Parte il movimento nazionale I Cento Lumi per illuminare le meraviglie sconosciute del Paese, e soprattutto la solidarietà e la cultura

Lo scorso 17 febbraio si è tenuta, per la prima volta, la Fiaccolata della Memoria denominata I Cento Lumi!
Essa si pone come obiettivo quello “dare luce” alle vaste meraviglie sconosciute che ci offre il nostro Paese e che, per negligenza o per altro, non tutti conosciamo fino in fondo!

I Cento Lumi è un movimento nato con lo scopo di mettere in evidenza un particolare tema, personaggio o luogo, sul quale puntare i riflettori per suscitare l’interesse e stimolare la sensibilità della società. Tutto ciò al fine di scoprire la storia, il territorio e la gente che lo anima.

Un primo risultato importante è stato quello che ha coinvolto la cittadina barocca di Naro, che per sensibilizzare i suoi cittadini a favore del recupero del Vecchio Duomo – costruito nel secolo XII e dichiarato monumento nazionale nel 1918 – ha superato di gran lunga le aspettative: per la fiaccolata si sono contati più di 100 lumi partecipi nel centro storico!

Accendere tanti lumi in favore del patrimonio artistico e culturale della Fulgentissima, coinvolgendo tutta la popolazione, è stata infatti una splendida prova di solidarietà e di attaccamento al luogo dell’intera popolazione, esempio che si vuole replicare in tutto il territorio Nazionale.

I Cento Lumi, nasce da un’idea di Luca Russo, ha sede a Roma ed è già attiva nell’organizzazione di diverse iniziative di tutta Italia. Il movimento, ha già previsto un Comitato d’Onore di 100 “luminari”, personaggi e realtà prestigiose nel campo del sostegno della cultura e del patrimonio artistico, che “accenderà” l’attenzione su temi particolarmente importanti, cercando di coinvolgere sempre più Istituzioni e personaggi di rilievo.

Prossimo appuntamento con le fiaccole dei 100 Lumi sarà il 3 Marzo ad Ovindoli, mentre ad Aprile si sta già muovendo la macchina organizzativa su Roma.

Ufficio stampa
Dott.ssa Giusy Montera
Mobile 345 1622071
E_mail giusy.montera@libero.it

Leave a Comment