LE VICENZE DI VICENZA

LA CITTÀ STORICA NELLE RICOSTRUZIONI DI ALDO CAPITANIO
E LA CITTÀ VISIONARIA NEI CALENDARI DI GABRIELE SCOTOLATI

È questo il titolo della mostra che sarà ospitata dall’10 al 26 Febbraio 2012 negli spazi espositivi di VI-ART (Sala del Capitolo del Palazzo del Monte di Pietà) in Contra’ del Monte 13 a Vicenza.

In un lato della sala si potranno ammirare circa 30 disegni originali di Aldo Capitanio (a matita, a china, a tempera…), che raccontano gli eventi storici della città di Vicenza dall’epoca romana al ’900 passando da quella medievale a quella rinascimentale e ottocentesca.

Nel lato opposto della sala, sarà esposta la serie dei 25 calendari di Gabriele Scotolati, ideati fra il 1986 e il 2011, il cui soggetto è sempre la città di Vicenza (e i suoi abitanti), reinterpretata da uno spirito fantasioso, irridente, perfino irriverente che sa accompagnare il linguaggio al segno pittorico in modo vigorosamente inaspettato.

La carriera artistica di Aldo Capitanio (Camisano Vic. 1952-2001) si è svolta principalmente a contatto col mondo dei fumetti e dell’illustrazione: negli anni ’70 ha collaborato al settimanale per ragazzi Il Giornalino (Ed. Paoline) con la riduzione a fumetti di romanzi salgariani (Il Corsaro Nero, e La Regina dei Caraibi) su testi di Renata Gelardini; negli anni ’80 è stato tra i realizzatori della Storia d’Italia a Fumetti (Ed. Mondadori, testi di Enzo Biagi), affidata ai migliori illustratori del tempo; negli anni ’90 era tra i disegnatori di Tex e di Nick Raider (Sergio Bonelli Editore).

La rivista Storia Vicentina (Ed. Scripta di Giorgio Marenghi), si è avvalsa nel 1994 della firma di Aldo Capitanio (è infatti da questa pubblicazione che provengono gli originali presenti in mostra).

Il curriculum di Gabriele Scotolati (nato e residente a Vicenza) è in parte segnato da esperienze murali pubbliche datate anni ’80 (poesie, graffiti, disegni astratti o figurativi umoristici, manifesti con false notizie, locandine allarmistiche…), da diverse collaborazioni (temporanee) a giornali locali: Il Giornale di Vicenza, Il Gazzettino, La Voce dei Berici, Segno Cinema, Chi mi legge trova, City Lights…, dalla pubblicazione di cartoline, auguri, stampe, opuscoli, libri (I Quaderni dello Scotolati, La Voce del Popolo, Le memorie di Scotolati, 500 anni d’architettura malsana…) e dall’ormai venticinquennale e costante produzione di calendari, ognuno diverso dall’altro, qui raccolti in una unica esposizione: L’Agendario, Il Carlendario, Il Calendario del Diavolo, Il Calendario della Vittoria, Il Pallendario, Il Vicenzone 2012

Inaugurazione venerdì 10/01/2012 alle ore 17.00.

ORARIO: martedì, giovedì, sabato, domenica 10:00-12:30-15:00-19:00; mercoledì, venerdì 15:00-19:00.

INGRESSO LIBERO

Leave a Comment