NIGHT OF MADNESS AL GHOST MUSIC CLUB DI GENOVA CON DOOMRAISER, BLUE DAWN E BELLS OF RAMON

VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 AL GHOST MUSIC CLUB SI TERRÀ LA “NIGHT OF MADNESS” CON DOOMRAISER DA ROMA E DA GENOVA I BLUE DAWN CON I COINVOLGENTI BELLS OF RAMON A FARE DA APRIPISTA . EVENTO ROCK CON IL TIMBRO DELLE CELEBRI CASE DISCOGRAFICHE GENOVESI BLACK WIDOW E BLOODROCK RECORDS. A MARZO SI REPLICA .

Venerdì 24 Febbraio 2012 a partire dalle 21.30 al Ghost Music Club(Info: 342-6311808 begin_of_the_skype_highlightingend_of_the_skype_highlighting) di Via Piacenza 48r si terrà la “Night of Madness”, serata energica tutta da vivere con Doomraiser di Roma e con i Blue Dawn e i ri-emergenti Bells of Ramone , entrambi genovesi. Per questi ultini si tratta di un vero e proprio ritorno sulle scene dopo 7 anni di inattività. L’evento rock è stato curato da due celebri case discografichegenovesi : Black Widow (http://www.blackwidow.it/) e Bloodrock Records (http://www.bloodrockrecords.com/). “Contiamo di proporre – ricorda Pino della Black Widow – una serata live al mese , o forse anche di piu’, proponendo band che abbiano qualcosa di realmente nuovo da proporre. Alta qualità degli artisti a confronto con un pubblico di qualità. Stiamo pensando si organizzare anche degli aperitivi con musica d’ascolto di gruppi da tutto il mondo. Insomma una Factory della buona musica grazie anche alla disponibilità della direzione del locale che ha messo da parte qualunque discorso speculativo per favorire i gruppi ed i giovanissimi che in un momento di grande crisi trovano difficoltà ad esibirsi vista la cronica mancanza di spazi nella nostra città. Il prossimo appuntamento si svolgerà indicativamente il 23 Marzo e dovrebbero calcare il palco i Gleemen con Marco Zoccheddu, Roberto Solinas, chitarra solista ei Delirium ed un noto Gruppo prog di Roma che stiamo trattando”. «Dopo aver collaborato con la Festa del Sole e aver organizzato Ghost of Metal e molte serate diverse fra loro per musica e pubblico – ha spiegato Enrico Bologna, direttore artistico del locale – il Ghost si mostra ancora una volta aperto a nuove influenze, profilandosi come un vero e proprio punto di ritrovo assolutamente unico per disponibilità». Ingresso: 10 euro. La serata gode del supporto di alcuni amici amanti della musica: il Bar Luxor di Via Frugoni, la Trattoria Baraonda di Molassana , lo Studio di Registrazione Maya e la Carrozzeria Autosport di Via delle Gavette.

SAPERNE DI Più:

DOOMRAISER . Profilo.

Doomraiser nascono con l’intenzione di tributare la musica e la grande famiglia del Doom, senza imporsi di farlo in maniera originale e di inventare nulla di nuovo, ma solo di trasmettere, nella miglior maniera possibile, il feeling che possiede il genere.
La prima incarnazione del gruppo risale al maggio del 2003 con al basso BJ, bassista dei IV Luna ed ex componente dei doomster Loosin’o’Frequencies, alla batteria Pinna, bassista dei Manoamara ed ex-Solifuge, e alla chitarra Alessio Sanniti, chitarrista dei grandi Misantropus. La formazione dura poche prove vista la distanza logistica di Alessio con gli altri elementi della band. Il progetto viene momentaneamente accantonato, nella speranza di trovare un nuovo chitarrista con la giusta attitudine per poter suonare doom metal e la stessa voglia di fargli tributo. Il rientro a Roma dell’amico Drugo, nel 2004, fa rimettere in moto tutto. Vengono ripresi e composti nuovi riff e prendono forma le prime canzoni. A giugno dello stesso anno si aggiunge alla voce Cynar (batterista degli italiani Wizarded ex Dirty Power Game). Continua la stesura dei brani. Nell’ottobre del 2004 viene inserita una seconda chitarra con l’arrivo di Valerio, già chitarrista dei Green Sasquatch. La formazione è così completata e parte immediatamente un’ottima attività live. Alla fine del novembre 2004 viene registrato il primo demo contenente tre pezzi per circa 36 minuti di Doom intitolato Heavy Drunken Doom. Attualmente i Doomraiser stanno proseguendo la loro attività live.

http://www.myspace.com/doomraiser

PROFILO. BLUE DAWN

Blue Dawn nascono nel corso del 2009 da un’intuizione di Enrico (basso) e Andrea (batteria). A loro si aggiungono nel corso del 2009 Monica alla voce e Paolo alla chitarra.
Quattro personalita’ diverse, con gusti musicali diversi cercano di fondare un percorso musicale organico che parta dalle radici dell’hard-rock anni 70 fino ad arrivare a sonorita’ moderne. Dopo un anno speso nell’arrangiament…o di otto canzoni basate su idee a cui Enrico aveva meditato per anni, la Band si presenta ai Nadir studios di Tommy Talamanca. Due brevi pezzi strumentali completano un lavoro ambizioso fatto di sonorita gotiche e doom metal con una struttuta dei brani di impostazione fortemente progressive

http://www.myspace.com/bluedawn

PROFILO. BELLS OF RAMON

I Bells of Ramon si formano a Genova nel 2003 e per sette lunghi anni non registrano né pubblicano niente di ufficiale; mantengono però vivi : lo spirito, le idee e l’obiettivo, nonostante questo lungo periodo di inattività forzata di tornare a far risuonare le campane. Nel 2010 il cantante Federico lascia il gruppo e invece di andare alla ricerca di una nuova voce il gruppo decide che a cantare sarà Luca (leader e chitarrista ritmico della band) con ottimi risultati.

Da lì in poi si chiudono in sala prove per rifare quasi tutto il repertorio, come se fossero un nuovo gruppo appena nato.. Dopo un anno di lavoro sono pronti ad entrare in studio e a registrare un album.

Il suono che da sempre lì contraddistingue è un hard-rock anni ’70 con influenze che vanno da Black Sabbath passando per Soundgarden, Fu Manchu e Kyuss.

I Bells of Ramon sono: Luca: voce e chitarra ritmica ; Fabio: chitarra solista ; Sandro: basso; Martino: batteria

BLACK WIDOW RECORDS. Profilo.

http://it.wikipedia.org/wiki/Black_Widow_Records

http://www.blackwidow.it

La Black Widow Records è un negozio specializzato in prog rock, rock psichedelico, hard rock, heavy metal, punk, dark, gothic, folk rock e una casa discografica fondata nel 1990 a Genova da Massimo Gasperini, personaggio conosciuto nell’ambiente discografico underground italiano. Questa etichetta, è nota per aver rispolverato alcuni artisti e band misconosciute nell’ambiente hard rock, progressive rock, rock psichedelico e sperimentale degli anni ’70 grazie alla passione e alla cultura che contraddistingue tutto lo staff. La Black Widow Records, inoltre, distribuisce in esclusiva anche la Blood Rock Records, piccola label discografica sempre di Genova.

Sia le attuali e recenti produzioni sia le produzioni più antiche del catalogo dell’etichetta ligure, spesso hanno interessato il contesto rock progressivo di varie band italiane e di altri stati europei (Wicked Minds, Areknames, Abiogenesi, Presence, Universal Totem Orchestra, Il Bacio della Medusa, Il Tempio delle Clessidre…, il ritorno di una storica formazione prog italiana come la Nuova Idea con l’album “Castles, Wings, Stories and Dreams” e soprattutto i mitici Delirium, tornati in attività nel 2001, dei quali la Black Widow ha finora messo in commercio un album live intitolato “Vibrazioni Norrurne”, l’ultimo lavoro di studio “Il nome del vento” e il bellissimo documento in CD/DVD “Il Viaggio Continua: la Storia 1970-2010” contenente anche tutti i video risalenti agli anni ’70, nonché d’oltreoceano e oltremanica (Ars Nova, le ristampe di Morgan, Monument, Bram Stoker, Cirkus, High Tide, Black Widow). Nel catalogo della Black Widow non compaiono soltanto gruppi appartenenti alla sfera del rock progressivo, ma anche formazioni che suonano space rock sulla scia dei maestri Hawkwind (Dr. Hasbeen), psichedelia più visionaria e acida (ST 37, Spirits Burning, Architectural Metaphor), il menestrello folk Gian Castello, l’autorevole figura artistica rappresentata da Paul Roland, e alcune formazioni provenienti dalla scena heavy & doom, come i maestri Pentagram e i Death Row. Tra i progetti imminenti, la pubblicazione in formato Doppio Lp con copertina apribile a poster (sulla falsariga dell’artwork dello storico Space Ritual degli Hawkwind)”The Barney Bubbles Memorial Benefit Concert”, un concerto registrato a Londra nell’inverno del 2009 accreditato agli Hawklords, l’ultimo gruppo assemblato da Nik Turner assieme ad altri 7 ex componenti degli Hawkwind (Alan Davey, Ron Tree, Adrian Shaw, Steve Swindells, Harvey Bainbridge, Danny Thompson e Jerry Richards), e il tributo al Prog Italiano anni ’70 dei piacentini Wicked Minds, impreziosito dalla partecipazione di alcuni ospiti speciali come Lino Vairetti degli Osanna, Aldo Tagliapietra delle Orme, Martin Grice dei Delirium, Antonio Bartoccetti (Jacula/Antonius Rex/Dietro Noi Deserto/Invisible Force), Stefano Lupo Galifi del Museo Rosenbach (oggi canatnte de Il Tempio delle Clessidre) e Sophya Baccini (cantante dei napoletani Presence e autrice dell’album solista “Aradia”). Nell’autunno del 2011 l’etichetta genovese ha arricchito il proprio catalogo producendo la ristampa di uno dei classici dell’underground psych-prog inglese, l’omonimo e solitario album realizzato dal terzetto inglese degli Andromeda (nei quali figurava il compianto chitarrista John Du Cann), e riportando alla luce un album italiano registrato dai toscani Spettri nel 1972, mai pubblicato all’epoca, che mette in risalto le ottime capacità creative del quintetto nostrano mostrando un suono tipicamente progressivo con riferimenti ai Jumbo, al Balletto di Bronzo di Sirio 2222, al Biglietto per l’Inferno e ai de De Lind. Per la fine del 2011 sono previste altre importanti uscite discografiche da parte della Black Widow: innanzitutto la ristampa del secondo lavoro da solista di Doris Norton, tastierista dei progetti Jacula e Antonius Rex, intitolato Raptus, un secondo capitolo firmato dai Sancta Sanctorum di Steve Sylvester, il mini album Black Sun, e l’ottimo doom-metal di The Ninth Hour, secondo lavoro griffato The Hounds of Hasselvander, la band formata dalla sezione ritmica dei Death Row e Pentagram (Joe hasselvander e Marty Swaney).  Per il futuro a breve termine è prevista l’uscita di un doppio lp / cd dei Black Widow, intitolato See’s the Light of the Day, che conterrà la prima versione del capolavoro sacrifice (quella cantata da Kay Garrett e Kip Trevor), alcuni brani inediti e la registrazione del concerto al Teatro Lirico di Milano del 1972.

BLOOD ROCK RECORDS. Profilo

http://www.myspace.com/bloodrockrecords ; http://it.wikipedia.org/wiki/Blood_Rock_Records

La Blood Rock Records è una etichetta discografica di Genova, distribuita dalla Black Widow Records.

Ha iniziato la sua attività producendo due band: i Graal (dediti ad un Hard Rock di stampo settantiano), e i Doomraiser (gruppo che propone sonorità tipicamente Doom), entrambi tuttora in attività. Nel tempo ha allargato i suoi interessi dedicandosi anche ad altri generi musicali quali Heavy Metal, Dark, Gothic, Stoner, Psichedelia arricchendo il suo catalogo con artisti e gruppi quali Burning Saviours, Giorgio Cesare Neri, Black Land, Temple of Pain, Floorshow. Il crescente impegno nel settore musicale, unito ad una passione incondizionata, hanno permesso alla piccola label di crescere ulteriormente imbarcandosi nella produzione di ristampe (suo il merito di aver proposto in doppio CD l’intera discografia dei Requiem, gruppo cult dell’Heavy Metal italiano), ma anche acquisendo nella propria scuderia musicisti stranieri quali il gruppo svedese Gudars Skymning (molto vicino alle sonorità di Jimi Hendrix), nonché il bassista inglese Alan Davey, famoso per la sua collaborazione con la space rock band Hawkwind, avvenuta a partire da metà anni ’80.

Contatti e Info :

e-mail: Bellsoframon@gmail.com

cell.: 3473712275 (sandro)

Bloodrocks Records di Enrico Spallarossa a Genova in Via al Garbo 16A/3 16159 G 347/4514371- http://www.bloodrockrecords.com/index2. ; stooge@alice.it ; http://www.myspace.com/bloodrockrecords ; http://it.wikipedia.org/wiki/Blood_Rock_Records

Black Widow Records : http://www.blackwidow.it ; blackwidow@tin.it ; Via del Campo 6r ; 010 2461708 ; 010 2544500 ; Fax +39 010 2461708

Leave a Comment