La Cucina Italiana di febbraio. Arance e frittelle

 

Nelle Marche si chiamano frappe, a Venezia galani, mentre in Piemonte bugie.
Il numero de La Cucina Italiana di febbraio dedica la copertina  e la ricetta filmata alle chiacchiere, i dolci al forno o fritti, simbolo del Carnevale.

In Cucina Regionale si parla delle fritole venete e dei segreti delle frittelle in Scuola di cucina. Ancora Carnevale nella rubrica Parliamo di con un coloratissimo  menu del giovedì grasso, gustoso e divertente, ispirato alla tradizione piemontese.

 

ARANCE DELLA SALUTE AIRC
Insieme alla arance sarà distribuito il ricettario realizzato in collaborazione
con La Cucina Italiana e Moreno Cedroni.

Sabato 4 febbraio oltre 400mila reticelle contenenti 2,5 kg di arance rosse di Sicilia non trattate saranno distribuite sulle piazze italiane dai 20 mila volontari AIRC per sostenere la ricerca.
Nella rubrica Parliamo di Moreno Cedroni racconta come conciliare salute e buona tavola. E lo dimostra in sei ricette.

 

GUSTO E OLFATTO
L’analisi olfattiva ovvero l’arte dell’assaggio oggi non si limita al vino.
In Primo Piano un vademecum su come, cosa e dove degustare caffè, olio, formaggi, acque…
La “Scuola del Sommelier” di Beviamoci sopra è dedicata al profumo del vino mentre protagonisti della rubrica sono gli abbinamenti insoliti – di gusto e di colori – del tè
che accompagna il cibo in tutti i momenti della giornata.
Educazione alimentare fornisce una vera e propria guida per riconoscere la qualità delle profumatissime cucine etniche.

I VEGANI. ITINERARIO GOLOSO: IN VIAGGIO A BARI
In Italia, i vegetariani sono numerosi, i vegani, in aumento. Rifiutano gli alimenti di origine animale per scelta etica e salutistica.
In Cibo per la mente si parla dei pro e contro, raccogliendo il parere di scienziati
ma anche di cuochi e associazioni.

L’itinerario ci conduce alla scoperta dei tanti sapori di Bari, dalle focacce al crudo di pesce, perdendosi nel reticolo di strade intorno a San Nicola.

Leave a Comment