“Stand Up” alla Stanza della Musica di Radio3 Suite

Ares Tavolazzi & Daniele Pozzovio

QUINTETT

Raccontano “Stand Up”

alla Stanza della Musica di Radio3 Suite

Il tempo dispari dell’equilibrio fra i talenti di ieri e di oggi

 

 

Il 16 marzo prossimo alle ore 22.50 Ares Tavolazzi, Daniele Pozzovio, Gabriele Coen, Federico Turreni e Leo Cesari saranno alla Stanza della Musica di Radio3 Suite per raccontare i tempi dispari e i magici equilibri di Stand Up: l’album uscito un anno fa per Helikonia con questo quintetto di musicisti tutti accomunati dalla passione per il jazz.

Un veterano come Ares Tavolazzi incontra Daniele Pozzovio, emergente talento del pianoforte per costruire un quintetto di prestigio che da vita ad un album capace di spaziare da un chiaro mood “blue note” a tratti nord europei con digressioni in ambiti Klezmer, Tango e Black, spesso utilizzando arrangiamenti basati su tempi dispari. La varietà del repertorio e le diverse consuetudini improvvisative dei componenti conferiscono alla musica del quintetto autentici e spontanei sprazzi di movimento e divertissement, insieme ad una approfondita e coerente ricerca stilistica. I 10 brani sono stati composti dai singoli artisti ed arrangiati da tutto l’organico, rendendo il disco uno dei prodotti più freschi ed interessanti in questo momento.

 

Tracklist

1.    Stand up one more time (D. Pozzovio)

2.    Peace after thunder (D. Pozzovio)

3.    Noir (G.Coen)

4.    Lullaby for the slow rivers (D. Pozzovio)

5.    Semana grande (F. Turreni)

6.    Take & leave (D. Pozzovio)

7.    Labirinto (L. Cesari)

8.    Al Andalus (G. Coen)

9.    In Cologne (J. Taylor)

10.       Carciofi alla giudia

 

 

Line Up

Daniele Pozzovio: piano, leader

Ares Tavolazzi: contrabbasso, leader

Gabriele Coen: tenore & soprano sax

Federico Turreni: alto & soprano sax

Leo Cesari: batteria

 

Ufficio Stampa Studio alfa

 

tel. e fax 06. 8183579, e- mail: ufficiostampa@alfaprom.com

responsabile ufficio stampa e P.R. Lorenza Somogyi Bianchi, cell, 333. 4915100

di Perugia.

Leave a Comment