Forma Fluens: design contemporaneo per la liturgia

Forma Fluens progetta, produce e vende arredi e oggetti di design per l’uso liturgico della Chiesa cristiana cattolica. Tutti i prodotti sono pensati per entrare a far parte del complesso delle dinamiche celebrative, dei gesti, degli accostamenti di materie e di colori che costituiscono l’elemento visibile e tattile della liturgia in costante dialogo con i suoi attuali orientamenti che suggeriscono di cercare una nobile semplicità piuttosto che la sontuosità, e la verità del segno piuttosto che l’allegoria o il simbolo. L’utilizzo di una vasta gamma di materiali, di tecniche produttive all’avanguardia e finiture della massima accuratezza unite all’esperienza pluridecennale nella produzione degli oggetti progettati dai più importanti designer italiani permettono a Forma Fluens di raggiungere un valido connubio tra le esigenze della attuale liturgia e il design contemporaneo. Gli oggetti e gli arredi proposti da Forma Fluens sono improntati alla sobrietà, alla semplicità delle forme, evitando l’uso di segni e simboli religiosi come puri elementi decorativi. Il lavoro di ricerca e di studio dell’azienda è frutto di un’attenta meditazione sugli orientamenti
tracciati dal Concilio Vaticano II e delle riflessioni scaturite dal dibattito contemporaneo sulla liturgia e gli spazi celebrativi.

Forma Fluens si avvale di oltre 50 anni di esperienza nella lavorazione dei metalli preziosi. All’interno del proprio laboratorio è in grado di progettare e realizzare oggetti di qualsiasi tipo, con tecniche artigianali tradizionali e con le tecnologie più all’avanguardia. La ricostruzione, la riparazione e il restauro di oggetti antichi, il ripristino di dorature e argentature, la lucidatura meccanica e chimica sono alcuni dei servizi che l’azienda mette a disposizione dei propri clienti.

Forma Fluens mette a disposizione di architetti e progettisti che operano nella progettazione di chiese, la vasta esperienza maturata nella realizzazione di progetti dei più importanti designer italiani oltre alle più avanzate tecnologie produttive oggi disponibili. L’azienda offre un servizio completo relativo alla realizzazione di suppellettili ed arredi liturgici pensati “su misura”, in collaborazione o su progetto speciale dell’architetto, in esemplare unico o in serie. Negli anni l’azienda ha avuto il piacere di realizzare oggetti disegnati dalle più prestigiose firme dell’architettura moderna, tra i quali Ettore Sottsass, Mario Botta,
Carlo Scarpa, Paolo Portoghesi, Achille Castiglioni, Vico Magistretti, Gae Aulenti, Hans Hollein.

Forma Fluens ha partecipato alle più importami manifestazioni del settore liturgico:

– presente alla XIV edizione di Koinè, ha portato all’attenzione dei visitatori le novità per quanto riguarda calici, pissidi, ostensori e una esposizione di oggetti per il culto. Sono state esposte, inoltre, le ultime ed innovative proposte per gli arredi degli edifici di culto.

– ha realizzato il calice e la patena utilizzati nelle numerose celebrazioni liturgiche della ostensione della Santa Sindone avvenuta dal 10 aprile al 23 maggio 2010. Il calice e la patena sono stati progettati dagli architetti torinesi Domenico Pannoli e Maria Cristina Milanese per l’Ufficio Liturgico della Diocesi di Torino nella persona di don Paolo Tomatis, con la consulenza di Luca
Gazzoni e Morena Baldacci.

– ha partecipato al concorso internazionale DeiSign, nato per rivedere, ripensare e riprogettate l’oggettistica sacra, nel 2011 ha come tema: “Alzerò il Calice della Salvezza: il calice e la patena per la celebrazione ordinaria e la concelebrazione”

– ha esposto presso il Museo Diocesano di Brescia dove si è svolta la mostra Vere Dignae, vesti e oggetti di design per la liturgia. Calici, ostensori, candelabri, abiti e tappeti dalle forme essenziali ma prodotti artigianalmente, realizzati in materiali pregiati senza disdegnare rifiniture in metallo o tessuto più “tecnici”, come il titanio, l’acciaio e il lurex.

– ha progettato e realizzato per la mostra di Koinè Ricerca 2009, sezione scientifica della rassegna che gode del supporto attivo della Conferenza Episcopale Italiana, una vasta collezione di oggetti e suppellettili pensati per rispondere alle esigenze dell’odierna liturgia.

Per altre dettagliate informazioni: www.formafluens.com

In Sala del Capitolo, fino al
10 giugno continua la collettiva di arte sacra contemporanea

“Di chi avrò timore?” (Sal
27,1) Dare volto alle paure, per plasmare speranza.

In collaborazione con il Museo
della Ceramica di Nove.

Leave a Comment