Cilento: una regione da scoprire

Se questa estate avete decido di trascorrere le vacanze in Cilento e magari avete già prenotato un agriturismo Cilento, allora vi sarà utile sapere quali sono i tesori che questa terra nasconde.

Piena di arte e di storia, caratterizzata da una lunga tradizione folkloristica e gastronomica, il Cilento vi saprà conquistare con la bellezza dei suoi luoghi e la semplicità del suo quotidiano.

Dichiarata nel 1998 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, la regione del Cilento si estende tra i golfi di Salerno e Policastro ed è piena di bellezze da vedere come il Parco Nazionale del Cilento, Palinuro o le bellissime aree archeologiche di Paestum e di Agropoli.

Chi sceglie di trascorrere qui una vacanza lo fa soprattutto perché è alla ricerca di un soggiorno all’insegna del mare, del relax in spiaggia ma anche di tanta cultura e antiche tradizioni.

Nonostante il forte attaccamento alle proprie radici, il Cilento è riuscito anche ad adattarsi alle esigenze del turismo; ecco perché trovare un alloggio nelle località cilentane non sarà affatto difficile vista l’ampia disponibilità di strutture ricettive che vanno da familiari b&b a confortevoli hotel, senza dimenticare le pensioni a conduzione familiare.

Per quanto riguarda l’itinerario la vostra vacanza alla scoperta del Cilento può iniziare da Paestum, un vero e proprio gioiello dell’archeologia italiana, per poi proseguire alla volta del Parco Nazionale, dove oltre alle bellezze naturalistiche avrete anche l’occasione di visitare il Museo Archeologico.

Lasciando Paestum si può proseguire alla volta di Agropoli, città che segna l’ingresso nel cuore della regione del Cilento; qui da non perdere è il magnifico panorama sul golfo di Salerno, una visita all’antico borgo medioevale e al Castello angioino-aragonese circondato da un bellissimo fossato. Proseguendo lungo la costa avrete solo l’imbarazzo della scelta vista l’ampia disponibilità di punti di ristoro come ristoranti tipici e cantine dove potrete gustare gli eccellenti prodotti del territorio.

Leave a Comment