Il rapporto degli italiani con le carrozzerie e le opportunità per il settore

Il rapporto tra gli italiani e la carrozzeria può e deve migliorare. Sono molti i passi da compiere in vista di uno sviluppo significativo del settore. Se ne è parlato all’evento organizzato dalla testata CAR Carrozzeria

Come possono i carrozzieri migliorare il proprio rapporto con i clienti finali? Quali iniziative di promozione e comunicazione devono essere messe in campo? Ha risposto a queste e a molte altre domande l’evento “Gli italiani e la carrozzeria”, organizzato dal mensile CAR Carrozzeria.
Ampio spazio è stato dato alle due indagini, commissionate da CAR Carrozzeria ad Astra Ricerche. Si è raggiunto quindi l’obiettivo di mettere carrozzieri e aziende del settore a confronto con le esigenze dei clienti finali, gli automobilisti, per delineare strategie e offerte sempre più mirate e in grado di soddisfare le loro attese. Sono emerse diverse strade che il carrozziere può intraprendere, a partire dal miglioramento delle attività di marketing e comunicazione rivolte direttamente all’utente finale. C’è ancora molto da fare: gli automobilisti che in caso di incidente si rivolgono direttamente alla carrozzeria sono infatti troppo pochi.
Come risulta dalla ricerca “Gli italiani e la carrozzeria”, realizzata a marzo 2012 su un campione di 1.272 persone tra i 18 e i 65 anni, intervistati online con il metodo C.A.W.I., in seguito al sinistro l’86,6% degli automobilisti contatta per prima la propria compagnia assicurativa, e solo il 13,4% si rivolge direttamente al carrozziere di fiducia. Di questi ultimi, il 14,2% sono uomini e il 12,5% donne. Se si analizza invece la fascia d’età, risulta che sono i neo-patentati (20,8%), tra i 18 e i 24 anni, quelli che preferiscono risolvere subito il danno, seguiti dai 35-44enni (16%) e dai 25-34enni (11,8%). Gli automobilisti più maturi sono invece quelli che passano prima dall’assicurazione. Dal dato geografico risultano invece comportamenti diversi a seconda delle regioni. In particolare, gli automobilisti del Triveneto, con il 24,1%, risultano quelli maggiormente legati al rapporto diretto con la carrozzeria, seguiti dal 15,5% del Centro Alto (Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria), il 13% del Neo Nord-Ovest (Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta), l’11,8 % del Neo Sud (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia) e il 9,1% del Centro Basso (Lazio, Abruzzo, Molise, Sardegna).
Sono questi dati significativi, che potrebbero e dovrebbero migliorare in futuro a favore dei carrozzieri.
Carrozzieri che hanno saputo peraltro costruire un rapporto di fiducia con i propri clienti. Tra i canali informativi utilizzati principalmente dagli italiani per ottenere informazioni sulle carrozzerie, troviamo ai primi posti Internet (45,9%), stampa nazionale e locale (entrambe al 27%), volantini (24,3%) e radio locali (21,6%). Una comunicazione diretta verso il cliente che sta migliorando anche grazie allo sviluppo di network di carrozzerie e di reti associative.
L’indagine “Le carrozzerie italiane: servizi, rapporto con il cliente, prospettive”, realizzata tra il 21 marzo e il 2 maggio 2012, ha preso in considerazione un campione di 338 gestori di carrozzerie italiane, intervistati online tramite metodo C.A.W.I. Analizzando il rapporto tra compagnie assicurative e carrozzieri, è emerso che il 18,3% delle carrozzerie è convenzionato con una sola compagnia o gruppo, il 39,3% ha rapporti commerciali consolidati con più di un’assicurazione, e ben il 42,3% delle carrozzerie non ha nessun tipo di convenzione.
Per quanto riguarda invece l’andamento del business negli ultimi tre anni, il 58,3% dei carrozzieri ha dichiarato che è peggiorato, il 23,7% che è rimasto uguale, e il 18% che è migliorato. Le opportunità di sviluppo e di crescita delle carrozzerie sono state oggetto della tavola rotonda alla quale hanno partecipato alcuni rappresentanti dei gruppi di carrozzieri del territorio italiano: ACPC, Banca del Veicolo, Cardinalis, Consorzio Carrozzieri Bresciani, Federcarrozzieri, InRetecar, Rete Carrozzeria Amica, Rete Carrozzeria Trasparente, Rete Tutela Genova, UPAA.
Durante la giornata lo spazio espositivo è stato teatro del networking tra carrozzieri e aziende. Tra i protagonisti, gli sponsor dell’evento: Quattroruote Professional (Main Sponsor), Dekra, DuPont Refinish, EuroGlass Service, Extreme-Plus, Glasurit, Hella, Innotec, Mewa, Perauto Informatica, PPG, R-M, Spies Hecker, ICR Sprint, Standox.

Leave a Comment