Costellazioni Familiari in chiave sciamanico-spirituale

COSTELLAZIONI FAMILIARI
Una via spirituale per ritrovare le radici della propria vita

Quando: Martedì 12 giugno 2012 dalle ore 21 alle ore 23 circa
Dove: presso Associazione Parola di Passo
Via XX Settembre, 26 – Asti

Come: contattando la Sig.ra Francesca Ragusa
Tel. 337/1059986
paroladipasso@alice.it

COSA SONO
Le Costellazioni Familiari o sistemiche sono un metodo molto semplice, rapido e potente per rivelare e risolvere le dinamiche nascoste all’interno della propria famiglia attuale e di quella d’origine, riscoprendo le radici stesse della vita: i nostri genitori, nonni ed antenati continuano a vivere in noi, e spesso noi ne riproponiamo inconsapevolmente i problemi, malattie, emozioni irrisolte, sensi di colpa che ancor più inconsapevolmente crediamo essere nostri. Originatesi nei paesi di lingua tedesca per opera dello psicoterapeuta Bert Hellinger, le Costellazioni familiari si stanno diffondendo anche in Italia e nel mondo.

All’interno di qualsiasi sistema umano (famiglia, azienda, classe scolastica, popolo…) esistono i cosiddetti ordini dell’amore, dinamiche nascoste che provocano dipendenze emozionali, malattie e conflitti; la causa è spesso da ricercarsi in un irretimento, per cui un individuo replica a sua insaputa il destino di un nonno, uno zio o un altro membro familiare, anche se non l’ha mai conosciuto. Il lavoro eseguito dal punto di vista sistemico consente di prendere coscienza che scelte, emozioni, pensieri che crediamo nostri sono spesso invece la risposta agli ordini dei condizionamenti subiti o dell’anima collettiva della famiglia. Il compito del Costellatore è far emergere tali dinamiche nascoste, di modo che il cliente riconosca la realtà per ciò che è e si liberi degli irretimenti. Questo ha un enorme potere di guarigione, dando pace, serenità, soluzione e senso a problemi apparentemente insolubili.

A livello scientifico, le Costellazioni familiari si basano sulla teoria dei campi morfogenetici del biologo inglese Rupert Sheldrake, autore del libro La mente estesa, Edizioni Urra, curato e tradotto da Marco Massignan.
Ma le costellazioni utilizzano in realtà tecniche e dinamiche già presenti nella spiritualità dei popoli tribali e nelle filosofie buddista ed induista. Nelle Costellazioni familiari si sta finalmente verificando a livello pratico l’unione tra la conoscenza scientifica e la ricerca spirituale: un antico futuro per guarire il presente.

COME FUNZIONANO
E’ molto più facile comprendere le Costellazioni Familiari tramite la partecipazione diretta che attraverso qualsiasi spiegazione. Si tratta di un lavoro semplice ed estremamente potente al tempo stesso. La sessione si svolge nel modo seguente: il cliente porta un proprio tema o problema, ad esempio il rapporto con la madre o col marito. Dopo un breve colloquio col Costellatore, questi invita il cliente a “mettere in scena” alcuni membri della propria famiglia d’origine o di quella attuale, scegliendone i rappresentanti tra i presenti (ad es. una persona per se stessi, una per la madre e uno per il padre). Il cliente poi si siede ed assiste allo sviluppo dei movimenti dell’anima tra i rappresentanti: da quel momento in avanti, essi hanno infatti accesso alle emozioni e persino ai sintomi fisici delle persone che rappresentano.

La possibilità di assistere dall’esterno alle dinamiche nascoste della famiglia, come in una sorta di meditazione tridimensionale, si rivela un’occasione eccezionale per chi mette in scena la propria famiglia, poiché può finalmente comprendere con chiarezza problematiche e cause profonde che spesso si tramandano di generazione in generazione, impedendo alle persone di prendere possesso del proprio destino.

Il potenziale di guarigione e di aumento della consapevolezza in seguito a una costellazione può essere grandissimo e immediato, e dispiegarsi immediatamente, nelle settimane e nei mesi successivi, e anche a distanza di 1 – 2 anni.

Semplicemente assistendo ad una sessione, anche senza mettere in scena la propria famiglia, è possibile guarire da irretimenti e fare chiarezza dentro di sé. Nel loro sviluppo le Costellazioni vengono man mano applicate non solo nella relazione d’aiuto, ma anche in ambito scolastico e aziendale.

A COSA SERVONO
Per ritrovare il proprio posto all’interno della famiglia d’origine e di quella attuale
Per scoprire le cause profonde e risolvere disturbi, malattie, paure, fobie blocchi…
Spesso è sufficiente partecipare una sola volta, oppure anche solo come spettatori
Le costellazioni danno l’opportunità di verificare qualcosa personalmente invece di credere passivamente a teorie altrui.

TEMI SUI QUALI SI PUO’ LAVORARE:
– Problemi di relazione con partner, genitori, figli, fratelli, nonni e familiari e parenti in genere, anche con antenati, con la vita in genere, con gli altri, col lavoro, con i colleghi, ecc.;
– Sensazione di “non appartenenza” alla famiglia, al gruppo, alla società…
– Paure, ansie, timori, insicurezza, stress, debolezza interiore, fobie, non-accettazione;
– Emozioni irrisolte, dolore e lutti non elaborati o perdite dolorose;
– Senso di vergogna; pensare di “non meritare”;
– Visione della vita, sensazione di sentirsi “bloccati”, sensi di colpa, rabbia, aggressività;
– Dipendenze da alcol, droghe, sesso, cibo, lavoro, ecc.;
– Essere invischiati nelle dinamiche fra i propri genitori;
– Mancanza di equilibrio tra il dare e il ricevere;
– Sensazione di mancanza di confine o difese tra noi e gli altri;
– Malattie e problematiche ricorrenti, specie se in determinate date o periodi dell’anno;
– Difficoltà nella crescita spirituale, economica, mentale, fisica;
– Blocchi nella sfera della creatività, o nell’ambito dell’ apprendimento (lingue, scuola, patente di guida, ecc.);
– Tematiche legate al lavoro e alla scuola;
– Separazioni e/o Divorzi (difficoltà ad attuarli, gestirli una volta attuati, difficoltà con ex-coniugi o compagni/e, fidanzati/e, ecc);
– Difficoltà nella scelta o di vivere nella casa, città, nazione di residenza;
– Situazioni di vita difficili in generale;
– Problemi alimentari;
– Carenza della gioia di vivere;
– Situazioni spiacevoli che si ripetono ciclicamente;
– Destino e legami karmici;
– Difficoltà di gestione del rapporto con uno o più animali domestici (cani eccessivamente aggressivi, gatti che vomitano di frequente, ecc…)
– Praticamente qualsiasi altra tematica…

Per partecipare ad un incontro di Costellazioni Familiari non è necessario avere alcuna preparazione specifica ma può essere utile, anche se comunque non indispensabile, acquisire il maggior numero di dati riguardo la propria famiglia d’origine e la propria storia personale.

Nota Bene: Il lavoro con le Costellazioni Familiari è un percorso di crescita personale. Lo scopo è quello di fornire informazioni sulle leggi che governano il sistema famiglia e i vari sistemi nei quali il singolo si trova a vivere ogni giorno in modo da poter agire con maggiore consapevolezza e portare armonia e benessere nel proprio lavoro, nella propria vita e nella relazione con le persone care. La messa in scena delle Costellazioni va intesa come un rituale che opera sul piano dell’Anima Individuale, Familiare e collettiva e non come una diagnosi o una terapia, che sono stretta competenza del personale medico-sanitario.

I CONDUTTORI:

Erika Lupo Consulente in Tecniche di Riequilibrio Energetico-Emozionale, operatrice ed insegnante di tecniche di Psicologia Energetica, ideatrice del metodo TREES®, Naturopata e Costellatrice familiare secondo il metodo delle Costellazioni Rituali® del Dott. Marco Massignan ed Elena dell’Orto. Offre sessioni individuali di costellazioni familiari e co-conduce il lavoro sistemico di gruppo con il marito Luca Migliazzi.

Luca Migliazzi Massofisioterapista, terapista posturale secondo il metodo Bertelé. Costellatore familiare secondo il metodo delle Costellazioni Rituali® del Dott. Marco Massignan ed Elena dell’Orto. Offre sessioni individuali volte a risolvere i traumi a base corporea e co-conduce il lavoro sistemico di gruppo con la moglie Erika Lupo.

Leave a Comment