Intelligenza Emotiva Full Immersion, BAGNO DI ROMAGNA 24-30 GIUGNO 2013

Intelligenza Emotiva Full Immersion
Sviluppo delle competenze emozionali e comunicative

“Basandosi su rivoluzionarie ricerche sul cervello e sul comportamento, Goleman rivela i fattori che fanno sì che alcune persone, dotate di alto Quoziente Intellettivo, falliscano sul lavoro e altre, il cui QI è modesto, riescano sorprendentemente bene. Questi fattori caratterizzano ciò che egli definisce Intelligenza Emotiva. Sebbene l’infanzia sia un momento critico per il suo sviluppo, l’Intelligenza Emotiva può essere coltivata e rafforzata anche da adulti con benefici immediati sulla salute, sulle relazioni e sul lavoro.
Questo strabiliante lavoro offre una nuova visione dell’eccellenza e un nuovo curriculum che può cambiare il futuro per noi e per i nostri figli” The New York Times

“Il segreto del successo non è in ciò che ti hanno insegnato a scuola, né in ciò che puoi imparare in una Business School e nemmeno in una approfondita conoscenza tecnica. Il fattore più importante nella performance lavorativa è l’Intelligenza Emotiva.” Joan Price

Premessa
In un mondo che cambia così rapidamente, come troviamo un equilibrio tra il nostro tempo, le nostre emozioni, la nostra vitalità fisica, le nostre relazioni importanti, i nostri obiettivi personali e professionali? Come possiamo connetterci con ciò che siamo, al di là di ogni maschera, e realizzare ciò che veramente desideriamo?

Siamo continuamente sottoposti ad una quantità di stimoli patologici ai quali non siamo preparati. Oggi questo stress eccessivo colpisce due persone su cinque generando sintomi come: cattive abitudini, somatizzazioni, disturbi dell’emotività…

Come osserva il Dott. A. Magnani , “…pare assurdo che nell’epoca in cui sembra che tutto il comfort si possa acquistare, si moltiplichino gli stati di disagio interiore e che nell’era delle comunicazioni sia sempre più difficile stabilire relazioni vere tra le persone ”…

A questo aggiunge che l’unico modo per aumentare il proprio livello di benessere e minimizzare questi rischi, è accrescere le proprie competenze emozionali e relazionali.
Come è possibile farlo?

Una via per accelerare il raggiungimento di un’alta qualità di vita è imparare da chi ha scoperto la strada dell’autorealizzazione e ha capito che dietro quella magia c’è una struttura ripetibile che si può apprendere.

L’Accademia dell’Intelligenza Emotiva parte dagli obiettivi di vita che ogni persona ha e utilizza come strumento per raggiungerli le tecniche più aggiornate che le diverse discipline e scuole mettono a disposizione.
Questi strumenti sono raggruppati in due macro aree di miglioramento che corrispondono alle due competenze fondamentali dell’intelligenza emotiva: saper comunicare con gli altri e saper comunicare con se stessi.

Sviluppo della Sfera Personale

Molte persone pensano che la qualità della loro vita dipenda da fattori esterni: l’auto di lusso, la tv al plasma, colleghi di lavoro cordiali ecc. Al loro malessere trovano delle cause esterne: è il mio collega arrogante, sono le bollette da pagare…”

Questo atteggiamento è basato sulla convinzione che il nostro stato interiore, la nostra felicità e la nostra infelicità, siano determinati da ciò che ci accade. Questo fa sì che le persone non siano padrone della propria vita e che siano continuamente subordinate al destino favorevole o avverso.

Non importa quale stato di equilibrio tu abbia raggiunto, la vita è un sistema aperto che porta dentro continui stimoli, anche quelli dolorosi.

Diventare padroni della propria vita comincia col riconoscere che tu sei il vero “padrone” delle tue emozioni, nella piena responsabilità del tuo modo di reagire agli eventi. In questo percorso esplorerai e comprenderai come funziona la mente e come essa impara a reagire alle circostanze. Apprenderai una serie di strategie mentali per rendere automatiche una serie di emozioni positive e costruttive, per far emergere le tue risorse quando prima rimanevi bloccato in uno stato di impasse.

Se è vero che gli eventi possono influire sulle nostre emozioni, se lo permettiamo, è anche vero che la qualità delle nostre emozioni determina la qualità dell’influenza che noi abbiamo sul mondo.

A chi non è capitato di trovarsi di fronte ad un’occasione importante e non avere lo stato emotivo adeguato alla situazione: un esame, il colloquio che sognavamo da una vita, un appuntamento galante, un chiarimento tra amici.

Quando ci sentiamo sicuri, quando siamo forti, quando abbiamo un atteggiamento positivo ed entusiastico, le difficoltà ci sembrano più piccole e le superiamo con maggiore facilità, e anche l’influenza che abbiamo sugli altri è maggiore. Perciò la capacità di gestire i propri stati emotivi è fondamentale per realizzare i nostri desideri.

Come si sviluppa il programma

Creare obiettivi motivanti
Di obiettivi se ne possono avere tanti e raggiungerli è già una soddisfazione. Spesso le persone non raggiungono i propri obiettivi perché essi non sono espressi in modo efficace e in questo percorso analizzeremo cosa distingue gli obiettivi delle persone di successo.
Al tempo stesso ognuno di noi ha certi obiettivi che sono più alti di tutti gli altri. Questi obiettivi corrispondono con l’intenzione più profonda e più vera di una persona.
Proprio perché il percorso vuole offrire ai partecipanti un reale percorso di miglioramento, il punto di partenza sarà proprio la realizzazione del sogno personale dei partecipanti. Capiremo come utilizzare le risorse personali al fine di raggiungerlo.

Conoscere le proprie risorse e riconoscere i propri schemi limitanti
A volte non sappiamo come attivare le leve giuste dell’emotività dato che nessuno ci ha insegnato come farlo. Tutto parte dalla conoscenza di sé.
Quanto tempo passiamo in una certa emozione piuttosto che in un’altra? Quali sono le nostre modalità prevalenti di pensiero? Quali sono gli schemi che tendiamo a ripetere nella nostra vita?
In tutto questo troveremo sia ciò che vogliamo cambiare sia ciò che costituisce una risorsa e che ci permetterà di realizzare i nostri sogni.

Gestire le emozioni
R.Bandler definisce la Programmazione Neuro Linguistica, uno dei metodi utilizzati nell’Accademia dell’Intelligenza Emotiva, come il manuale che non ci è stato fornito alla nascita, sul funzionamento del cervello.

Sia la Paura che la Preoccupazione sono due emozioni che hanno una funzione fondamentale per la nostra vita: ci avvertono di un pericolo imminente. A volte però questo meccanismo benefico si inceppa dando origine a reazioni dannose.

Allo stesso modo anche la frustrazione e il dolore hanno una funzione importante di ‘riparazione’ psicologica; esse, consentono alle risorse mentali di riorganizzarsi in seguito a un evento negativo, una perdita, una delusione. Quando però sfuggono di mano diventano emozioni molto debilitanti e non ci permettono di realizzare i nostri desideri.

Così la rabbia e il risentimento hanno una funzione di base difensiva. Se non realizzate nel modo corretto si ritorcono contro di noi e ci bloccano nella speranza legandoci paradossalmente al carnefice.

La chiave per superare le emozioni disfunzionali è saper istruire la nostra mente a ‘vedere’ la realtà diversamente da come è abituata. Ognuno di noi ha già questi strumenti dentro di sé. Per molte persone questo passaggio avviene quando, passato del tempo, ci si distanzia dalla difficoltà e ci si ride sopra.

Capendo come funziona la propria mente, le persone possono creare questo effetto istantaneamente senza dover attendere che sia il tempo a porre un rimedio.

Superare i propri schemi limitanti
Ognuno di noi ha delle parti oscure con le quali ogni tanto si deve confrontare. Ognuno di noi si trova ad osservare se stesso in certi momenti della vita come se si trattasse di un estraneo e si dice: “Ma perché mi comporto così?”. Infatti un conto è la conoscenza razionale e un conto sono le nostre tendenze inconsce a portarci a comportarci in un determinato modo. A volte sappiamo che una cosa non andrebbe fatta eppure … è più forte di noi.

In questi casi è un po’ come se una parte di noi emergesse con vita propria. Se la si cerca di nascondere, essa si presenta con ancora più forza. Sono quegli schemi che ci portano a rovinare relazioni importanti e che abbassano il nostro livello di autostima.

In questi casi si può apprendere come stabilire una diversa comunicazione con se stessi e come costruire a quella parte di sé nuove alternative di pensiero, emotive e di comportamento.

Autostima e autorealizzazione
In un certo senso ciò che realizzi è lo specchio di chi sei. Al tempo stesso ciò che riesci a realizzare è l’espressione di quanto in verità ti stimi.

Non è possibile autorealizzarsi, non è possibile essere condottieri di se stessi se si è prigionieri di dinamiche di competizione, del dover dimostrare di essere migliori degli altri. Non si può costruire una relazione sincera e vera se nel profondo dell’animo echeggia la paura di non essere all’altezza, di non essere accettato, di essere escluso e abbandonato.

La vera autostima non è quella che si può dire a parole: tutti abbiamo incontrato persone che si autocelebravano e abbiamo avuto l’impressione che in realtà fossero insicure. La vera autostima è una sensazione profonda di essere ‘ok’, una certezza di fondo che dipende dal modo in cui abbiamo vissuto i fatti della nostra vita e che non ha bisogno di alcuna conferma.

Contenuti

Realizza i tuoi talenti

Obiettivo: Riallineare i propri valori, bisogni, convinzioni, identità.

Definire con chiarezza obiettivi e mission personale.
Riconoscere e gestire le emozioni per trasformare i sogni in progetti, con leggerezza.
• Principi fondamentali di PNL
• Allenare le emozioni
• Livelli neurologici
• Identificare la propria mission
• Valori, bisogni e identità
• Linguistica: le domande utili
• Ristrutturare le convinzioni limitanti
• Definizione degli obiettivi

Conoscenza di sè: autoanalisi degli schemi e coscienza delle emozioni

Obiettivo: conoscere se stessi valutando le proprie reazioni emotive.
• Analisi degli stati emotivi ricorrenti e delle reazioni tipiche
• Analisi dei propri schemi secondo il modello di J.Young
• Presa di coscienza delle risorse disponibili e identificazione di obiettivi di crescita

Fare emergere la propria migliore identità e consolidarla
Obiettivo:Ricostruire la storia personale
• Follow up : superare gli schemi limitanti
• Tecniche di PNL: Imprinting e Re-Imprinting
• Proiezione nella vita: vivere gli effetti del cambiamento

Tecniche di cambiamento delle emozioni

Obiettivo: Gestire gli stati emotivi.

• Follow up sul riallineamento dell’identità, coaching di gruppo
• Tecniche di PNL: swish, circolo dell’eccellenza
• Gestione delle critiche
• Tentate soluzioni e Tecniche Strategiche

Coscienza e ristrutturazione delle parti di se

Obiettivo: Approfondire la relazione con se stessi attraverso la comprensione di sintomi e comportamenti disturbanti.

• Identificare i Sé dietro ai sintomi (fisici o comportamentali), Metamedicina
• La ristrutturazione in sei fasi
• Stabilire una comunicazione con le parti di Sé
• Interrogazione e integrazione delle parti di sé, gestione del dialogo interiore

“Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa”
A. Einstein

“Se pensi di avere successo o di non averlo, non ti preoccupare, avrai comunque ragione tu”
Antico detto giapponese

“Molto spesso siamo noi i peggiori nemici di noi stessi, con il vizio che abbiamo di erigere ostacoli sul cammino che conduce al successo e alla felicità.”
Louis Binstock

“Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce”.
Blaise Pascal

“Ogni persona ha dentro di sé tutte le risorse per vivere ad un alto livello di benessere” J.Grinder

“E’ la mente che fa sani o malati, che rende tristi o felici, ricchi o poveri”
Edmund Spencer

“Sospetto che il livello di piacere che la vita ci può offrire sia ampiamente sottostimato”. R.Bandler

“Mai nulla di splendido è stato realizzato se non da chi ha osato credere che dentro di sé ci fosse qualcosa di più grande delle circostanze.”
Bruce Barton

“La nostra gloria maggiore non consiste nel non sbagliare, ma nel risollevarsi ogni volta che cadiamo.”
Confucio

“Certi uomini vedono le cose come sono e dicono: “Perché?”. Io sogno cose mai esistite e dico:”Perché no?”. George Bernard Shaw

“Un mezzo potente è la parola giusta. Ogni qualvolta incontriamo una di quelle parole intensamente giuste l’effetto finale è fisico quanto spirituale, è come una scintilla immediata.” MarkTwain

“Non è solo per essere buoni che si cercano soluzioni vincenti per sé e per l’altro ma è perché questo è l’unico modo perché la pace possa durare nel tempo.” M.L.King

“Grande Spirito, aiutami a non giudicare un altro, se prima non ho camminato nei suoi mocassini per due settimane.” Antico detto Sioux

Orari

Full Immersion dalle 14 del 24 giugno alle 14 del 30 giugno a Bagno di Romagna

Relatori
Silvia Minguzzi, Andrea Magnani, Lara Fiorentini

Per maggiori informazioni e prenotazioni:
info@accademiaintelligenzaemotiva.it

VISITA IL SITO
http://www.alberodeisentieri.it/evento-260-intelligenza-emotiva-intensive-bagno-di-romagna-dal-24-al-30-giugno-2013.php#.ULRz3eTX7EA

VISITA IL SITO
http://www.accademiaintelligenzaemotiva.it/corsi/item.php?id_course=10

Leave a Comment