167CONTATTO! QUINTA EDIZIONE DEL FESTIVAL CHE ANIMA LA ZONA STAZIONE DI REGGIO EMILIA ALL’INSEGNA DEL DIALOGO INTERCULTURALE

Dall’11 al 17 giugno 2012, a Reggio Emilia torna 167contatto!, il festival multiculturale giunto alla quinta edizione che coinvolge direttamente i cittadini nel ritmo e nella costruzione degli spettacoli: un festival che rappresenta la frontiera del cambiamento, fatto di spettacoli teatrali, mostre, proiezioni di documentari, spettacoli di danza multietnica, tavole rotonde, che sono la naturale evoluzione di percorsi realizzati direttamente con i cittadini all’interno di un tessuto sociale caratterizzato da una fortissima presenza di migranti.
Il festival è promosso da Comune di Reggio Emilia e Regione Emilia-Romagna, e per l’anno 2012 è finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, Progetto Città Sicure.
Numerosi gli appuntamenti, anche se da sempre il momento più atteso è quello di domenica 17 giugno con il Gran Corteo del Contatto! con i pupazzi giganti a cura di Mirella Gazzotti, la postazione dei sogni a cura del Teatro dell’Orsa, le colorate maschere di Franco Tanzi e le musiche dei tamburi africani.
E poi lezioni aperte di pilates e di danza africana, spettacoli itineranti, la cena in strada e i banchetti dal mondo.
Protagonisti del Festival, nato oramai nel 2008, sono i cittadini residenti e non, che, nell’arco di 6 mesi di lavoro, costruiscono spettacoli che vengono messi in scena nelle vie e nelle piazze del quartiere. È un lavoro che ha permesso ai reggiani di vivere direttamente a contatto con la diversità culturale, di aprire un quartiere che rischia la separazione dal resto della città,  e dare vita ad esperienze culturali che hanno saputo affermarsi anche in altri contesti cittadini e nazionali.

Il Festival 167contatto!, in un ambito in cui i temi della sicurezza sono tuttora presenti e necessitano di costante e specifico lavoro, ha saputo parlare alla città, indicando una possibile via da percorrere: le regole sono uguali pertutti e debbono essere rispettate e la prospettiva del dialogo interculturale rende più agevole la via alla convivenza civile. Una prospettiva rilevante,dunque, per chi cerca risposte ai temi che i cittadini quotidianamente ci pongono nel vivere la presenza dell’immigrazione, e al tempo stesso una prospettiva credibile da costruire. Una proposta culturale utile e attuale a chi oggi è impegnato a ridare fiducia alle Istituzioni e a chi vuole percorrere una nuova strada che non sia di chiusura, ma di valorizzazione delle molte e diverse culture presenti nelle nostre città.
 

Questo, che oramai è un appuntamento a cadenza annuale, nasce nel contesto di un grosso lavoro di respiro sociale con la finalità della reciproca conoscenza, di una migliore vivibilità dei luoghi e dello sviluppo di consapevolezza nei cittadini delle proprie possibilità, in un quartiere non più solo noto per ciò che dinegativo accade, ma anche per la cultura che sa costruire ed esprimere. È appena il caso di ricordare, infatti, che i luoghi intorno alle stazioni ferroviarie sono storicamente un costante sovrapporsi di questioni urbane e di relazioni umane in continua trasformazione. Il caso di Reggio Emilia non sfugge a questa definizione con una caratteristica: l’esistenza di una residenza assai folta che nell’arco di un ventennio si è molto trasformata, arrivando a segnare una presenza di cittadini di origine straniera pari al 65%. Non bisogna dimenticare che in passato si sono registrati atti di violenza che hanno destato forte preoccupazione in tutta la città. A fronte di una situazione difficile, il Sindaco dell’Amministrazione Comunale di Reggio Emilia ha siglato un patto con i cittadini residenti, “Il Patto per la Convivenza, le Regole e la Responsabilità”, un programma di sicurezza urbana integrata mirato a riqualificare i luoghi e le relazioni tra le persone, con un approccio di governance capace di coinvolgere la Pubblica Amministrazione nel suo insieme e possibilmente più soggetti privati e sociali. Costruire comunità, dunque, facendo leva sulla partecipazione dei cittadini.

 
Non dimentichiamo le numerose iniziative collaterali organizzate già a partire da aprile scorso. A cominciare dal partecipatissimo incontro con Fiorella Mannoia, artista fortemente impegnata soprattutto sui temi che riguardano il dialogo interculturale e la convivenza, come dimostra il bellissimo disco da lei pubblicato recentemente, “Sud”, tutto dedicato al sud del mondo. Fiorella Mannoia è da anni testimonial del Progetto Axé, che è stato protagonista di alcune anteprime del festival.

 

Il Festival è cresciuto grazie a riconoscimenti regionali, con specifici finanziamenti della Regione Emilia Romagna – Progetto Città Sicure- ed  è stato presentato all’EFUS (European Forum for Urban Security) a Bruxelles e al Consiglio d’Europa a Strasburgo.
 
 
Ufficio Stampa Studio alfa
tel. e fax 06. 8183579, e- mail: ufficiostampa@alfaprom.com
responsabile ufficio stampa e P.R. Lorenza Somogyi Bianchi, cell, 333. 4915100
 
PROGRAMMA
 
MOSTRE E INSTALLAZIONI
 
Spazio Icarus, via IV Novembre 9

dall’11 al 17 giugno – su prenotazione

(347 1706768 Marco Pedrazzini – 333 7992396 Giacomo Baldelli)
ICARUS FENG-SHUI – “NON CHIUDERTI IN QUESTO MONDO”
I partecipanti entrano nell’ingresso principale immersi nei suoni del quartiere. Vengono accolti dagli ospiti dell’Icarus che tramite cerimonie di tipo rituale tendono a rallentare i ritmi del vivere quotidiano.
 
AmoReggio Point, via IV Novembre 1
da giovedì 14 giugno – ore 18
GIOVANNA MAGNANI personale di pittura
 
Centro Mediazione dei Conflitti, via Turri 25
sabato 16 giugno – ore 18
GRACIOUS MAMA AFRICA inaugurazionemostra fotografica di Sara Ceresoli
 
 
PUNTI RISTORO
 
Café Bistrò via Turri 55/A
Pizza in Piazza, piazza Domenica Secchi (venerdì 15, sabato 16, domenica 17)
L’Osteria del Contatto!, piazza Domenica Secchi (domenica 17 giugno ore 20)
tutti i bar e ristoranti della Zona Stazione
 
 
EVENTI
 

MARTEDÌ 12 GIUGNO 2012

ore 21 Piazza Domenica Secchi

RELAZIONI SONORE orchestra interculturale diretta da Luciano Bosi e Marco Casolari

REGIUM LEPIDI PULSATIONES in concerto. Ideazione e conduzione di Luciano Bosi

 

MERCOLEDÌ 13 GIUGNO 2012

ore 21 Piazza Domenica Secchi

LA RIVOLTA DEGLI IMMIGRATI spettacolo teatrale. Testi di Hadiri Fatima Ezzahra, Doughoui Benour

regia di Doughui Benour e Doughoui Abderrahim. con Debora Reggiani, Doughoui Benour, Doughoui Abderrahim, Gilbert Ampofo, AidaNdoye, Jules Ndoye.

 

GIOVEDÌ 14 GIUGNO 2012

ore 21 Piazza Domenica Secchi

HAMELIN spettacolo teatrale. Regia di Bernardino Bonzani e Monica Morini del TeatrO dell’Orsa.

Collaborazione costruzione maschere Franco Tanzi

con Carla Anceschi, Nunzia Bove, Carla Chiriatti, Maria Chiara Ferrari, Federica Ferretti, Ivan Follieri, Marianna Garsi, Monica Garzari, Lidia Giuliano, Anna Guglielmi, Diletta Matteini, Michele Mazzone, Elvjon Mecani, Orsogna Antonio, Gabriella Pereira Da Silva, Nunzia Pernice, Lorenzo Romani, Viviana Rossi, Angela Spallanzani, Cristina Spallanzani, Laura Tamburrella. Hanno inoltre partecipato: Omar Arche, Michele Ferri, Chiara Reverberi, Sabreddine

 

VENERDÌ 15 GIUGNO 2012

ore 18 Piazza Domenica Secchi

LA PIAZZA REALE conversazione sulla centralità dei luoghi pubblici.

In occasione del rifacimento del Parco Le Paulonie, con il contributo del Re del Marocco che invierà i suoi artigiani, conversazione e testimonianze su simbologia e uso sociale e politico della piazza nelle diverse culture.

Racconti dalle piazze del mondo.

Interventi di Franco Corradini, Assessore Coesione e Sicurezza Sociale, Lorenza Franzoni, Teatro dei Quartieri, Paola Somma, urbanista IUAV, Cristiana Campani, architetto,

Progetto il suono delle piazze-Teatro dei Quartieri

ore 20 Piazza Domenica Secchi

PIZZA IN PIAZZA a cura di “A casa di Bio”

ore 21 Piazza Domenica Secchi

LA DEMOCRAZIA SCENDE IN PIAZZA immagini, video, musica

BABEL in concerto

Babel è un nuovo progetto di etnomusic elettronica, nato nel 2010 tra Modena e Correggio. Sette musicisti da India, Grecia, Balcani e Italia mescolano suoni tradizionali e beat elettronici, tra oud e violino, rap e loop, Bollywood e pianura padana. È uno spaccato della società multietnica, che indossa il sari e cammina su groove metropolitani ballando sui battiti anarchici degli slums globali.

Babelizm è  il titolo del primo album del gruppo, in uscita con etichetta Lo Scafandro / UPR / Edel.

18 APRILE 2009 documento integrale e inedito, riprese di Guido Franzini

LA RONDA DELL’OCA di Andrea Ronzoni

7 eVenti LUGLIO del Teatro dei Quartieri

IMMAGINI DALLE PIAZZE DEL MONDO a cura di Partecipazione

 

debutto ore 20.45 (replica ore 22.30) partenza dal Centro d’Incontro Reggio Est

QUEL PASTICCIACCIO BRUTTO DI VIA TURRI

performance itinerante.

ideazione e regia di Franco Brambilla. Con Saverio Bari, Silvia Benassi, Antonella Cristofori,

Giacomo Iori, Barbara Nicoli, Vittorio Pioli, Mario Rinaldi

 

SABATO 16 GIUGNO 2012

ore 11.30 Centro d’Incontro Reggio Est, via Turri 49

DAL CONDOMINIO AL WEB – RACCONTI DELLA REGGIO MULTICULTURALE

Presentazione del mediacross della città realizzato dalle webtv reggiane coordinate da Riccardo Staglianò e ideato all’interno del progetto SPARDA, co-finanziato dal Consiglio d’Europa. Con Riccardo Staglianò, giornalista “La Repubblica” e Franco Corradini, Ass. Coesione e Sicurezza Sociale del Comune di Reggio Emilia

 

dalle 10 alle 18 Piazza Domenica Secchi

PANIFICAZIONE E FORNO SOLARE

ore 20 Piazza Domenica Secchi

PIZZA IN PIAZZA a cura di “A casa di Bio”

ore 21 Piazza Domenica Secchi

SAPORI E MUSICA: CANTI E DANZE DEL MONDO DI COLORI

spettacolo coreografico a cura di Ali Moustapha El Meligy e Stella del Nord
DOMENICA 17 GIUGNO 2012 – CONTATTO!

 

dalle 9.00 alle 24.00 Lungo via Turri e viale IV Novembre

IL MERCATINO DEL CONTATTO bancarelle, prodotti tipici, stand delle associazioni, negozi aperti

 

Centro d’Incontro Reggio Est

METHE mercatino hand made e scambi, oggetti di artigianato artistico, materiali di recupero, vintage, GAS e scambi.

 

Piazza Domenica Secchi

PIZZA IN PIAZZA a cura di “A casa di Bio”

L’OSTERIA DEL CONTATTO! (ore 20.00)

Punto ristoro a cura di Cooperativa Sociale Koiné e La Gabella Associazioni di Idee

 

dalle ore 15.00 Piazza Domenica Secchi

GIOCHIAMO!

Progetto dedicato al gioco come momento di socialità, strumento di conoscenza di altre culture e di riqualificazione del tessuto sociale cittadino promosso da Distretto Sociale Coop di RE e Quattro Castella, Università degli Studi di Modena e Reggio, GET Impastato www.loscaffaledeisogni.it/giochiamo/

 

ore 16.00 Piazza Domenica Secchi

ATTENTI AL LUPO!

Leggiamo una storia? Storie e piccoli incanti per bambini da 2 a 6 anni e gli adulti che li accompagnano a cura dei lettori volontariNatiperLeggere e della Biblioteca di Santa Croce

 

ore 16.00 Piazzale Marconi – angolo via Turri

IN TERRA INFIDELIUM

spettacolo itinerante di Francesca Picci, regia di Domenico Ammendola

con Lorenzo Baldini, Valeria Barreca, Fabrizio Careddu, Arjuna Iacci, Eva Martucci.

Produzione NoveTeatro.

Il pubblico verrà raccolto nella stazione di partenza e verrà accompagnato da un cicerone nelle stazioni successive in un breve viaggio nella dimensione parallela di “cosa nostra”.
 

ore 17.00 Partenza dal Centro d’Incontro Reggio Est, via Turri 49

GRAN CORTEO DEL CONTATTO!

Joan Lovinescu, I cavalli egiziani di Stella del Nord, i Pupazzi Giganti di Mirella Gazzotti, gli ideogrammi di Zhang Lu, le maschere di Franco Tanzi, le cartoline dei sogni del TeatrO dell’Orsa, il G.E.T Peppino Impastato, i CHIROMATTI, musici, danzatori, trampolieri, gli allievi e gli amici dei Laboratori 167Contatto!

 

dalle ore 18.00 lungo via Turri

 

ALLUCITRUCIin concerto

gli instancabili performer del giorno del Contatto! Creedence Clearwater Revival, De Gregori, De André, Bob Dylan, Carly Simon, Joe Cocker

 

 

SENZA PRETESE in concerto

anni 70/80/90, Zucchero, Battisti, PFM, Ligabue, Robbie Williams, Tozzi, Morandi, Scorpions

 

LA RIVOLTA DEGLI IMMIGRATI a cura del Teatro Immigrato

 

I PUPAZZI GIGANTI DELLA CORTE TRESC

GUARDANO IL GENERE UMANO E LO RACCONTANO

a cura di Mirella Gazzotti, Teatro della Fragola

 

I DISPENSATORI DI SOGNI

a cura del Teatro dell’Orsa

 

ORCHESTRA ATLAS DI BADER

musica dal nord al sud del Marocco

con mostra fotografica e testimonianze sulla comunità

a cura di A.D.A.M.I.E.A.N.

 

DANZE FOLCLORISTICHE DEL MONDO ARABO

a cura di Ali Moustapha e Stella del Nord

 

LEZIONE APERTA DI PILATES

acura di Maria Grazia Moratti (18.30 – 19.15 – 20.00)

 

BREAK STREET BOYZ

(18.45 – replica 19.30)

 

REGIUM LEPIDI PULSATIONES ideazione e conduzione di Luciano Bosi

 

dalle ore 18.00 centrosimonazzi Café Bistrò, via Turri 55/A

 

TURBOLENTO & I FRENETICI

gruppo rock demenziale che collabora con Skiantos e Roberto “Freak” Antoni.

 

ATOMIKA KAKATO in concerto

a grande richiesta! I profeti demenziali della old wave

 

GLI SQUALI degli SPAVALDI

in un giorno perfido, in un paese entrò il domatore russo Àbete ABAVO e i suoi squali:

Lotar e Ciaciacià. Da quel giorno perfido, in quel paese mai più uscì la paura.

 

dalle ore 18.00 Piazza Domenica Secchi

 

LEZIONE APERTA DI DANZA AFRICANA

a cura di Jules N’Doye

 

PERFORMANCE DI DJEMBE

a cura di Lancei Djoubate

 

BAGAGLI

performance fotografica interattiva a cura di Lorenza Franzoni e Fabrizio Cicconi

 

dalle 19.30 alle 24.00 Centro d’Incontro Reggio Est

 

LIVE JAM SESSION + DJ-SET

Un ulteriore contatto, tra musicisti con differenti provenienze in versione live jam session. Sperimentazioni di suoni e atmosfere direttamente sul campo.

Djset a cura di Jahspora a seguire.

Iniziativa realizzata con il contributo del Comune di Reggio Emilia nell’ambito de “I reggiani, per esempio

 

 

ore 21.00 Piazza Domenica Secchi

 

ESIBIZIONE DI KUNG FU TRADIZIONALE

del Maestro SHI YAN HUI,

Monaco Shaolin di 34° generazione

con la partecipazione dei suoi allievi

 

a seguire

DESTINAZIONE LUNA

spettacolo di acrobazia aerea e mimo

di e con EliRudyzuli
DESTINAZIONE LUNA è un viaggio immaginario verso la luna… La protagonista, che sembra uscita da un film muto, mette in scena la sua visione della vita, in uno spazio onirico in bilico fra terra e cielo. Il nostro mimo dell’aria, romantico e demodée, a cavallo di strane biciclette, mette in scena le sue avventure tra il surreale e il comico, introducendole con dei cartelli come nella miglior tradizione della pantomima classica…il tutto sotto lo sguardo paziente della Luna.

Leave a Comment