essere vissuta in modo attivo, adeguandosi alle tematiche in essa contenute e facendo uso del libero arbitrio. L’oroscopo, come progetto dell’anima, mette a fuoco i cardini esistenziali con cui l’individuo si confronterà per riconoscersi, evolvere e acquisire il senso della crescita interiore.

9. Rosella Poldi, Monica Amarillis Rossi: Lisa Morpurgo, il sogno e il sacro.
Lisa Morpurgo è nota per aver dato alla sua interpretazione dell’astrologia un taglio razionale, utilizzando un metodo d’indagine rigoroso. Eppure, insieme alla precisione geometrica con cui ha ricostruito le sedi e le esaltazioni dei pianeti, nei suoi scritti emerge la rilevanza dei messaggi dei sogni, l’importanza del numero, la concezione del tempo circolare e l’idea che l’astrologia sia un codice ancora misterioso, forse dono di un’altra civiltà, ma alla base di tutti i meccanismi di vita.
10.Turtle Heart: Cerimonia di apertura “Alla ricerca della vita con i canti tribali e il tocco della piuma d’aquila
11. Turtle Heart: La porta del cielo è aperta: la fasi lunari, i gradi planetari e le ombre di Saturno nelle cerimonie sacre amerindiane.
Nella cultura degli Ojibwe vi sono molti rituali per guidare le persone verso la consapevolezza del grande cerchio che abbraccia la natura, così come i cicli della notte e del giorno. La cerimonia Indo-americana è un’esperienza di comunicazione e ascolto con Madre Terra, grazie ai canti sacri e ai suoni che arrivano sino alla porta del cielo. “Aprire le porte del cielo” è un’antichissima cerimonia sacra per raccogliere l’energia celeste e terrena, assorbendola nel proprio corpo. Turtle Heart usa i gradi planetari, le fasi lunari, la dominanza dei Quattro Elementi e le ombre di Saturno per guidare la gente durante la cerimonia sacra detta “Cerimonia di Purificazione”. Focalizzando questi fattori astrologici, egli sceglie il percorso più idoneo per i partecipanti, così da permettere un’esperienza personale e individualizzata, livelli più congeniali alla propria evoluzione e lo schiudersi di maggiori possibilità per ognuno.

12. Dante Valente: L’indice ciclico planetario individuale .
Applicazione a livello soggettivo di un principio cosmico. Il metodo introdotto da Barbault per gli eventi mondiali (minima vicinanza planetaria collegata a eventi negativi e viceversa) è stato applicato ai singoli individui, calcolando in questo caso la differenza in longitudine tra pianeti natali e quelli in transito il giorno del compleanno, e distinguendo in questa prima fase d’indagine i pianeti veloci da quelli lenti. I risultati preliminari sembrano incoraggianti e meritevoli di ulteriori approfondimenti.

Leave a Comment