La Rete GAS Puglia sta preparando un “Servizio di spesa a domicilio” per diffondere il Km 0 e creare nuovi posti di lavoro.

Rete GAS Puglia sta per lanciare la prima piattaforma internet per la vendita diretta e per la distribuzione di prodotti agricoli locali. Mettendo in contatto diretto produttori e consumatori tramite Internet e organizzare la consegna della spesa a domicilio.
Rete GAS Puglia vanta oltre 180 produttori di tutta la Puglia suddivisi equamente per provincia ed inoltre è stata creata anche una sezione ad hoc per gli agriturismi o strutture ricettive per consentire ai gasisti o possibili acquirenti di conoscere direttamente nelle loro vacanze i produttori agricoli del loro territorio tutto rigorosamente basato sulla politica del risparmio.
I Produttori possono offrire direttamente i loro prodotti di stagione, garantendone in prima persona qualità e freschezza ed esponendo i loro prezzi senza intermediari.
Entrare a far parte del mondo di Rete GAS Puglia vuol dire portarsi avanti nel futuro usufruendo direttamente dei vantaggi che offre solo la Filiera Corta!

Il secondo obbiettivo di Rete GAS Puglia è quello di consentire ai propri concittadini pugliesi di mangiare sano ed in maniera equilibrata acquistando esclusivamente prodotti tipici pugliesi provenienti dal proprio territorio a prezzi vantaggiosi con la consegna effettuata direttamente a casa dai produttori.
Infatti a breve sarà possibile utilizzare una applicazione informatica scaricabile anche su cellulari che consente di calcolare in base al proprio peso e altezza la quantità di calorie quotidiane da acquisire , il tutto collegato ad una dieta rigorosamente mediterranea fatta da prodotti tipici pugliesi di qualità e a Km 0, a costi ridottissimi e consegnati direttamente a casa.
Per gli anziani che godono di pensioni molto basse si stà studiando un programma che gli consenta di arrivare a fine mese spendendo molto meno e vedendosi i prodotti consegnati a casa tutto senza un euro in più ma sicuramente qualcosa in meno.
Questo servizio socialmente utile in questi periodi ha l’obbiettivo primario di salvaguardare la salute dei propri concittadini e come beneficio secondario ma altrettando importante quello di creare nuovi posti di lavoro tra gli agricoltori e nei servizi collegati alla consegna e alla vendita on-line.
Il responsabile della Rete Michele Uva commenta così : “Con l’aggravarsi della crisi economica Rete GAS Puglia ha deciso di mettere in campo tutte le sue forze per aggredire questa crisi oramai insopportabile per i cittadini. Noi non proponiamo facili soluzioni ad una situazione complessa , ma con le nostre progettualità e voglia di reagire come consumatori e cittadini vogliamo rispondere alle difficoltà della nostra comunità in modo assolutamente propositivo , non vogliamo accettare passivamente lo sgretolamento della società e il dilagare della disoccupazione. Uscire dalla crisi si può ! Ma questo è possibile solo e soltanto con l’aiuto di tutti , nessuno escluso. Questa progettualità è rivolta principalmente ai consumatori che hanno voglia di spendere meglio , meno e in maniera più salutistica i loro soldi destinati all’alimentazione. Uno sguardo particolare lo stiamo dando agli anziani specialmente quelli soli che con un sostegno potrebbero riuscire a contribuire al rilancio dell’economia locale facendo la spesa da produttori locali e riuscire a provare ad arrivare a fine mese con meno difficoltà , risparmiando sulla spesa e vedendosi in questi giorni di caldo afoso portare la propria spesa a casa gratuitamente.
Sappiamo che il progetto è ambizioso e pieno di difficoltà, ma siamo convinti che questo è il futuro e se non si prova ora a darsi una scossa non riusciamo a vedere un momento migliore.
La Rete GAS Puglia svolgerà solo il ruolo di coordinamento lasciando ai gruppi di acquisto del posto o semplici associazioni la realizzazione del progetto.”
Questa inziativa inoltre porta benefici non indifferenti all’ambiente alcuni sono : Più rispetto per il nostro pianeta, a partire dal nostro territorio: meno emissioni, meno inquinamento, più biodiversità, più salute e più equità sociale.

Leave a Comment