IL FLAUTO MAGICO DI MOZART e altri incanti d’autore come ANTIDOTI CONTRO LA PAURA

Grazie alla disponibilità del Comune di Correggio e del Teatro Asioli di Correggio, che patrocinano l’iniziativa, il 6 e il 7 Giugno il Parco Urbano di Correggio, una area verde immensa e attrezzata, rifugio di tranquillità e di pace, si trasforma in un Teatro a cielo aperto. Il TeatroAsioli, chiuso per controlli statici in seguito al terremoto, non può ospitare spettacoli, ma la voglia di non cedere alla paura ha avuto il sopravvento e si è pensato di costruire un teatro en plein aire.
Ideatore e promotore dell’iniziativa è il Centro Danza e Teatro Correggio che metterà in scena Il Flauto Magico di Mozart, La Gabbianella e il Gatto di Sepulveda e Guarda che Luna di AAVV con i suoi 150 allievi che danzeranno e reciteranno per le loro famiglie, per la città e per mille bambini delle scuole elementari.
Formalmente si tratta di saggi di danza e teatro, in realtà quello che si consumerà fra il 6 e il 7 giugno prossimo, è un evento artistico senza precedenti, perché i bambini non sono solo interpreti sulla scena, ma anchedella scena.
Un bellissimo atelier d’arte ha dato, ad una ventina di piccoli artisti dai 6 ai 12 anni la possibilità di inventare, disegnare, dipingere costruire trasformando in realtà scenica i loro immaginario relativo al Flauto Magico.
Ma attivo è anche il pubblico perché nelle scuole elementari che assisteranno alla rappresentazione sono stati attivati con i bambini laboratori di ascolto e interpretazione dell’opera.
Il Flauto magico verrà rappresentato le sere del 6 e 7 giugno alle 21,30 e la mattina del 7 alle 10 per le scuole.

Ideatrice e anima artistica di tutto questo è Antonella Panini, direttrice del centro e artista eclettica capace di orchestrare musica, danza, teatro, pittura in un meraviglioso complesso spettacolare. Antonella cura inoltre la drammaturgia e la messinscena dell’evento avvalendosi di collaboratrici di grande spessore artistico.
Per la danza Lara Daoli, Laura Giorgi, Luciana Guidi, Cecilia Ligabue, Magda Sibillo hanno creato con gli allievi di danza le coreografie dando una lettura originale ed efficace dell’opera; e Donatella Sturam, formatrice etoile della scuola, presenterà il suo lavoro tecnico delle sue allieve.
A recitare Papagheno, Tamino, La regina della Notte e tutti imagici personaggi con il linguaggio proprio del libretto dell’opera nell’edizione Italiana Ricordi, sono gli allievi più giovani dei corsi di teatro diretti da Antonella Panini; mentre collaboratori storici e infaticabili di Antonella sono Francesca Beltrami per tutta l’organizzazione e l’assistenza scenica, Natalina Morlini, Claudia e Dimma Ruscelli per la Sartoria, Stefano Brescini per la scenotecnica.

Ma non è finita qui: il 7 giugno alle 18 lungo il viale del parco andranno in scena:
La gabbianella e il gatto di Sepulveda, interpretato dalle piccole api furibonde allievi di teatro di 9 – 11 anni a cura di Antonella Panini
Guarda che lunadi AAVV interpretato dal corso avanzato di teatro jr. a cura di Giuliana Soldani

Una mostra fotografica ripercorrerà le fasi della preparazione di questo enorme e stupendo lavoro che ha dell’incredibile.

PROGRAMMA dettagliato
6 Giugno
ore 21,30- Arena Casa nel parco: IL FLAUTO MAGICO

7 Giugno:
ore 10,00 Arena Casa nel parco IL FLAUTO MAGICO per le scuole
ore 18,00 Viale del Parco: LA GABBIANELLA E IL GATTO –con le “piccole api furibonde”
ragazzi dei corsi di teatro dai 9 ai 13 anni
ore 18,45 Viale del Parco: GUARDA CHE LUNA – con gli allievi del corso avanzato di
teatro a cura di Giuliana Soldani
ore 21,30 Arena Casa nel parco: IL FLAUTO MAGICO

Ufficio Stampa Studio alfa
tel. e fax 06. 8183579, email: ufficiostampa@alfaprom.com
responsabile ufficio stampa e P.R. Lorenza Somogyi Bianchi, cell, 333. 4915100

Leave a Comment