PerAspera Festival e Rassegna di arti contemporanee

COMUNICATO STAMPA

Non più solo il festival, ma una rassegna di arti contemporanee nei luoghi storici.

Dal 14 giugno al 28 luglio, con perAspera, Villa Aldrovandi Mazzacorati si trasforma in una fucina di produzione  – un laboratorio di creazione – delle arti contemporanee.

 

Si parte con il festival. Dal 14 al 23 giugno Villa Aldrovandi Mazzacorati (Via Toscana 19 – Bologna) sarà lo scenario della quinta edizione di perAspera: teatro performativo e di parola, musica, danza, installazioni, eventi speciali ed interventi. Il numero di artisti cresce ancora: sono 50 i gruppi e le compagnie che si succederanno in dieci giorni, con una fortissima attenzione a chi produce arte contemporanea sul territorio cittadino e regionale. Per il quinto anno consecutivo, tutti gli spazi – esterni ed interni – di Villa Aldrovandi Mazzacorati saranno piattaforma di incontro e confronto tra gruppi contemporanei del territorio cittadino ed altri provenienti dal territorio nazionale ed internazionale. Una festa di artisti – sia con esperienza che all’inizio del loro percorso – che fanno vivere e valorizzano la Villa con lavori site specific, studiati o riadattati espressamente per il luogo. Una festa che prescinde dalle logiche di mercato per aprire gli occhi sulla produzione artistica, con l’obiettivo di valorizzare le creatività del territorio, dando loro il meritato palco e pubblico.

La formula è quella, ormai consolidata, della successione in ogni singola serata di programmazione di tutte le discipline artistiche, in modo che il pubblico possa fruire di tutti i linguaggi contemporanei.

L’anteprima di perAspera è affidata a Teatro Deluxe, con il progetto installativo e performativo Faceless. Il 6 giugno alle 19.30, presso la Galleria d’arte Art to Design – satellite installativo del festival – la compagnia romana inaugura con due performance (Countryland e Siren’s Dream) l’installazione fotografica Faceless, visitabile fino al 22 giugno negli spazi di Via Portanova 12.

Alla mostra Faceless seguirà il secondo evento speciale off del festival, sempre ospitato negli spazi di Art to Design: mercoledì 27 giugno alle 19.30 il collettivo Happynings presenta Viola. Performance per acquerello, voce ed elettronica dei musicisti Meike Clarelli e Vincenzo Scorza e della visual artist Sara Garagnani.

Per la prima volta quest’anno, al festival seguirà una rassegna di arti contemporanee: settimane tematiche che – dal 26 giugno al 28 luglio – faranno da lente d’ingrandimento su aspetti dell’arte contemporanea affrontati sia in chiave teorica – con incontri sempre partecipativi e mai frontali – che in chiave performativa e laboratoriale.

Dal 26 al 30 giugno ci sarà perAspera / Oltre. Sguardi sulle differenze. Si affrontano le diversità in alcune delle molteplici desclinazioni possibili, indagando territori poco battuti, soprattutto in Italia.

Il 26 giugno è dedicato a Sessualità e disabilità, con Flavia Monceri (Ordinario di Filosofia Politica) che porta lo sguardo del cinema sul tema, affrontato anche con la proiezione in anteprima del film documentario Sesso, amore e disabilità dell’associazione B.V.Bo. La serata si chiude con la performance XXH Visioni sulla sessualità e disabilità (Compagnia vi-kap).

Dopo la pausa del 27 giugno, in cui la programmazione si sposta in Art to Design per l’evento speciale Viola, si prosegue il 28 – anniversario di Stonewall – con Il Progetto Alice e l’associazione Hamelin in un dialogo con proiezioni sull’educazione e gli stereotipi di genere. La parte performativa è affidata alle esplorazioni sonore tematiche di Cyran Masher e Fiandrix. Epochè – la sospensione del giudizio – è il tema del 29 giugno: Andrea Minuz (Università Sacro Cuore – Milano) esplora la follia nel cinema; Paola Stella Minni, danzatrice adottata dal Portogallo, rende omaggio alla generazione X con la performance Outspoken, brush and sometimes out of control e la compagnia Macellerie Pasolini è in scena con Love Car, spettacolo sull’eutanasia.

Tutta la giornata del 30 vede un laboratorio della danzatrice e coreografa Cristina Rizzo, mentre la programmazione serale è affidata a Sergio Messina – giornalista, docente dello IED (Milano) ed esperto di culture digitali – con crtl+alt+legami, esplorazione del BDSM in 3D, e al collettivo Delinqueers con la performance Legarmi con tè.

 

Nel corso della prima settimana di luglio, perAspera ospita le associazioni culturali Tekelt e Terzo Tropico, che organizzano “Voci dal deserto”, una 4 giorni dedicata alla musica e cultura Tuareg.

 

La programmazione di perAspera riprende dall’11 al 14 luglio, con perAspera / Ad Sonos. Ecologia degli ascolti, settimana dedicata all’audio. Il primo tema sotto la lente di ingrandimento è l’incontro di tradizione e innovazione, con un focus sulle nuove forme di produzione e composizione musicale: l’ensemble di laptop HOLO e una giovane ensemble tradizionale ricomporranno il celebre Lago dei Cigni, preceduti da un workshop sulle nuove modalità compositive moderato dal Maestro Francesco Giomi, Direttore del Centro Tempo Reale di Firenze (11 luglio). I luoghi della Villa saranno protagonisti di questa settimana, che ospiterà un’esperienza di Time/Sound Walk condotta da Albert Mayr (12 luglio) attraverso gli spazi della meravigliosa architettura settecentesca e una due giorni (13 e 14 luglio) in cui numerosi musicisti – selezionati tramite il contest MusicaDiffusa – realizzeranno brani originali acustici e a basso impatto tecnologico in un percorso di scoperta di punti più o meno conosciuti della Villa.

Dal 18 al 21 luglio, sarà la volta di perAspera / Videodrome – Visioni d’arte. In partnership con Beo_project, il primo spazio espositivo italo-serbo a Belgrado inaugurato lo scorso 28 aprile, alberTStanley realizza “Italia / Serbia: crossing” (18 e 19 luglio): video artisti italiani e serbi sullo stesso schermo. Dopo essere stato ospitato a perAspera, questo progetto sarà replicato a settembre a Belgrado. In questi giorni, la Villa si riempirà delle visioni di artisti di calibro nazionale che presenteranno perfomance live e installazioni di videoarte (20 e 21 luglio), mentre chi vuole avvicinarsi alla produzione di video arte potrà frequentare il laboratorio sull’approccio ai software generativi ed interattivi condotto da OfficineGuerrilla (18-21 luglio).

 

Dal 25 al 28 luglio, ci sarà perAspera / Radiodays. Incontri radiofonici. Per quattro giorni la Villa si trasforma in una Radio. Musica, informazione, arte, intrattenimento e cultura con ospiti e artisti – presenti nello spazio allestito della Villa, intervistati telefonicamente o in streaming video – protagonisti di puntate da vedere, oltre che da ascoltare. Si parte con un excursus sulla storia della musica in radio e con un concerto de Le Chemin des Femmes, coro di donne migranti con la direzione di Meike Clarelli (25 luglio), per proseguire con Aelia Media, collettivo di arte partecipativa che conduce una trasmissione in diretta prima dello spettacolo Principianti – un racconto sull’amore, lavoro tra teatro e radio di Anna Amadori (26 luglio). Il 27 luglio Giovanni Spinosa, il pm che ha iniziato le indagini sulla Uno Bianca, presenta il libro Uno Bianca. Una storia politica e di mafia ancora tutta da raccontare (ChiareLettere), seguito dal radiodramma in diretta Marie Curie della Compagnia ZivagoBazar. La chiusura spettacolare del 28 luglio vede come protagonisti il duo comico Nuzzo / Di Biase e un burlesque radiofonico in diretta. In tutte le giornate di programmazione sarà aperta al pubblico una installazione radiofonica interattiva a cura di Altre Velocità.

Per quasi due mesi, per il primo anno, Villa Aldrovandi Mazzacorati diventa con perAspera il centro energetico e produttivo dell’arte contemporanea a Bologna.

perAspera – rassegna di arti contemporanee

Bologna, Villa Aldrovandi Mazzacorati (Via Toscana, 19)

14 giugno – 28 luglio 2012

dalle 19.00 alle 24.00
www.perasperafestival.org

Ingresso al festival (14-23 giugno): 10 euro con tessera associativa.
Per giovani under 26 e studenti universitari: ingresso 8 euro con tessera associativa.

Abbonamento: 70 euro

L’ingresso alla programmazione successiva è libero o con tessera associativa di 5 euro. Dettagli su www.perasperafestival.org

CONTATTI

Maria Donnoli

Ufficio Stampa

C: (+39) 349 58 24 266
Email: comunicazione@perasperafestival.org

perAspera  è realizzato con il Contributo di

Comune di Bologna – Bologna Estate

Provincia di Bologna

Regione Emilia Romagna

 

con il supporto di

AIG Hostels

con il Patrocinio di

Università degli Studi di Bologna
Ambasciata Serba

 

con la collaborazione di

Teatrino Clandestino

Dry_Art

ZibagoBazar
Cosmesi
Fratelli Broche

 

Partner

Centro Tempo Reale

Arci Bologna

Elica di Pastore e Bovina

Art to Design
Caffetteria Riviera

Media Partner
Radio Città del Capo
Radio Città Fujiko

 

Leave a Comment